Come avere successo nel lavoro e nella vita

Per essere felice devi sviluppare delle qualità e ignorarne altre. Vuoi scoprire come avere successo in azienda e le qualità da sviluppare nella vita lavorativa? Ecco i miei consigli.

Molte persone chiedono come avere successo sul lavoro. Magari pensano che il risultato si ottiene diventando freelance, aprendo una partita IVA e lavorando tanto.

avere successo sul lavoro
Il segreto per raggiungere il successo.

Il segreto per avere successo nel lavoro (e poi nella vita) è nel cambio di regime. Devi attivare una serie di punti indispensabili per poter eccellere nel tuo settore.

Non devi lavorare in modo ossessivo. Quali sono le cose da fare e la qualità da raffinare per avere successo sul lavoro? Ecco qualche consiglio da mettere in pratica.

Imparta a lavorare con umiltà

Il primo punto è questo: non devi pretendere. Anzi, non puoi pretendere. Stai iniziando e sei un signor nessuno. Di conseguenza la tua condizione prevede un periodo – più o meno lungo – di apprendistato. Stai facendo la gavetta.

Quindi devi vivere questa condizione con umiltà. Questa virtù ti aiuterà a crescere e a prestare orecchio in ogni situazione, ti permetterà di dare importanza a ogni voce, mettendo da parte la presunzione di sapere già dove si trova il giusto.

Tu non sai qual è la strada da seguire. E devi ascoltare tanto. Se pretendi di avere tutto e subito, senza l’umiltà di ascoltare (non tutti), stai sbagliando.

Per approfondire: come trovare lavoro su Google

Ascoltare tutti vuol dire fallire

È compito tuo prendere coscienza del fatto che ascoltare tutti è il modo migliore per fallire. Questo vale in ogni situazione, in azienda e come freelance. Non esiste riparo dai consigli a buon mercato se non hai personalità: devi ignorare le voci superflue.

Perché non tutti parlano in buona fede. Il consiglio diventa critica immotivata. A volte pungente. Nella maggior parte dei casi si basa su un’ignoranza di base, su una non conoscenza che può diventare pericolosa. Soprattutto se non sei in grado di gestirla

Ascolta tutti, prendi nota e rispetta ogni punto di vista. Ma guarda i tuoi conti, monitora i risultati che ti riguardano. Coccola i tuoi clienti e metti nero su bianco il piano editoriale del tuo progetto. Devi curare il tuo orticello, e devi difenderti.

In alcuni casi lavorerai gratis

Nota dolente: il lavoro gratuito. Ovvero il lavoro che fai per accumulare esperienza, per farti le ossa. Il dilettante, la persona che inizia a lavorare in un determinato settore, deve fare un po’ di gavetta. E può attraversare un periodo di lavoro sottopagato. O non remunerato. Personalmente io non credo che sia un problema: tutti hanno lavorato per quattro soldi all’inizio. Anche io.

Però c’è una differenza sostanziale tra il lavorare insieme a un professionista che ti permette di “rubare il mestiere” e lasciare che gli altri ti sfruttino. Nel primo caso fai un’esperienza che dopo sei mesi puoi applicare in un contesto differente.

Il passaggio da dilettante a professionista: chiudere le porte allo sfruttamento, lasciare spazio alle opportunità che ti permettono di crescere. E mettere un prezzo.

Ecco come avere successo sul lavoro, devi capire qual è il momento giusto per abbandonare chi vuole solo sfruttare la tua voglia di lavorare gratis per imparare.

Non innamorarti di un’idea

Le idee sono fantastiche. Quando arrivano – nel cuore della notte, sull’autobus o quando sei in attesa del semaforo verde – ti illuminano il cammino. 

Non è sempre così. Difficilmente la realizzazione di un’idea segue una linea retta: la strada è ricca di ostacoli e devi essere disposto a modificare la tua visione. Legarci a un’idea può essere un limite o semplicemente impossibile a causa di 3 fattori:

  • Risorse – Sei sicuro di avere tutte le risorse necessarie per raggiungere la tua idea?
  • Utilità – Sei sicuro che la tua idea soddisfi un bisogno?
  • Target – Sei sicuro che la tua idea sia rivolta a un target significativo?

Vuoi avere successo sul lavoro? Queste sono domande importanti alle quali devi dare una risposta prima di portare avanti un’idea senza impantanarti.

Prova a fare ciò che vuoi

Ricomincia a soddisfare te stesso, a lavorare per raggiungere gli obiettivi e per soddisfare il bisogno individuale. Tutela il tuo stile, non appiattire la tua arte.

