Scrivere bene vuol dire amare

Ecco qual è il significato di quest'attività. Vuoi sapere anche tu cosa significa scrivere be? La sintesi è chiara: devi amare tanto. Ma cosa? C'è un mondo da scoprire in questo articolo.

Oggi voglio dedicare spazio al segreto ultimo della buona scrittura online. Cosa significa scrivere bene? Vuol dire amare. Lo metto in grassetto, nero su bianco.

cosa significa scrivere bene?
La passione per la buona scrittura.

E lo ripeto: scrivere bene vuol dire amare. Ma amare cosa? Il punto è questo: non devi provare un sentimento forte verso cose e persone senza una linea definita.

Devi dirigere le tue forze verso un obiettivo. La differenza tra chi scrive per mestiere e chi scrive bene (spesso non coincidono) è l’amore per la creazione.

Una bella intervista sulla scrittura

Ho letto questa bella intervista a Ann Handley, autrice del libro Everybody Writes.

You have to love creating content – would you create content even if it you didn’t get paid to do so? I also think that a curiosity about people and how the world works is key. And then, a love for teaching and sharing what you find with others“.

Devi amare quello che fai. Oggi molte persone mi chiedono come scrivere bene. Da oggi io rispondo così: devi amare il tuo lavoro. E lo devi fare sempre, lavorando bene sul concetto di contenuto e non solo di scrittura.

Da leggere: come scrivere i contenuti per un sito web

Ma cosa significa scrivere bene?

Scrivere bene in italiano vuol dire conoscere le regole. Ma vuol dire anche provare un sentimento di amore per chi sta leggendo. Questo sentimento ti porta a trasformare un testo incomprensibile (ma corretto) in qualcosa di semplice da fruire.

La sintassi diventa ritmo musicale. Tutti ti dicono che devi migliorare la leggibilità dei testi. Ma è l’amore per il prossimo che ti permette di eliminare il superfluo, è questo sentimento che ti spinge a lavorare il doppio per semplificare un testo.

scrivere bene

Le regole per scrivere bene le puoi trovare ovunque. Basta studiare. Ma è nel rapporto con l’altro che si trova la chiave di volta: quando scrivi non elenchi il menu di Capodanno ma crei un’interazione, un rapporto. E i rapporti sono decisivi.

Soprattutto quelli con il destinatario. Devi amare la scrittura. Devi amare la sensazione che si prova a mettere nero su bianco la propria opinione, il pensiero. Devi amare l’atto creativo in tutte le sue forme. Pensa a un contenuto online.

Non è solo testo. E un blogger non è solo uno scrittore. Deve scegliere l’immagine migliore, individuare i link utili per chi legge, formattare con cura certosina.

Mai rinunciare al tuo stile

Segui il tuo stile, non rinunciare alla tua personalità di blogger, ma allo stesso tempo devi coccolare il tuo pubblico. Perché piacere a tutti vuol dire rischiare la mediocrità.

Questo non vuol dire che devi cacciare dal blog chi non corrisponde al tuo lettore ideale! Ma non puoi accontentare tutti, e questo vale per la scrittura e per le idee.

Mai perdere personalità.

Cosa deve pensare il lettore di un blogger che, pur di piacere a tutti, cambia ogni giorno opinione e idea? Nella tua scrittura non deve mai mancare la personalità.

La tua idea deve essere chiara, evidente. E la scrittura deve rimarcare il tuo stile: piacerà o non piacerà, ma sarà il tuo. Non passerà inosservato e sarà riconoscibile: questo è il punto più importante. Devi tutelare la tua identità.

E quando fai blogging per lavoro?

Le esigenze sono diverse e devi sempre aderire alle necessità del cliente, del suo target, del suo blog. In alcuni casi ti lasciano carta bianca e puoi seguire la tua natura di scrittore, a volte devi modificare il tuo stile e seguire le direttive.

Fa parte del tuo essere professionista e umile da capire che il tuo stile non può essere buono per ogni stagione. Ma chi legge il tuo blog sa bene cosa fai e come lo fai.

Da leggere: non riesco a scrivere bene

La mia esperienza con la scrittura

I contenuti pubblicati senza voglia, solo perché qualcuno ti ha detto che Google ama articoli freschi, hanno vita breve. E li riconosci subito: smunti, smorti, senza brio, senza personalità. Elencano, enumerano, passano a volo d’uccello sull’argomento.

scrivere bene in italiano
Una definizione della Handley.

