Aprire un blog WordPress.com, come fare? Bello fare un passo indietro e riprendere argomenti. Soprattutto quando ti rendi conto che sei completo quando riesci a comunicare con gli esperti del settore, ma anche con chi è alle prime armi. Per questo è nata la guida WordPress per principianti.

Aprire un blog WordPress.com

Nel mio caso, avendo uno spazio che parla di blogging e social media, un individuo alle prime armi è una persona che non ha ancora aperto un blog ma vuole iniziare alla grande. Senza indugi.

Facciamo finta che anche tu sei tra questi. Sei fortunato perché stasera voglio inaugurare una miniguida dedicata a chi vuole avvicinarsi al blogging e ti lascio la prima lezione: come creare un blog con WordPress.com in 5 minuti. Vediamo di cosa si tratta, quali sono i passi essenziali.

Aprire un blog WordPress.com

Wordpress.com è la via di mezzo tra un prodotto professionale e una combinazione facile da gestire. Il massimo sarebbe un blog WordPress in self hosted ma questa soluzione contempla dei passaggi complicati per chi è alle prime armi. Con WordPress.com, invece, rinunci a qualche caratteristica e ti porti a casa un blog in due o tre click. Calcola, comunque, che dopo puoi passare da WordPress.com a WordPress.org in meno di 10 minuti.

Iscriviti al servizio WordPress

Ho detto che WordPress.com è un servizio basato sull’omonimo CMS che ti permette di creare un sito web di qualità in pochi minuti. Il primo passo è iscriverti al servizio: per aprire un blog WordPress.com vai sull’indirizzo ufficiale del servizio, clicca su sign up e scegli l’indirizzo del blog.

crea blog gratis wordpress
Inizia a fare blogging.

L’indirizzo corrisponde all’url del blog e puoi cambiarlo in un secondo momento, ma ti consiglio di prenderti qualche giorno ed evitare di modificarlo. Cambiare il nome dominio vuol dire creare una serie di problemi e di errori 404 non semplici da risolvere. Quindi muoviti con attenzione.

Questi sono passi importanti. Scegli poi un nome utente, una password sicura, la lingua e il piano economico che preferisci (ricordati che questa guida procedo con la soluzione gratuita).

Link utili

Scopri la dashboard del blog

Adesso sei in gioco. Il tuo blog è online e devi iniziare a pubblicare e, magari, a concentrarti sulla dashboard che a priva vista ti sembrerà un rebus incomprensibile. Normale, hai appena aperto il tuo blog e devi comprenderlo. Ma non è così, basta dare uno sguardo a questa immagine.

apri blog wordpress
Ecco la dashboard di WordPress.

Nella cornice rossa ci sono i comandi per creare una pagina fissa, un post, per cambiare il template, gestire i commenti e ogni aspetto del tuo blog. I quadranti incorniciati in viola sono degli spot di informazione, ti indicano gli ultimi commenti e ti permettono di pubblicare un post senza spostarti.

In arancione trovi le informative di WordPress che ti annunciano l’uscita di nuovi template e qualche offerta per fare l’upgrade del blog. In azzurro, invece, ci sono i comandi per organizzare la dashboard e le istruzioni per usarla al meglio. Questo è il primo punto per creare un blog personale.

Per approfondire: come fare SEO con WordPress.com

Scegli un template per il blog

Il passo decisivo per rendere il tuo blog presentabile è la scelta di una veste grafica. WordPress mette a disposizione molti template che puoi scegliere in base alle tue esigenze: due colonne, tre colonne, minimal, photoblog… basta andare nella colonna a sinistra e scegliere le voci aspetto e temi.

Qui puoi navigare tra le pagine dei oppure cliccare sui tag che ti suggeriscono le soluzioni più utilizzate, quelle da non perdere. Non rinunciare al miglior tema WordPress per i tuoi bisogni.

Pubblica il primo articolo

Pubblicare un post, gli articoli che si susseguono nella home page, vuol dire sfruttare l’anima del blog. Per iniziare ti basta andare sul menu a sinistra, cliccare su “articoli” e “aggiungi nuovo”: ti troverai di fronte a una schermata simile a quella di una pagina su Word con i comandi della formattazione.

In questa pagina puoi mettere nero su bianco i tuoi pensieri, le foto e i video. Ti sembra qualcosa di difficile, impossibile? Non ti preoccupare, la prossima settimana torneremo sull’argomento.

Link utili

Crea una pagina

Differenza tra un post e una pagina? Il primo aggiorna la home page e tratta argomenti particolari, la seconda rimane fissa nella barra di navigazione e veicola informazioni che possono aiutare gli utenti a conoscere la tua identità, a raccogliere i contenuti migliori o a raccogliere i tuoi contatti.

Per creare una pagina devi cercare nel menu a sinistra la sezione “pagine” e poi “aggiungi nuova”, ma ricordati che le pagine non sono come gli articoli: vanno create con parsimonia (io ad esempio ne ho 6). Inizia con una pagina about me per presentarti ai tuoi lettori.

Ti è piaciuto questo articolo su come aprire un blog WordPress.com in pochi minuti? Fa parte di una guida divisa in 4 step pubblicati a distanza di una settimana. Per questo ti consiglio di iscriverti al mio Feed Rss e ti invito a lasciare nei commenti gli argomenti che ti piacerebbe approfondire.

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

7 COMMENTI

  1. Ciao, bell’articolo complimenti! Questo è il mio primo commento
    sul tuo blog anche se ormai ti seguo da qualche mesetto, continua cosi!

  2. Buongiorno Riccardo, facendo analisi online per strutturare un articolo su come creare un blog sono atterrato 2 volte sul sito web di mysocialweb. Articolo davvero interessante e ben strutturato.
    Grazie ancora per questo splendido contributo che procederemo a ricondividere.
    Buon pomeriggio da MelaConnect

  3. Ciao Riccardo sono alle prima armi. Ti volevo chiedere se c’è una funzione di wordpress grazie a cui un lettore per poter leggere l intero articolo deve premere su “more”? e non leggerlo direttamente tutto quanto.grazie anticipatamente Andrea

    • Sì, è il tag more che si trova nell’editor base. Si presenta con l’icona di una linea tratteggiata.

  4. Grazie per il tuo articolo! Ma ho un dubbio che non mi fa organizzare il mio menu’: all’interno di una categoria, ci possono essere delle pagine e non articoli? Perché ho delle categorie che pero’ ci saranno delle pagine che non cambieranno nel tempo. Oppure mi consigli di scrivere all’interno della (pagina)categoria?
    Grazie mille.
    Eve

    • Puoi usare un plugin come questo wordpress.org/plugins/add-category-to-pages per aggiungere categorie e tag alla pagina. Ma è solo per blog self hosted.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here