Questi sono i dati che ho trovato nella AP-CNBC Facebook IPO Poll, ricerca condotta dal 3 al 7 maggio 2012 su un campione di 1.004 persone intervistate.

facebook pubblicità

Alla domanda “Quante volte fai clic sugli annunci o sui contenuti sponsorizzati su Facebook?” abbiamo circa 8 utenti su 10 che dicono di non cliccare mai o quasi mai sulle pubblicità di Facebook. Un dato interessante per il Social Media Marketing.

Alcuni parametri essenziali

Di questi il 57% la ignora completamente, mentre il 26% si stabilisce sul “quasi mai”. Interessante leggere questi dati (che in ogni caso non vanno letti come verità assoluta, ma informazioni relative) alla luce delle obiezioni mosse dalla General Motors e non solo sull’efficacia delle campagne pubblicitarie su Facebook.

Un atteggiamento interessante quello della General Motors, ma soprattutto strano. Una grande azienda dovrebbe avere una visione d’insieme del lavoro da svolgere.

L’opinione della Ford

D’altro canto la Ford fa bene a punzecchiare GM e a ricordare l’importanza di una pubblicità circondata da contenuti coinvolgenti e innovazione. Difficile ottenere meraviglie dalla pubblicità e solo dalla pubblicità, non credi?

La mia opinione su questa faccenda? Quando decidi di creare una pagina Facebook e investire sulla pubblicità non puoi aspettarti miracoli. Devi essere un punto di riferimento per la tua nicchia e devi fare in modo che tutti lavori all’unisono.

Stesso discorso vale quando decidi di aprire un blog o di fare content marketing: devi essere sempre in grado di guardare la strategia in modo olistico, contemplando pubblicità e attività organica. L’advertising non funziona quando è solo. Isolato.

Per approfondire: gli errori suo social network da evitare

La tua opinione su Facebook

Tu invece che idea ti sei fatto della pubblicità su Facebook? Secondo te funziona? In che modo? Hai avuto buoni risultati? Racconta la tua esperienza nei commenti! E dammi un’idea del tuo modo di percepire l’advertising su Facebook.

4 COMMENTI

  1. Ciao Riccardo,
    personalmente ho avuto buoni risultati con le ADS.
    Il punto sta,credo, nel riuscire a creare un buon equilibrio tra i meccanismi ed i linguaggi propri del mondo pubblicitario e quelli consoni al social network. Probabilmente molti continuano ad usare il linguaggio proprio degli annunci pubblicitari tradizionali su Facebook e questo, non solo non porta ad un buon CTR, ma fa credere che le ADS siano un inutile spreco di tempo e denaro.

    • Ciao Veronica e grazie per il tuo commento.

      Quindi, secondo te, parte del problema non è della piattaforma ma delle persone che creano gli annunci pubblicitari?

  2. La Piattaforma, a mio avviso, è strutturata bene, favorendo messaggi brevi correlati di immagini, integrando il meccanismo base di riprova sociale (se il mio amico x è già fan di questo prodotto, forse è valido per davvero) con gli annunci stessi.
    Il problema più importante a mio avviso è che molte aziende tentano di importare i meccanismi dei media tradizionali ed unidirezionali su Facebook (compra compra compra, iscriviti iscriviti iscriviti, clicca clicca clicca, come fossero spot televisivi), raggiungendo così risultati mediocri.
    Siamo sicuri che, adottando le giuste tecniche comunicative ed idonee al medium, queste ricerche non avrebbero risultati diversi?Quanto incide l’ignoranza diffusa sull’uso di Facebook a fini commerciali sul mancato interessamento dell’utente medio per le Ads?

  3. Ciao Riccardo
    io sono perfettamente in linea con la ricerca, mai cliccato su una pubblicità,
    anche se devo dirti che di veramente carine, di quelle che ti invoglino ad approfondire, non ne ho mai viste.
    Secondo la creatività per il web deve essere in linea con il modo di pensare
    delle persone che utilizzano il web, mentre credo che non siano altro che
    l’adattamento delle campagne realizzate per i media classici.

    ciao
    michele

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here