Sono pesanti le aspettative che dobbiamo affrontare? Tanto, a volte sono insostenibili e ti costringono a fare ciò che non vuoi. Ti spingono verso territori inutili per raggiungere gli obiettivi. I tuoi obiettivi. Ricomincia a fare ciò che ami sul serio.

Come avere successo nel lavoro e nella vita
Come avere successo nel lavoro e nella vita

“Bello, guarda che a fine mese devo portare i soldi a casa”. Lo so, non ti sto proponendo di diventare un santone indiano alla ricerca della felicità assoluta.

Devi guadagnare e trovare clienti. Ma se mi chiedi come avere successo nel lavoro e nella vita io ti rispondo così: riprendi in mano il controllo di ciò che fai.

La tua opinione è importante

Vuoi avere successo sul lavoro? Allena la capacità della tua mente di giudicare e scegliere. il passaggio da dilettante a professionista comprende anche avere un’opinione personale. Devi sviluppare una tua idea. Non puoi continuare a citare.

Devi avere l’umiltà di ascoltare senza dimenticare il momento in cui scegli un filone e lo sviluppi. Da solo. Sempre con rispetto, senza pretendere di arrivare alla verità.

Che sorpresa, vero? Mi immagino la tua faccia: pensavi di custodire la verità in tasca, e di poter leggere i bisogni del tuo pubblico. Eri convinto di avere un grande dono.

Invece la tua opinione è importante, il tuo pensiero è fondamentale, ma marketing è nulla. Pari a zero. Devi sempre verificare prima di agire.

Devi impegnarti ogni giorno

Mi tocca iniziare con un pugno in faccia. Perché voglio metterti subito in guardia: per diventare un professionista affermato e avere successo sul lavoro devi sudare e piangere. Soprattutto se vuoi intraprendere la carriera del freelance.

Mai ignorare le difficoltà del mondo lavorativo. Perché poi accade il peggio: non riesci a trovare clienti online e offline, i lead non chiamano, la casella email resta vuota.

webwriter fallito

Il motivo? Semplicemente perché non tutti possono lavorare dove e quando vogliono senza impegno. E te ne devi fare una ragione. Puoi diventare ciò che desideri.

Ma anche no: devi accettare il fallimento (lo dico anche nel mio ebook). Ma per farlo nel miglior modo possibile devi dedicarti alla causa. Cosa significa questo?

La formazione deve esserci

Come avere successo sul lavoro? Studiare tanto. Spesso i colleghi si concentrano solo sull’esperienza pratica, sulle possibilità professionali concrete e reali.

Per avere successo nella vita e necessario studiare. Il professionista emergente fa bene a cercare nuove esperienze per il portfolio (chi lavora trova lavoro), ma deve anche studiare. Deve creare un percorso didattico e approfondire i punti importanti.

Oltre ai libri ci sono i webinar, i corsi, gli eventi che ti permettono di ascoltare esperti del settore e conoscere colleghi, gente interessante, futuri clienti. Tutto questo ha bisogno di due risorse difficili da reperire: soldi e tempo. Vuoi iniziare?

Risparmia il tuo capitale

Le abitudini per avere successo nella vita? Io ne conosco una fondamentale che ti aiuta anche a diventare un professionista e un imprenditore migliore: il risparmio. Se vuoi raggiungere il tuo sogno devi essere disposto/a al sacrificio economico.

In altre parole devi risparmiare tutto. Tutto. Non devi privarti dei piaceri della vita, continua ad andare a cena, ma ti do un consiglio: non comprare l’ultimo iPhone (che, detto tra noi, fa cagare) e investi i tuoi risparmi in cultura e buone idee.

I risparmi ti permettono di viaggiare, di comprare libri e partecipare ai corsi che ti permettono di essere competitivo/a sul mercato. E meno arrendevole nei confronti del cliente saccente. Devi diventare un professionista con competenze specifiche.

Vuoi raggiungere grandi obiettivi? Allora segui la mentalità persone di successo: manda al diavolo il consumismo e diventa una persona migliore.

Ancora un motivo per risparmiare: devi creare un cuscino di sicurezza per poter abbandonare il tuo lavoro principale senza rimpianti. Con una piccola somma in banca non avrai paura di lasciare la prima occupazione, e l’addio sarà meno traumatico.

Impara a gestire bene il tempo

Tra le regole per raggiungere il successo c’è la gestione del tempo: il bene più prezioso, il tuo problema principale. Non esiste una regola per fabbricare il tempo: è uno dei pochi beni che non si crea e non si acquista. Ma può essere risparmiato.

