9 errori da evitare quando pubblichi un guest post

Quali sono i danni provocati da una gestione superficiale dei guest post? Qui trovi una serie di indicazioni e consigli utili per evitare di danneggiare il tuo lavoro di content marketing.

Bello scrivere guest post! Non devi fare altro che entrare nel pannello di un blogger e pubblicare. Ma devi anche glissare i principali errori di un guest post efficace.

errori guest post
Meglio evitare questi errori.

Devi evitare i passi falsi che mettono a rischio la credibilità. La tua e quella del tuo blog. Quando ti trovi davanti allo schermo per lavorare al prossimo articolo devi essere impeccabile. Da dove inizia il tuo guest post? Ecco gli errori più importanti.

Non scrivere al blogger per informazioni

Sei bravissimo e vuoi occuparti tu di ogni dettaglio? Bene, ma quel guest post che hai appena inviato ha bisogno di una revisione, un ritocco alla forma o un approfondimento dell’argomento chiave.

Insomma, non è detto che un articolo inviato è già pronto per essere pubblicato.

Per evitare problemi chiedi al proprietario di modificarlo secondo le tue necessità.

Con gentilezza, è un lavoro che spetta all’autore. Puoi lavorarci personalmente ma questo passaggio può essere evitato con una pratica: se hai dubbi scrivi al proprietario del blog. Così puoi sviare gli errori dei guest post più comuni.

Da leggere: come scegliere i blog per pubblicare guest post

Non controllare i testi per la rilettura

Nelle direttive della pagina guest blogger hai letto bene: non si pubblicano comunicati stampa e testi duplicati, ma uno sguardo in più non guasta: in questo modo puoi scorgere un altro dettaglio. Ovvero quello di consegnare testi privi di errori.

La grammatica è molto importante, anche la punteggiatura e l’ortografia: prima di consegnare un guest post assicurati di aver svolto un buon lavoro di proofreading.

Nessun check dei link verso le pagine

Il vantaggio del pubblicare un guest post risiede soprattutto nella possibilità di pubblicare uno o più link a piacere dell’autore. Ma sarebbe uno sbaglio inserire qualsiasi link: io preferisco controllare la qualità delle pagine che sto per linkare.

Penalizzazioni Google e articoli a pagamento.

Magari evitando siti zeppi di pubblicità e/o che trattano argomenti troppo distanti dalla mia idea di web. Attenzione anche all’anchor text, il testo dei link.

Un approccio troppo aggressivo porta a possibili penalizzazioni da parte di Google. Soprattutto se decidi di lavorare su una campagna di guest post articolata.

Vuoi pubblicare un post a tutti i costi

I guest post sono un toccasana per il tuo blog ma questo non vuol dire che devi pubblicare ogni articolo che mandi. Anche se sono scritti bene, senza errori di grammatica e testi duplicati, ci sono post che escono fuori tema.

E non possono essere pubblicati su uno spazio web. Devi resistere alla tentazione di pubblicare, e proteggere la qualità del tuo lavoro di content marketing.

Mai dimenticare le immagini del post

Non è per mancanza di fiducia, ma perché lasciare la scelta dell’immagine che accompagnerà il tuo post al caso? Insieme all’articolo cura anche il materiale (foto, grafici, video, slide) per supportare i contenuti scritti curando

  • Posizione.
  • Dimensione.
  • Peso.
  • Qualità.

Usa i programmi per ridurre il peso delle immagini, se necessario sfrutta i migliori tool online per ritagliare le immagini online e ricorda sempre che hai Canva per migliorare il lavoro del visual. Che è centrale per il tuo blog.

La formattazione, errori nei guest post

Dopo aver definito con estrema precisione l’anchor text dei link (uno degli aspetti più interessanti per l’ottimizzazione SEO) perché non formatti il testo con neretti, spazi e paragrafi? Faciliti il compito del lettore e dai al tuo post la leggibilità che merita.

Come si allineano i testi di un blog?

Piccola precisazione: sai come allineare il testo? A bandiera, è logico. Il testo giustificato lascia spazi innaturali tra le parole che devi riempire con parole sempre allineate a sinistra. Questa è una regola da rispettare sempre e comunque.

Non ottimizzare il post in ottica SEO

Perché investire tempo nell’ottimizzazione SEO di un articolo? Semplice: più persone leggono l’articolo, più aumentano le possibilità di far scoprire il tuo blog a utenti del settore. Ciò significa trovare clienti online, sai? O almeno in questo modo aumenti le opportunità di guadagnare online.

Ecco perché devi scrivere un articolo in ottica SEO. Ma questo vuol dire, prima di tutto, fare un attento lavoro di keyword research per capire cosa dove dirigere le tue attenzioni, quali topic coprire con la tua attività. Poi devi puntare su:

Poi c’è il lavoro di SEO copywriting che riguarda la scrittura del testo. Un approccio che io vedo attraverso l’ottica della naturalezza: studia ciò che vogliono le persone e poi scrivi il miglior contenuto anche per evitare errori su un blog aziendale.

Ignorare i commenti dei tuoi lettori

Sono serio su questo punto: devi seguire le discussioni che si sviluppano nei commenti, rispondere alle domande, ringraziare i soggetti che ti fanno i complimenti e dare spiegazioni a chi ti fa notare qualche errore. Per rendere tutto più semplice iscriviti al feed rss dei commenti e interagisci sempre con il lettore.

Errori nei guest post e condivisioni

Dopo la pubblicazione metti in moto la tua macchina social (Facebook, Twitter, LinkedIn…) e avvisa che hai pubblicato un articolo utile su un blog amico.

Apprezzeranno la tua attenzione e la tua capacità di aggiornare i lettori. Come condividi i tuoi post? Puoi usare diversi tool, ecco quelli che preferisco:

Lo sai che puoi condividere più volte il tuo articolo? Tra gli errori da blogger c’è la convinzione di dover rilanciare solo una volta il contenuto. Puoi dare di più, ma senza fare spam e cambiando quando possibile immagine, didascalia e titolo del post.

Da leggere: come scrivere l’attacco di un post

Altri errori nei guest post che conosci?

Fare guest blogging non è facile. Anche perché hai diverse alternative davanti a te, puoi anche scegliere modelli alternativi per i tuoi guest post. Quali sono le tue soluzioni? Hai già evitato i problemi che ti ho indicato in questa lista?

2 COMMENTI

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here