Come scrivere testi efficaci da pubblicare su internet

La buona scrittura online può essere facile o difficile, dipende dalle attenzioni che poni ad alcuni elementi chiave di ogni articolo che pubblichi sul tuo blog personale o aziendale.

9

I testi online sono una fonte di valore per il lavoro di content marketing. La scrittura su internet, ancora oggi, può essere considerata la strada maestra da seguire per il lavoro SEO. Google ama i contenuti scritti, soprattutto se sono ben curati.

testi online
Scrivere contenuti di valore.

Ma non sempre è facile lavorare nel settore dei testi online. La fuffa, ad esempio, regna in molti circuiti. Si cercano scorciatoie facili per fare soldi online e ottenere risultati che avrebbero bisogno di tempo per realizzarsi. Ma tutto questo è inutile.

Nel lungo periodo, se vuoi guadagnare online devi puntare sui contenuti di qualità. Un equilibrio fatto di immagini, video e testi online capaci di regalare qualcosa in più al lettore. Non tutti gli articoli sono uguali: ecco come dare spessore ai post.

Caratteristiche: testi online di valore

Quali sono le linee vincenti per riconoscere un articolo capace di guadagnarsi questo scettro davanti la community dei blogger? Io ho letto e scritto migliaia di post e sono arrivato a una conclusione: per scrivere testi online di qualità devi ascoltare.

Questo è il vero lavoro di SEO copywriting (secondo me). Non si tratta di scrivere per Google o di rispettare qualche semplice regola sul tag title o la meta description, ma devi scoprire cosa vogliono le persone dal tuo contenuto. Prima di scrivere un testo online mi preoccupo di interrogare Google Trends, Ubersuggest e Semrush.

Anche Answer The Public ti aiuta a decifrare gli utenti. E studio le serp per capire cosa viene premiato, cosa no, quali sono i box con contenuti multimediali che Google propone. Automaticamente mi faccio un’idea di ciò che dovrò scrivere.

Da leggere: come sfruttare gli avverbi nella scrittura online

Punta su un titolo sincero ma potente

Il primo punto da considerare è l’attacco: scrivere un titolo capace di calamitare lo sguardo del pubblico. Ma che non sfoci nel click baiting per attirare l’attenzione.

Non puoi guadagnare visite senza valore. L’equilibrio, questo è chiaro, diventa un elemento decisivo per scrivere un’headline efficace. Gli ingredienti da mixare sono 3:

  • Un’attenzione particolare per la SEO.
  • Un lavoro di persuasive copywriting.
  • La sensibilità di chi vuole informare.

Il titolo deve dire la verità, non può mentire al lettore: questa è una regola che i grandi pubblicitari hanno sempre messo in prima linea. David Ogilvy:

scrivere testi di qualità
Come comportarsi con i clienti.

Al tempo stesso, però, un titolo che funziona riesce a veicolare un messaggio capace di muovere l’attenzione verso le tue risorse. In questi casi io preferisco lavorare con i numeri e le liste puntate, o con la classica ed efficace headline how to.

Titolo e ottimizzazione SEO: come muoversi?

Per scrivere testi online efficaci devi, per ovvi motivi, approfondire questo tema. Un titolo sul web è anche un elemento che comunica con Google nel momento in cui diventa meta tag. Quali sono gli elementi da valutare in questi casi?

  • Tag title: appare nella serp di ricerca.
  • Tag H1: viene mostrato sulla pagina web.

Nonostante l’importanza di entrambi, il tag title è uno dei fattori di posizionamento imprescindibili in termini di SEO on-page. Vuoi ottimizzare una pagina web?

yoast
Usa Yoast per gestire i tuoi titoli SEO.

Perfetto, inizia a inserire il topic più importante in questa stringa per comunicare a Google e al lettore che ti trova nella serp l’argomento che stai affrontando. Altra domanda: quanto deve essere lungo il tag title? Non superare le 65 battute circa.

Scegli e cura le immagini degli articoli

Un blogger che non investe tempo per cercare un’immagine forse non merita la tua lettura. Anche perché ci sono molti siti per trovare immagini gratis, ed è semplice fare ottimizzazione SEO di una foto. Ricorda che un’immagine può dare tanto a chi legge.

Uno dei passaggi fondamentali è la compressione. Vuoi un sito web veloce e capace di rispondere immediatamente senza allungare le attese?

Devi comprimere le foto prima di caricarle. Io ti consiglio di usare Optimizilla per togliere Kb inutili. E con Canva puoi aggiungere grafiche e banner. Ricorda che scrivere sulle foto può essere un buon modo per comunicare subito con il lettore.