Io non sono un esperto di time management ma la mia esperienza di web writer freelance mi suggerisce ottime abitudini per migliorare la vita e il lavoro:

  • Non rimandare a domani quello che devi fare oggi. I professionisti consegnano.
  • Elimina le fonti di distrazioni. Intendo suonerie e chat, ma anche le persone.
  • Trova il tuo ambiente. Ti piace lavorare in piedi o sdraiato? Fallo. E fallo bene.
  • Devi imparare a sfruttare i tempi morti. Prendi appunti in giro e poi metti insieme.

Ancora un punto: devi imparare a dire di no. Non puoi dire di sì a tutti. Il mondo del lavoro è pieno di persone che (in buona o cattiva fede) vuole tirarti in ballo, vuole farti partecipare a mille progetti ed esperienze non (o mal) remunerate.

E il tuo tempo chi lo paga? Impara a valutare la qualità delle offerte e, se non ti convincono, devi semplicemente dire “no grazie”. Meglio lavorare sul tuo brand.

Devi abbracciare il cambiamento

Io vedo il cambiamento come un equilibrio delicato. Una vera e propria arte. Cambiare prospettiva, ottimizzare la propria attività, smussare e ricostruire: il tuo lavoro ha bisogno di strategia, non di rivoluzioni quotidiane. O almeno non sempre.

Come avere successo nel lavoro? Devi comprendere che il cambiamento delle tue abitudini e degli impegni – magari dei clienti – è cosa buona e giusta. Ma deve essere gestito con attenzione: deve rientrare all’interno di una visione ampia e pianificata.

Detto in altre parole, non devi solo cambiare continuamente. Devi coordinare il cambiamento. E in qualche caso devi anche rinunciare o posticipare questa attività.

Per cambiare e rivoluzionare il tuo mondo hai bisogno di risorse, hai bisogno di una visione. Non devi tergiversare, non devi attendere per paura dei risultati.

Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose - Albert Einstein
Abitudini degli uomini di successo.

Il momento giusto per cambiare non arriverà mai, sarà sempre un azzardo. Ma questo non vuol dire correre rischi inutili, non ti costringe a portare avanti un piano degno dell’armata Brancaleone. L’arte del cambiamento suggerisce proprio questo:

  • Osserva.
  • Valuta.
  • Studia.
  • Poi cambia.

Magari cambia poco alla volta, limitando i rischi. Tutti coraggiosi e senza paura quando si tratta di scrivere frasi motivazionali, quando il capitale non è quello che si trova nelle proprie tasche. La realtà è ben diversa, spesso devi mettere a repentaglio la tua vita professionale, la tua azienda, il tuo mondo.

Devi essere sempre onesto

Questo è un punto essenziale. Il professionista è onesto, non millanta competenze e titoli. Non diventa specialista e competente dopo una settimana.

Ci sono dei prefissi (junior, senior) che possono decifrare le tue competenze. Ma anche nell’attribuirti questi titoli devi essere onesto, devi presentarti per quello che sei. Non c’è molto da dire intorno a questo punto: devi rispettare il cliente.

Tutti hanno un sogno nel cassetto. Ma l’accessibilità con cui la rete si presenta ai tuoi occhi non deve trarti in inganno. Per diventare un professionista del settore non basta definirsi, non basta leggere libri, seguire corsi e fare formazione.

essere freelance
Non devi solo mantenerti il lavoro.

Certo, tutto questo è importate. Anzi, io credo molto in una buona formazione. Ma un professionista si plasma attraverso anni di sacrificio, di sudore e sangue. E anche quando ha versato ettolitri di questi liquidi ha ancora tanto da imparare.

Da tutti. Anche da chi sta iniziando ora. Perché il professionista è umile. Ma è consapevole del percorso che ha fatto. Questo lo rende forte, duro nei confronti di chi improvvisa e vive alla giornata con espedienti di bassa caratura. Ci sta.

Preparati al grande passo

Vuoi lasciare il vecchio lavoro per abbracciare la nuova professione. Vuoi diventare freelance e abbandonare il posto fisso. Però hai paura di fare il salto.

È normale perché devi passare da una condizione di stabilità, dallo stipendio fisso, a una di incertezza. Ogni giorno ti guardi intorno e ti chiedi: riuscirò a guadagnare abbastanza? Sarò ripudiato dai miei genitori? Troverò nuovi clienti online?

Domande destinate a rimanere senza risposta. Fa parte del gioco. Devi rischiare, devi lanciarti e fare un salto nel buio. No, aspetta… non è proprio così.