Mentre un articolo scritto con amore punta il dito. Un articolo scritto con amore è rilevante. Vedi, un post confezionato con attenzione lo riconosci dai dettagli.

Scrivere bene è un gioco da ragazzi – almeno così dicono: la vera sfida è pubblicare un contenuto capace di mostrarsi come atto d’amore nei confronti di chi legge. Il web è pieno di contenuti, e questo è il modo migliore per fare la differenza.

Le persone riconoscono un articolo scritto con passione, premiano il tempo investito nel cercare dati, video, foto, link e le fonti per avere un contenuto di qualità.

La tua opinione su come scrivere

Scrivere bene per il web vuol dire amare. E mostrare un legame verso un’attività che mira a raggiungere l’altro e a comunicare nel miglior modo possibile. Ora tocca a te: cosa vuol dire per te scrivere bene? Si tratta solo di esercizio?

16 COMMENTI

  1. Il tuo interesse per la relazione con chi ti legge è ben palpabile in quello che scrivi. C’è una qualità umana che va oltre la mera utilità del post.
    Tant’è che a me, blogging e web marketing non interessano molto, almeno al momento, però ti leggo sempre con piacere, anche se non commento mai.
    Per rispondere alla tua domanda, per me scrivere è creare un ponte, una relazione, fra chi scrive e chi legge. È un tipo di relazione che, nell’istante della lettura, annulla tempo e spazio fra scrittore e lettore. Non so spiegarlo meglio. Inoltre, non credo che mi riesca tanto bene, ma questa è un’altra storia. L’intento rimane quello.

    Grazie per gli ottimi post. Buona giornata!

    • Ciao Matteo,

      Ti sei spiegato come una vela al vento. Per me hai colto il senso: annullare le distanze. Non c’è differenza tra chi scrive e chi legge.

      Ecco, spero di leggere ancora i tuoi commenti su My Social Web.

  2. Non posso essere più d’accordo! Scrivo per lavoro e mi rendo conto che gli articoli che mi vengono meglio sono quelli scritti con il cuore, non pensando al redattore di turno che li leggerà (inciampo frequente!), ma al lettore, a migliorare la sua vita e la sua visione del mondo, con umiltà ed empatia, senza essere saccente. E questa cosa l’ho trovata anche nel tuo libro Fare Blogging: è scritto con amore.

    • Con estremo ritardo: grazie, sei molto gentile. Spero che il mio libro possa darti mille occasioni per migliorare il tuo lavoro.

  3. Da utente concordo decisamente che gli articoli più interessanti, magari salvati e riletti a distanza di tempo, siano quelli scritti con l’intento di comunicare una reale passione (=amore). Da blogger invece provo a scrivere i post che vorrei leggere.

      • Si, quando scrivo mi chiedo: questo contenuto è utile/interessante/divertente? Qualcuno ne ha già scritto? Se sì il mio post aggiunge qualcosa di nuovo? Se tutte le risposte sono affermative pubblico il post altrimenti provo a riscriverlo fino a quando non mi soddisfa

  4. Ciao Riccardo, per me scrivere bene è un sorta di miscela tra gli ingredienti tecnici e quindi grammatica, punteggiatura, paragrafi e spazi e quelli emozionali. Quando scrivo qualcosa veramente bene lo sento perché generalmente le righe migliori le produco sempre su argomenti che mi stimolano e mi entusiasmano a mille.

  5. Anche se in ritardo voglio lasciare il mio contributo a questo post straordinario.

    Mi è capitato pochi giorni fa di leggere una citazione di Luisa Carrada “Per me un testo naturale è una voce che ci parla”. Queste poche parole sintetizzano quello che per me significa amare la scrittura: dare a ogni singola parola la nostra voce.
    Se riusciamo a farla sentire ai nostri lettori, lui avvertirà il nostro amore, proprio come è successo a me leggendo questo tuo articolo.

    Ma questo già lo sai 😉

  6. E quando hai scritto il tuo testo, sempre con amore, se poi deve essere tradotto (com’e’ il caso con tanti tipi di testo, es. web copy per aziende turistiche), allora per carita’ rivolgiti ad un traduttore-copywriter (esistiamo!) che metta l’amore anche lui/lei per riscrivere il tuo testo nella sua lingua.
    Altrimenti il tuo amore andra’ sprecato. Che brutto.

  7. L’amore ha tante sfumature. Una di queste è l’attenzione. Scrivere in inglese presupponendo che coloro che leggono conoscano questa lingua e quindi comprendano il messaggio, denota mancanza di attenzione…

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here