Come individuare nicchie che monetizzano in 3 passaggi

La ricerca delle nicchie redditizie è, da sempre, uno degli obiettivi dei blogger che vogliono usare i contenuti per monetizzare e guadagnare online. Ma come si trovano questi settori?

Trovare nicchie profittevoli (argomenti con poco traffico ma tanto interesse in termini economici) sul web vuol dire individuare un mercato ristretto, facile da conquistare e capace di dare grandi vantaggi quando cerchi di aumentare le entrate.

come trovare nicchie profittevoli
Come segmentare il mercato?

Per riuscire a guadagnare sul web seriamente devi trovare la giusta nicchia per il tuo business online, altrimenti rischi di produrre contenuti a caso. O, peggio ancora, di sbattere il muso contro i colossi del web come Amazon. Sono invincibili.

Ma come si trova una nicchia di prodotti da vendere o pubblicizzare? Come fatturare di più? Ecco un processo intuitivo, basato su 3 passaggi, per un blog di nicchia.

Scegli un argomento vasto e interessante

Il primo passaggio per scoprire una nicchia profittevole, ovvero un argomento poco congestionato ma altamente seguito da una community disposta a spendere, è lo studio di un argomento di partenza molto vasto.

Non puoi trovare una nicchia profittevole da un argomento che ha già un interesse ridotto, meglio iniziare da un topic vasto. Come si procede? C’è bisogno di un SEO tool in grado di lavorare in modo da analizzare una keyword, anche se a me piace iniziare tutto con Google Suggest.

Come valuto l’argomento da affrontare nella nicchia

In pratica vado su Google, scrivo la parola chiave che rappresenta il tema che mi interessa e osservo i risultati suggeriti. La presenza di un buon numero di risultati correlati può aiutare a scoprire eventuali mercati vantaggiosi che mi appassionino

Come valuto l'argomento da affrontare nella nicchia
Inizia a segmentare il tuo mercato di nicchia.

E che attivino il mio interesse. Il punto di partenza per trovare nicchie profittevoli è individuare la possibilità di curare i contenuti nel tempo evitando temi specifici e nicchie troppo piccole. Come filtrare questi risultati? Continua a leggere la guida.

Da leggere: come creare un blog di nicchia

Individua un tema minore ma significativo

Una volta ottenuta una lista di argomenti collegati a un topic di ampio respiro (ma che hai evitato per non scontrarti inutilmente con i top player) devi estrapolare in modo sistematico una lista di argomenti collegati al tema più ampio.

Ma che si riferiscano ad aspetti particolari, molto specifici. Google Suggest ti aiuta sempre ma puoi usare anche Answer The Public o Semrush. In che modo procedere?

Scopri e organizza trovare nicchie profittevoli

Così hai parole chiave con basso volume di traffico e un potenziale di redditività alto. Poi organizza il tutto con le mappe mentali. Io uso Coggle e mi trovo benissimo.

Individua un tema minore ma significativo
Organizzazione dei topic per scoprire la nicchia.

Il processo, partendo dal generale al particolare, ti consente di sviscerare ogni aspetto del tema e di organizzare il topic da monetizzare in modo schematico.

Valuta CPC e la verticalità di questo tema

Trovare una nicchia di mercato segmentato, già pronto per essere affrontato dai tuoi contenuti, non è facile. Dopo aver organizzato con una mappa mentale i vari aspetti del tema principale li puoi valutare con un tool professionale. Io preferisco Semrush.

Come trovare nicchie profittevoli?

Inserisci la keyword a coda lunga che hai trovato e valuta volume di ricerca, CPC, concorrenza della keyword. Come deve essere una nicchia di mercato altamente profittevole? Ecco tre parametri di base che devi sempre valutare:

  • Alto CPC.
  • Basso volume.
  • Bassa concorrenza.

Questo non può esistere in una realtà utile al tuo scopo, ci sarà sempre della concorrenza da affrontare. Guarda l’esempio in basso, ecco una classica analisi.

KeywordVolumeCPCComp.
programma per inviare newsletter gratis106,311,00
programma per invio newsletter105,180,95
programma invio newsletter104,820,80

I programmi per inviare newsletter gratis hanno una concorrenza molto elevata ma il CPC è più alto. Ciò significa che le persone investono molto in termini di pubblicità.

Perché, forse, riescono a trasformare i contatti in lead. Tutto questo può essere sfruttato dal tuo programma di content marketing? Passa al prossimo step.

Libro da leggere: Strategia oceano blu, vincere senza competere

Ora devi scrivere contenuti utili sul blog

Ho spiegato come scegliere gli argomenti di nicchia per il blog. Adesso devi scrivere online. Ed essere presente con un buon ritmo di pubblicazione.

La riflessione sulla verticalità del tema è importante perché ti consente di evitare colli di bottiglia. E di ritrovarti senza articoli per il calendario editoriale.

Una nicchia profittevole deve consentirti di evitare lo scontro con grandi player e competitor sulle keyword più interessanti in termini di volume, ma deve essere anche abbastanza ampia da consentirti di sviluppare un tema per farti largo.

Come affrontare le trovare nicchie profittevoli

Ti lascio un bel template per organizzare il tuo calendario editoriale e studiare come affrontare l’argomento di nicchia. Nel frattempo mi lasci le tue domande e le osservazioni su questo tema? Hai problemi a trovare la tua nicchia segmentata?

2 COMMENTI

  1. Ciao, Riccardo, senti… Ma il (Volume) non rappresentava il traffico mensile che raggiunge quella determinata parola chiave dai click attivati dagli utenti? Scegliere una parola chiave di basso volume, è come se scrivessimo per 10 persone al mese, come minimo. La concorrenza è una cosa, ma non il traffico mensile che riesce a coprire quella keyword. Sto sbagliando qualcosa? Sono d’accordo con la bassa ferequenza Comp e alta percentuale (CPC). Tu che dici? Magari c’è qualcosa che mi è sfuggito. Sono tutto orecchie…

    • Non è esattamente così perché non devi ragionare per singola parola chiave. Magari intercetti 20 varianti della stessa parola chiave che hanno bassissimo volume, am insieme fanno una buona mole di traffico. Poi pensa questo: e se quelle 10 persone fossero clienti che nessuno ha mai valorizzato?

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here