Come inserire, migliorare e ottimizzare lo snippet di Google

Creare un'anteprima della pagina web nei motori di ricerca come Google è fondamentale per aumentare le visite del sito e del blog. Ma quali sono i passi fondamentali per lavorare bene?

0

Lo snippet di Google è il singolo risultato che appare nella pagina di questo motore di ricerca. Questo ritaglio racchiude tutte le informazioni per decidere se visitare o meno il link. La sua ottimizzazione riguarda l’ottimizzazione SEM, non solo SEO.

snippet di Google
Come presentarsi al meglio online.

Infatti gli snippet appaiono anche nelle pubblicità di Google ADS (ex AdWords) e caratterizzano anche altri motori di ricerca come Yahoo!, Bing e altro ancora. Ma è chiaro che l’importanza va soprattutto al lavoro di SEO on page. Da dove iniziare?

Cos’è uno snippet di Google: definizione

Si tratta di una porzione di testo (letterale traduzione dall’inglese: frammento, ritaglio) che appare nei risultati del motore di ricerca. Nella serp si trovano, in linea di massima, 10 snippet organizzati in linea verticale in base alla rilevanza.

Il primo risultato è il più pertinente per quella ricerca, il secondo un po’ meno e così via. L’organizzazione degli snippet nella pagina di Google, e di tutti i motori, influenza di molto la visibilità che hai su internet.

Ma non solo, l’attività di un esperto SEO riguarda due grandi attività: conquistare la prima posizione per una query rilevante e ottimizzare lo snippet di Google. Perché essere in cima alla serp è utile per portare visite profilate sul sito o del blog.

ctr Google primo snippet
La prima posizione è decisiva.

Anzi, come puoi vedere da la grafica di linksmanagement.com che riporta uno studio sul CTR di Google è fondamentale. Ma non basta. L’obiettivo finale è aumentare le visite del sito portando persone utili al tuo scopo. Anche con lo snippet.

Da leggere: come scegliere le keyword del sito

Quali sono gli elementi dello snippet?

Domanda: da quanti elementi è composto uno snippet di Google, un risultato del motore di ricerca più famoso del web? Molto dipende dal tipo di ricerca e dalle caratteristiche della pagina, ma in linea di massima una home page è composta da:

  • Tag title.
  • URL.
  • Meta description.

Vale a dire titolo principale, indirizzo con dominio, descrizione della pagina. Il primo elemento introduce, il secondo dà un’informazione sulla provenienze generica, il terzo approfondisce e dà informazioni extra per convincere l’utente.

esempio Snippet Google
Esempio Snippet di Google.

In una home page puoi osservare i sitelink, a volte si ritrovano anche nelle singole pagine in forma compatta se ci sono le ancore dei menu interni di navigazione.

Caratteristiche di UX dei vari elementi

Il titolo dello snippet è di colore blu, diventa viola una volta cliccato. L’URL è verde e nella versione mobile si trova sopra al tag title insieme alla favicon, la meta description mette in grassetto le parole chiave che si trovano nella query dell’utente.

Diversi esempi di risultati di ricerca online

Per chiarire le possibilità offerte da Google nella creazione degli snippet puoi dare uno sguardo a questa breve gallery con diversi esempi dedicati alle situazioni comuni.

google snippet forum
Un forum con le risposte nello snippet.
notizie sella serp
Snippet con notizie in evidenza.
eventi nella serp
I rich snippet per gli eventi.
risultato su Google
Risultati in serp con dati in evidenza.
ricette su google
Rich snippet delle ricette.

Chiaramente le alternative sono tante, questo è un assaggio delle combinazioni che puoi trovare nella serp. Ma vediamo come ottimizzare lo snippet di Google.

Come modificare il tuo snippet su Google

Per ottimizzare lo snippet di Google devi prima prendere coscienza di come si modificano tag title, meta description e i vari elementi che compongono questo elemento. Mentre l’URL si decide in fase di pubblicazione, titolo e descrizione si trovano nella sezione Head del codice. Un esempio del codice HTML in pagina:

<!DOCTYPE html>
<html>
  <head>
    <meta charset="utf-8">
    <meta name="Description" CONTENT="Questa è la meta description">
    <title>Questo è il tag title</title>
  </head>
 

Ci sarebbero altri elementi ma per ora ci interessano questi. Come cambiare il titolo che si vede nelle ricerche di Google? E la meta description? La soluzione principale, più semplice e immediata, è quella di usare un plugin che interviene su queste voci. Con WordPress puoi scegliere All In One SEO Pack o WordPress SEO By Yoast.

Come inserire le parole chiave in WordPress? Anche in questo modo, aggiungendo le keyword nel tag title, nell’URL e nella meta description. Nei primi due casi fai un’attività utile ai fini SEO, nel secondo un’operazione per migliorare la comunicazione con il lettore: la meta description non viene usata ai fini del ranking.

Usa WordPress SEO By Yoast per modificare

In questo video puoi notare la procedura per inserire la meta description e per modificare quella che hai inserito. Lo stesso vale per il tag title. Dopo aver installato il plugin in ogni pagina trovi una maschera con una serie di campi.

