Inizia a scrivere per informare con la guida per blogger e giornalisti

Questo è il titolo del nuovo libro, scritto insieme a Cristina Maccarrone per Flacowski, dedicato al mondo della scrittura online. In questo caso, però, l'attenzione è per due grandi settori.

Scrivere per informare è il titolo del libro che ho scritto con l’aiuto editoriale di Flacowski, insieme a Cristina Maccarrone, per raggiungere un obiettivo: migliorare il mondo della comunicazione scritta di blogger e giornalisti. In che modo?

Scrivere per informare
Iniziamo a scrivere per comunicare bene.

Chi lavora nel giornalismo può insegnare molto al blogger, e Cristina ha lavorato in modo da trasmettere le sue conoscenze in questo campo. Io ho fatto il contrario: ho messo a disposizione dei giornalisti le idee per sfruttare la scrittura online.

Quell’attività di web writing con la quale un blogger lavora. Questo è un libro doppio, racchiude due mondi. Vuoi un assaggio di quello che troverai nella mia parte?

Focalizzarsi su cosa vogliono le persone

Iniziare a scrivere un articolo senza conoscere le esigenze del pubblico può essere un problema. Questo è un passaggio che vale per qualsiasi articolo e ogni comunicazione del tuo giornale online. Pensa, anche una news dell’ultima ora deve rispettare il volere del lettore.

Ecco perché ho pensato di affrontare con attenzione questo tema: quali ricerche fare prima di scrivere un articolo? E come evitare una semplice copia della versione cartacea? O peggio ancora di un comunicato stampa? In questa fase affronto il lavoro di SEO copywriting di base.

Tutto questo è stato migliorato dal giusto uso di tool come Ubersuggest e Answer The Public. Senza dimenticare il prezioso contributo di Google Trends che aiuta molto la creazione e l’ottimizzazione del calendario editoriale di un quotidiano online.

Rispettare i consigli della SEO on-page

Ci sono poche regole da osservare. Non esiste la scrittura per i motori di ricerca ma puoi puntare su una serie di elementi della SEO on-page che possono fare la differenza. E che spesso vengono ignorati su alcuni progetti di editoria online.

scrivere per comunicare
Le copertine del libro (sì, ne ha due).

Parlo di meta tag Google che quando vengono curati danno benefici su tutti i fronti, per le persone e i motori di ricerca. Senza dimenticare il lavoro sull’ottimizzazione SEO delle immagini e degli heading. Il tutto condito con gli strumenti giusti.

Scrivere per informare con la leggibilità

Grassetto, corsivo, liste puntate, titoli e didascalie. Ogni elemento della pagina web deve essere pensato per comunicare e informare. Ma non si può fare se alla base non c’è una buona organizzazione dei testi. Questo significa prendersi curare dei dettagli. E di tutti gli elementi che compongono il concetto di leggibilità.

Imparare a condividere e valorizzare

C’è spazio anche per questo: hai pubblicato l’articolo, come puoi migliorare il risultato dopo la messa online? C’è la possibilità, ad esempio, di condividere sui social.

Ma non solo, c’è qualcosa in più: anche la newsletter fa la differenza, senza dimenticare il canale Telegram. Il giornalista può diventare blogger e curare la propria reputazione online condividendo al meglio il proprio lavoro.

Da leggere: come scrivere un articolo di giornale

Tu vuoi scrivere o scrivere per informare?

Questa è la mia idea: c’è una differenza netta tra chi crea articoli per chiudere un compito e una persona che ci mette quella cura in più che fa la differenza.

Scrivere per il web è un lavoro che pretende attenzioni. E questo deve essere chiaro a chi lavora con la comunicazione. Qui c’è il mio pensiero, buona lettura.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here