10 pilastri per scrivere un testo chiaro sul web

La semplicità è tutto nella buona arte del web writing e del copy. Ma basta questo per scrivere testi sempre chiari e facili per tutti? Ci sono delle regole sempre utili da conoscere.

Capire come scrivere un testo chiaro è sempre importante per chi vuole affrontare il tema del web writing. Il motivo è semplice: così tutti capiscono chi sei, cosa vuoi comunicare, qual è il tuo punto di forza. Solo così puoi raggiungere i tuoi risultati.

come scrivere un testo chiaro
I contenuti di qualità sono anche chiari.

Devi sempre puntare sulla chiarezza quando pubblichi un contenuto di valore sul web. Sai cosa succede se non lo fai? Nessuno ti legge, i tuoi sforzi cadono nel vuoto.

E soprattutto incassi zero conversioni. Quali sono i principi da rispettare per evitare tutto questo? Ecco come scrivere un testo chiaro e facile da leggere per tutti.

Organizza bene il testo

Il primo punto necessario per semplificare il testo: organizzare in contenuti in modo logico.

Rispettando, in primo luogo, la piramide rovesciata dei contenuti che suggerisce di mettere in primo piano i passaggi più importanti per chi legge.

Poi aggiungi lo sviluppo dei contenuti necessari al tema e infine i dettagli, i link di approfondimento e ciò che non è strettamente indispensabile.

Assicurati, inoltre, di creare una struttura dell’articolo seguendo un percorso logico e chiaro, procedendo dalle informazioni principali a quelle secondarie. In questo caso è fondamentale usare con estrema cura gli heading, vale a dire i vari H2 e H3 che compongono la struttura del tuo articolo. A cosa serve tutto ciò?

gerarchia header

Questi elementi consentono di organizzare, agli occhi dell’utente e di Google, il contenuto in blocchi di significato. Usa header in modo da rispettare la gerarchia e usa titoli della pagina in grado di far capire all’utente cosa sta per leggere.

Da leggere: impara a scrivere con il coltello

Preferisci periodi brevi

Se vuoi dare semplicità ai tuoi testi devi preferire la brevità. Non solo delle parole, anche i periodi devono seguire questa linea che impone una maggior leggibilità.

Abbondare con gli incisi non è il massimo, soprattutto se dividono il soggetto dal verbo. Lo stesso si può dire dei periodi talmente lunghi che fanno perdere il filo del discorso. La punteggiatura è importante, non aver paura di usare il punto fermo.

Inoltre bisogna eliminare, quando possibile, parentesi e testi inclusi nei trattini. Ma anche punti esclamativi e sospensivi. Insomma, tutto quello che non serve.

Taglia avverbi e aggettivi

Sempre in un’ottica di economia, conviene fare attenzione ad aggettivi e avverbi. Vale a dire elementi che spesso aiutano argomentazioni prive di contenuto. Show, don’t tell: mostra quello che vuoi descrivere, non limitarti a usare parole vuote.

Formatta il contenuto

Come scrivere un testo chiaro e alleggerire un post? Presentandolo nel modo migliore, esaltando le sue forme. La formattazione consente di creare una pagina web facile da digerire, per puntare sulla leggibilità puoi puntare su scelte semplici:

  • Grassetto ben messo.
  • Liste puntate.
  • Paragrafi brevi.
  • Heading descrittivi.
  • Anchor text informativi.

Non abbondare con il grassetto, usalo solo su poche parole ed evita il corsivo a caso. Dividi il muro di parole in paragrafi brevi e significativi, un concetto per ogni blocco, e sfrutta le liste puntate/numerate per dare chiarezza al contenuto.

scegli parole semplici
La chiarezza dell’anchor text (Steve Krug).

Un dettaglio importante: usa achor text in grado di suggerire all’utente cosa sta per raggiungere nel momento in cui clicca su un link. Evita, quindi, testi troppo generici.

Evita linguaggi settoriali

Il burocratese è solo uno dei tanti intoppi che possono frenare la buona lettura. Ma non è l’unico, ci sono decine di lingue parallele che complicano la vita dell’utente.

Il linguaggio medico, ad esempio, è sempre difficile da decifrare per non parlare di quello legale. Se non necessario, elimina ogni traccia di questi codici estirpando anche sigle, acronimi e latinismi. Limitando anche i termini in lingua inglese.

Investi tutto sui verbi

Il verbo è dinamico, il sostantivo ti incolla al pavimento. Io definisco un problema ma non mi occupo della definizione di una problematica. Tutto diventa più difficile, oscuro. Come scrivere un testo chiaro? Te lo dico subito: investi sui verbi, sull’azione.

Togli il testo superfluo

Quello che non serve può andare via. Questa è una regola della scrittura semplice che nessuno può contestare. Sai cosa suggerisce Jakob Nielsen rispetto alla capacità di lettura del pubblico online? Ecco la sintesi: “On the average Web page, users have time to read at most 28% of the words during an average visit; 20% is more likely”.

Come scrivere un testo chiaro

La curva in picchiata di questo grafico fa capire che all’aumentare delle parole di un testo diminuisce la percentuale di parole che le persone sono disposte a leggere.

Dopo quota 200 siamo al 40% e a 600 raggiungiamo il 20% circa. Quanto deve essere lungo un articolo? Questi numeri non suggeriscono di scrivere poco, ma il giusto. Elimina il superfluo dai tuoi contenuti di qualità, non allungare il brodo.

Punta su forma attiva

C’è un soggetto che svolge un’azione. Questa è la forma attiva ed è sicuramente un inno alla chiarezza del web writing, della scrittura in generale. Quando un soggetto subisce l’azione si tratta di forma passiva, ed è chiaramente corretta.

Ma è meno facile da affrontare. Soprattutto se si affrontano testi lunghi e particolarmente contorti. Lo stesso discorso vale per le frasi affermative rispetto alle negative.

Scegli parole semplici

Questo è uno dei punti chiave per scrivere un testo chiaro. La scelta del vocabolario impone il registro al tuo contenuto: se lo vuoi rendere comprensibile a tutti devi puntare verso parole di uso comune. Ciò non significa ignorare la complessità della lingua italiana. Bisogna solo usare l’alternativa più semplice.

  • Meditabondo » Pensieroso.
  • Minuzia » Dettaglio.
  • Nerboruto » Forte.

Chiaramente il contesto impone delle scelte: se devo scrivere una guida per un pubblico di specialisti ho il dovere di regolare il testo intorno alle conoscenze medie del mio pubblico. La semplicità delle parole riguarda sempre lo studio del target: scrivi tenendo sempre ben presente chi dovrà leggere il contenuto.

Da leggere: parole che appesantiscono la scrittura

Sfrutta visual e link

Immagini e video devono avere un ruolo nel testo. Ovvero, chiariscono concetti difficili da definire senza un supporto grafico o animato. Mille parole diventano inutili se c’è un video come supporto, e questo lo sa bene chi scrive ricette.

E chi descrive i dati di una statistica? Senza grafici diventa impossibile fare un buon lavoro. Lo stesso discorso si allarga ai link di approfondimento.

Inserire un collegamento ipertestuale come fonte o approfondimento permette all’autore di non appesantire il testo con informazioni sì coerenti ma che potrebbero portare fuori tema. O addirittura appesantire il testo.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here