7 tool per analizzare una headline di successo

Quali sono i migliori strumenti per analizzare i titoli che hai creato e ottimizzato per blog o sito web? Ecco una serie di strumenti fondamentali da mettere in campo ogni giorno quando scrivi.

Uno dei punti della tua strategia editoriale: fare una buona analisi di una headline. Questo significa capire se e come migliorare le headline che hai scritto.

Lo dico subito non è facile scrivere titoli in grado di funzionare e attirare lettori, non è semplice aggiungere una stringa di testo che funga da headline e da tag title.

come fare una buona analisi di una headline
Analizza la tua headline.

Devi essere un vero copywriter per ottenere buoni risultati. Oppure un blogger, un web writer con le competenze necessarie per lavorare bene. Ma non basta, ecco quello che devi usare: 10 tool e strumenti per l’analisi di una headline efficace.

Google Trend

Ecco uno dei tool decisivi per analizzare un titolo e scoprire se può avere i criteri giusti per raggiungere buoni risultati. Perché dico questo? Semplice.

Grazie a Google Trends – strumento gratuito messo a disposizione da Mountain View cliccando su – puoi scoprire come cambia nello spazio e nel tempo una ricerca. Quindi anche il topic che hai inserito nella tua headline. Ti consiglio di usare questo SEO tool per copywriter prima di pubblicare il contenuto. Anzi, nel momento in cui decidi i titoli da inserire nel calendario editoriale. Perché questo strumento per l’analisi di una headline ti consente di evitare argomenti in caduta libera dal punto di vista dell’interesse su Google.

Da leggere: i migliori modelli di headline

Screaming Frog

Screaming Frog è fondamentale per analizzare i titoli in termini tecnici. Qui puoi scoprire se ci sono pagine nelle quali mancano H1 o title, e se ci sono elementi troppo lunghi da accorciare perché magari possono diventare un problema nella serp.

 fare una buona analisi di una headline
Analizziamo i tag title del tuo sito web.

Non hai un’analisi completa di questi elementi del micro-copywriting ma di sicuro puoi organizzare le pagine web in modo da curare i titoli dal punto di vista SEO.

Headline Analyzer

Ecco uno strumento per analizzare i tuoi titoli in profondità e restituire una serie di informazioni fondamentali come il numero di parole usate, i caratteri, termini con un sentiment particolare e alla fine trovi anche la simulazione nella serp per scoprire come appare se utilizzi quel titolo come elemento da far uscire nello snippet.

Headline Sharethrough

Lo dice il nome stesso, headlines.sharethrough.com. Si tratta di uno strumento per analizzare la tua headline partendo dalla semplice immissione del titolo nel campo.

Headline Sharethrough
Come analizzare una headline.

Poi il risultato arriva: hai i punti di forza e di debolezza, magari ti suggerisce di utilizzare qualche termine in grado di attirare l’attenzione o dare maggior lunghezza al contenuto. A proposito, qual è la lunghezza ideale del tag title?

Attenzione, i consigli devono essere sempre contestualizzati: mai seguire indicazioni solo perché te lo dice un tool. Questo è solo una traccia, un’indicazione utile.

Check Headline

Ancora un tool per analizzare la tua headline con controlli in termini di usabilità, SEO e altro ancora. Questo strumento, oltre a fornire tutto ciò che serve per valutare un buon titolo, consente di cambiare le lettere iniziali di ogni parola per passare al Camel Case. Ovvero quando ogni singola parola inizia con la lettera maiuscola.

Search Console

Lo dico con chiarezza: la search console è lo strumento decisivo per fare un buon lavoro di analisi headline. Il motivo è semplice: grazie alla sezione dedicata al rendimento puoi scoprire il rapporto tra impressioni e click di un titolo sul web.

Quando il tag title appare, hai un’impression che può trasformarsi in un click. Ma tutto dipende anche dal copy che hai usato nello snippet della serp di Google.

Performance reports in Search Console.

Questo significa che il titolo può fare la differenza e aiutarti a conquistare o meno l’attenzione del lettore. Cambiando il titolo, ottimizzandolo anche in relazione alla meta description puoi aumentare l’efficacia di questo elemento su internet.

Da leggere: qual è la checklist della headline perfetta

Serp Simulator

Creare un buon titolo sul web – per siti e portali, ecommerce e articoli del blog – vuol dire anche essere in grado di gestire questo elemento nella serp di Google.

titolo di giornale

Ecco perché suggerisco di puntare su un tool come quello proposto da mangools.com perché ti consente di scrivere il tuo titolo e scoprire come appare nella pagina dei risultati di ricerca. Magari lo puoi accorciare o hai la possibilità di aggiungere qualche termine per dare maggior chiarezza ma evitare che diventi troppo lungo.

Certo, questi strumenti non ti aiuteranno a decifrare e trovare la creatività per forgiare headline creative come quella dell’Economist che vedi in questo esempio. Però una mano è sempre benvenuta. Sei d’accordo? Qualche idea?

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

2 COMMENTI

  1. P.s. : a me sembra che il titolo, oltre Berlusconi, prenda un po’ per i fondelli tutti gli italiani… si sa cosa pensano di noi: attaccati alla gonnella di mammà fino ad avanzata età.

    Tu cosa ne pensi Ricky? Ce lo vedi anche questo senso o il titolo esprime solo preoccupazione?

    Baci!

    • Credo che ci sia un filo di ironia diretto a noi italiani. Ma in parte ce lo meritiamo, non riusciremo mai a liberarci da certe gabbie.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here