Modifica il tuo snippet, guida video.

Sono quelli che ti consentono di modificare gli spazi proposti dello snippet. In questo modo puoi cambiare descrizione del sito su Google con WordPress. Ma lo stesso discorso vale anche per altri tipi di CMS come Joomla, Prestashop e Magento.

Come ottimizzare snippet con WordPress

Ricorda questo: lo snippet su Google è il primo fronte comunicativo con l’utente. Quindi il tuo obiettivo è far capire cosa si trova dall’altro alto. Non ci sono trucchi e magie per ottimizzare lo snippet di Google. Pensa solo a dare informazioni utili.

E ricorda che la search console può essere una mano santa per ottimizzare lo snippet. Nell’analisi delle ricerche hai la relazione tra impressioni e click reali: se ci sono tante visualizzazioni del risultato ma poche visite vuol dire, forse, che c’è qualcosa da ottimizzare.

Aggiungi una favicon al sito web

Sul mobile questo punto è utile: la ricerca mostra l’immagine che rappresenta il tuo brand prima dell’URL. Rafforza la reputazione online del tuo risultato e mostra il logo in modo da renderti subito riconoscibile in una serp sempre più competitiva.

Lunghezza di tag title e meta description

Il primo consiglio per chi ha bisogno di una guida all’ottimizzazione degli snippet è il numero di lettere da inserire nei vari campi che compongono questo spazio.

Questo in linea di massima perché Google non misura il numero delle parole o delle lettere ma i pixel. In ogni caso se è troppo lungo il testo viene troncato.

Devi essere chiaro e diretto, evita eccesso di keyword senza dimenticare però che il tag title è importante ai fini SEO. Quindi conviene suggerire in questo testo il topic.

Tag title e meta description per ogni pagina

Se non inserisci un tag title e una meta description sarà compito di Google ovviare al problema ma lo farà a modo suo. Quindi assicurati (magari con Screaming Frog) che tutte le pagine abbiano questi testi, e che siano unici. Non duplicati.

URL breve e diretto, comunicativo

Nello snippet appare l’indirizzo della pagina. Per creare un URL SEO friendly assicurati di usare parole semplici nel permalink, evitare keyword superflue e aggiungere i microdati per creare i breadcrumb. In questo modo nella serp le varie directory saranno concatenate e definite da parole utili all’utente per avere informazioni.

Featured Snippet: cos’è il risultato zero?

Avrai notato sicuramente che alcuni link vengono premiati con il risultato zero, uno snippet che conquista posizione principale e superiore anche al primo slot.

Esempio di featured snippet.

Questo avviene quando il motore di ricerca ritiene particolarmente utile un contributo per rispondere a un’esigenza. Come ottenere il featured snippet?

Google non ha dato informazioni chiare ma alcuni test hanno rilevato che per avere più possibilità, oltre a fare una ricerca per capire dove ci sono occasioni, puoi usare nel testo tabelle e liste puntate, moto comuni tra i featured snippet.

featured snippet google

Puoi dare definizioni usando un linguaggio diretto. Sfrutta le frasi brevi: come suggerisce il grafico, nella maggior parte dei casi i periodi sono di 40/50 parole.

Perché Google modifica i title nella serp?

A volte può capitare che Google ignori le indicazioni lasciate nei campi utili per variare lo snippet e inserisca un testo diverso. Questo avviene perché non c’è una regola che indica l’obbligo da perte del motore di ricerca di seguire le tue indicazioni.

esempio titolo cambiato snippet
Titolo originale: headline che funzionano, modelli per attirare l’attenzione

Se, ad esempio, il risultato è utile alle persone che cercano una determinata parola chiave il motore di ricerca può modificare il titolo per essere più attinente alla ricerca fatta. Lo stesso discorso vale per la meta description, può essere cambiata.

Schema.org: come creare i rich snippet

Un grande capitolo dell’ottimizzazione dello snippet di Google riguarda l’aggiunta dei microdati di Schema.org per avere i risultati arricchiti nella serp con informazioni extra. Parlo dei rich snippet, informazioni che dovrebbero aiutare l’utente.

Recensione del plugin per i rich snippet.

Le soluzioni in questo caso sono infinite, ci sono dati strutturati per ogni esigenza. Il mio consiglio per chi vuole creare i rich snippet (and esempio vuole mettere le stelline del rating) è quello di usare un plugin specifico come All In One Rich Snippet.

Snippet Google: hai già ottimizzato tutto?

C’è ancora del lavoro da fare ma è normale che sia così: non puoi avere tutto sotto controllo. L’importante è verificare la presenza e assenza dei campi principali, evitare stringhe troppo lunghe e avere sotto controllo un punto essenziale.

Parlo della comunicazione con l’utente. Definisci come obiettivo la migliore relazione possibile con chi legge. Sei d’accordo? Secondo te è questa la strada per ottimizzare lo snippet di Google? Ti aspetto nei commenti per affrontare l’argomento.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here