Gestione del blog: 5 passaggi essenziali per un blog professionale

Come organizzare i contenuti in un blog? Quanti articoli scrivere per ottenere buoni risultati? Devo avere già qualche articolo nel blog per iniziare? Ecco cosa devi sapere per lavorare.

0

La gestione del blog è un passaggio essenziale per ottenere buoni risultati dal tuo progetto di scrittura online. Se decidi di intercettare i tuoi utenti con i contenuti giusti questa è la strada da seguire: il blog è lo strumento per fare inbound marketing.

gestione del blog
Gestione professionale del blog.

Puoi farti trovare dai clienti posizionandoti su Google e lavorando sui social, oppure puoi alimentare la newsletter. In ogni caso hai bisogno di aggiornamenti con contenuti di qualità. Sembra facile? Ecco come gestire un blog aziendale o personale.

Buona gestione del blog aziendale

Nella maggior parte dei casi il lavoro è dedicato a progetti del genere, vale a dire il corporate blog che un’impresa apre per ottenere dei risultati. Come si imposta un’opera di gestione del blog aziendale? Partendo dal presupposto che ci sono differenze rispetto a un progetto individuale.

Il blog personale può avere la libertà di scrivere e pubblicare tutto quello che vuole chiudendosi dietro alla libertà di espressione di un progetto amatoriale. Ci sono risultati o meno, non cambia molto. Perché si tratta di un passatempo. La gestione del blog aziendale, invece, pretende risultati. Che si ottengono con la giusta pianificazione.

Da leggere: esempi di blog personali di successo su WordPress

Definisci gli obiettivi degli articoli

Questo deve essere il primo punto della buona gestione del blog. Per avere risultati tangibili devi, prima di tutto, individuarli. Cosa vuoi dal tuo progetto? In linea di massima la risposta è sempre la stessa: aumentare le vendite e trovare clienti online.

Per gestire e creare un blog di successo non basta scrivere contenuti di qualità, devi fare in modo che le necessità del proprietario siano allineate con le pubblicazioni. Quindi, la prima riflessione riguarda il perché hai deciso di esserci. Ad esempio per intercettare il pubblico sui motori di ricerche. O per fare customer care service.

obiettivi smart per il blog
Gli obiettivi del tuo blog devono essere SMART.

O magari per aumentare la brand awareness. In questi casi avrai contenuti diversi e articoli differenti online. Con titoli specifici nel calendario editoriale. La regola da seguire per raccogliere i frutti: punta sul metodo SMART per i tuoi obiettivi.

Questo significa che devono essere specifici per un progetto, misurabili, raggiungibili, rilevanti per la tua attività e affrontabili nel tempo che hai a disposizione.

Gestione del blog: studia il target

Il secondo passo da seguire. Se hai bisogno di un lavoro di blogging professionale, ben fatto e puntato verso i risultati, devi affidarti a un piano editoriale che tenga presente lo studio del target. Questo significa, in primo luogo, fare keyword research.

Vale a dire analizzare le ricerche che i possibili lettori fanno e che tu devi intercettare con keyword informazionali. Vale a dire parole chiave che non portano direttamente alla vendita ma consentono di portare visite utili per far conoscere il tuo brand a un pubblico interessato. Da qui può partire il funnel di inbound marketing.

inbound marketing funnel
La customer journey dell’utente.

La gestione del blog aziendale si occupa anche di questo: individuare i flussi di traffico per portare pubblico utile verso le landing page pensate per convertire.

Si tratta di un lavoro da fare insieme a un SEO specialist, ma di sicuro c’è bisogno della competenza di un blogger con capacità organizzative nel piano editoriale.

Calendario editoriale degli articoli

Per molti gestire un blog di cucina, di viaggio o qualsiasi altro argomento significa proprio questo: organizzare un documento con le headline da affrontare. In realtà non è così, c’è molto altro da fare. Però la gestione del blog passa anche da:

  • Organizzazione del file (Excel, PDF o altro).
  • Definizione dei titoli per gli aggiornamenti.
  • Allineamento con i tempi di pubblicazione.
  • Ritmo della scrittura e degli articoli.

Qui devi rispondere a una serie di domande. Ad esempio? Quanti articoli pubblicare a settimana, quali argomenti scegliere per i post, come sfruttare le date e i temi.

Questo è utile soprattutto in determinate occasioni. Qui c’è la strategia da mettere in campo e per farlo hai bisogno di un template per calendario editoriale affidabile. Uno strumento ben fatto è il primo passo per aggiornare il blog con costanza.

La gestione del blog su WordPress

Creare un piano editoriale per il blog: cosa significa? Non solo scegliere gli argomenti e i temi degli articoli, hai bisogno anche di una gestione tecnica della piattaforma.

  • Aggiornamento del CMS.
  • Moderazione dei commenti.
  • Installare e togliere plugin.
  • Aggiornare estensioni e temi.
  • Soluzione di problemi tecnici.
  • Ottimizzazione delle risorse.

La gestione del blog aziendale o personale ha bisogno anche di attenzioni che vanno oltre il buon funzionamento. Ad esempio bisogna fare di più per migliorare la velocità del blog WordPress, ottimizzare il sito per il mobile, aggiornare il dominio e scegliere l’hosting per il blog adatto alle tue esigenze (io scelgo Serverplan.)

Da leggere: come aprire blog su Instagram

Come gestire un blog professionale

Con puntualità e professionalità, individuando obiettivi concreti da raggiungere. Come scrivere un articolo del blog se non hai presente il target di riferimento e il risultato utile per l’azienda? Queste sono domande utili per iniziare un lavoro degno di nota.

Tu come gestisci il tuo blog? Sei d’accordo con la mia lista? Lascia i tuoi consigli nei commenti e aiutami a migliorare questa guida per aggiornare e gestire il blog.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here