Mai dimenticare: leggibilità testi online

Non puoi affrontare un blog o un sito web senza una grande attenzione per la leggibilità. Questo significa che devi essere in grado di puntare su tutto ciò che può aiutare le persone a seguire i tuoi contenuti e comprendere il significato.

Il consiglio di base: cura al massimo il primo paragrafo. Deve essere un esempio di chiarezza, un punto di partenza capace di attirare l’attenzione del pubblico.

above the fold
Tutto si concentra nella prima parte della pagina – Jakob Nielsen

La maggior parte del tempo viene investito nella sezione above the fold, quindi devi fare in modo che qui ci siano i motivi chiave per convincere le persone a proseguire. Altre regole per migliorare sensibilmente la leggibilità dei testi online:

  • Dividi il testo in paragrafi.
  • Usa liste puntate.
  • Aggiungi H2 e H3 chiari.
  • Usa i menu interni.
  • Allinea testo a bandiera.
  • Metti didascalie alle foto.
  • Usa grassetto con parsimonia.

L’aspetto più importante per la mia esperienza personale: la dimensione del testo. Anche la search console di Google segnala problemi in questo senso.

Errori di usabilità mobile.

Proprio nella sezione dedicata all’usabilità dei dispositivi mobile. Se il carattere è troppo piccolo la lettura diventa veramente complessa, soprattutto da smartphone.

Correzione testi online, sintassi e oltre

Scrivere bene vuol dire seguire le regole della punteggiatura, evitare refusi e strafalcioni, non fare errori fonologici. Devi seguire grammatica e sintassi. Per questo è necessario rileggere i testi online, fare in modo che siano piacevoli. Ciò significa:

  • Eliminare ripetizioni.
  • Correggere errori.
  • Snellire i periodi.
  • Trovare le parole giuste.

Spesso i blogger si accontentano di un correttore grammaticale di italiano online, app per trovare errori in automatico. E che magari siano in grado di suggerire la punteggiatura. Io preferisco rileggere un articolo personalmente. Magari ad alta voce.

Autorevolezza del tuo post su internet

Molta attenzione è dedicata alla credibilità del contenuto, un aspetto sottolineato anche dalle search quality evalutator guideline: un grande peso viene data alla prospettiva EAT: “level of expertise, authoritativeness, and trustworthiness”.

Un articolo non ha fonti, cita notizie senza inserire link e gonfia il testo con pubblicità di bassa caratura. Tu come lo valuti? Io male. Non sono contro AdSense ma preferisco evitare pubblicità ingannevole o comunque poco chiara.

Le caratteristiche dei testi online di qualità?

Devi dare qualcosa ai tuoi lettori ed essere sempre in grado di fare la differenza con un aspetto pratico, un consiglio, un’opinione, una riflessione personale.

Questa è la base di partenza, un aspetto che riguarda la polpa e la sostanza. Ma ci sono dei dettagli che possono fare la differenza in un contenuto di qualità?

  • Il post del blog ha una firma e una data di pubblicazione.
  • Possibilmente c’è anche il giorno dell’ultimo aggiornamento.
  • Si citano tutte le fonti usate per scrivere l’articolo.
  • Non si inseriscono informazioni o dati senza riferimenti.
  • Le immagini si mettono solo se contestualizzate.

Devi curare i dettagli che possono trasformare il post in una risorsa da condividere con gli amici sui social network, da linkare sul proprio blog e da commentare.

Per approfondire: vuoi diventare un blogger autorevole?

Tu come scrivi i migliori testi online?

Anche tu hai esperienza in questo campo? Hai combattuto più volte contro gli articoli pieni di inutilità. E li hai cacciati dal tuo feed rss, dalla tua bacheca Facebook o da Twitter. Quindi mi piacerebbe avere la tua opinione nei commenti: quali sono, secondo te, le caratteristiche della fuffa nel mondo del web copywriting?

9 COMMENTI

  1. Sono d’accordo, ogni articolo deve avere qualcosa di unico, qualcosa che spinga alla lettura anche per argomenti già visti. E cosa c’è di più unico del punto di vista dell’autore?
    Grazie per lo spunto di riflessione Riccardo!

    • Il contenuto di qualità deve sempre portare il punto di vista unico. Beh, forse sempre no. Però è una buona spinta.

    • A volte basta un link, o una semplice informazione. Un dettaglio. Post lungo non è sinonimo di qualità. Anzi, a volte la fuffa si nasconde proprio nei post più corposi.

  2. Tutti sono bravi a fare fuffa di bassa qualità, la vera arte è nel fare fuffa di alto livello! 😀
    Scherzi a parte, sono perfettamente d’accordo – e infatti ogni volta che scrivo un articolo (per me o per altri) sto sempre attento a verificare tutte le fonti

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here