Non devi fare un salto nel buio. Non scherziamo. Passare dal vecchio lavoro alla nuova attività di freelance può essere un processo graduale e ponderato. Ti spiego come avere successo nel lavoro e nella vita da libero professionista:

  • Risparmia – Un punto anticipato ma da sottolineare ancora una volta: quando hai una somma di denaro in tasca puoi permetterti di saltare uno stipendio. Magari di saltarne due o tre. Nel frattempo puoi iniziare a guadagnare i primi clienti.
  • Informati – Prima di iniziare la tua attività devi chiedere chiarimenti fiscali. Quali saranno i tuoi obblighi nei confronti dello stato? Quanto dovrai pagare? Qual è la strada più conveniente? Chiedi chiarimenti al tuo commercialista di fiducia e lavora in regola.
  • Cura i clienti – Nel periodo di passaggio, quando il nuovo lavoro che vuoi svolgere aprendo una partita IVA non è ancora la tua attività principale, devi iniziare a curare i clienti. Devi lasciare il vecchio lavoro solo quando hai già degli impegni interessanti.

Devi essere metodico, calcolatore, sempre attento. Il coraggio è importante, ma non devi lasciare che le emozioni prendano il sopravvento: diventare freelance è un atto di coraggio. Ma anche un’azione da studiare a tavolino.

Definisci le priorità del tuo lavoro

Quando lavori perdi la cognizione del tempo. Inizi a produrre. Poi ti distrai, arriva la chat che ti disturba, rispondi all’email. Non va bene, devi definire i tempi. Devi definire delle priorità ai task: non puoi dare la stessa attenzione a tutti gli impegni.

Forse hai bisogno di una to do list, o di uno strumento come Trello o Asana. In questo equilibrio, per avere successo nel lavoro in azienda e non solo, devi imparare a staccare la spina. Dare priorità vuol dire anche ignorare ciò che non serve e riposare.

Ho scoperto che l’essere umano non può sostenere per troppo tempo le logiche del lavoro. Non è una rivelazione. Però ho preso coscienza di questo: il lavoro a volte ha lo stesso effetto di una droga. Non va bene, prenditi lunghe ore di digital detox.

Consegna il lavoro un po’ prima

Come avere successo nel lavoro e nella vita? Devi consegnare. Molti professionisti hanno paura di questo momento. E continuano ad allungare i tempi anche se il lavoro è finito. Un ultimo controllo, aspettiamo, ritardiamo di una settimana.

Tutto si può migliorare. Sempre si può migliorare. Però se ti fai trascinare in basso da questa logica non puoi andare avanti. Devi consegnare, devi rispettare i tempi e procedere senza paura dell’errore. Ci sarà sempre. E qualcuno te lo farà notare.

come migliorarsi nel lavoro
Come migliorarsi nel lavoro.

Hai paura che qualcuno metta in discussione la tua professionalità?  Certo, dipende dall’errore. Non si può sorvolare su tutto. Ma non ti consiglio di rispondere e di andare a controllare il lavoro di chi ti ha segnalato l’errore: perderesti tempo.

Crea dei canali ufficiali con i clienti

Molte persone usano la chat di Facebook per contattarti, per chiedere idee e suggerimenti. A volte ti propongono grandi affari nella chat. Spesso questo avviene alle 23.30. Cosa strana: queste persone pretendono risposte immediate.

Io sfrutto la chat di Facebook per contattare amici e colleghi. Ma la uso per un approccio informale e cerco di definire questa regola con chi mi contatta: l’email ha la priorità, la chat è un impegno secondario. Non permettere alle persone di inviare contratti di lavoro via Facebook o peggio ancora su WhatsApp: è la fine.

Prova ad aprire un blog personale

Io sono un web writer e trovo i miei clienti grazie a questo blog. Certo, ci sono anche altri canali – Facebook, LinkedIn – ma il blog è indispensabile per me.

Altri professionisti non vogliono aprire un blog personale: non sono convinti, credono che sia una perdita di tempo, non vogliono investire denaro per un qualcosa che forse non servirà. Ma come avere successo sul lavoro senza ADV?

Essere imprenditore di te stesso non significa passare la giornata a fare shopping o stare tutto il pomeriggio in spiaggia: significa sacrificare i soldi e fare in modo che si moltiplichino. E se non inizi a investire con somme minime come l’hosting…

Il tuo blog sarà lo strumento chiave per trovare clienti. Puoi avere un sito statico, un sito indicizzato per le keyword che ti riguardano, e va bene.

Non dimenticare che il blog è la tua palestra di scrittura. E un luogo dove puoi fare per pubblicità al tuo brand. Anche facendo guest blogging raggiungi questo risultato. Io regalo il mio tempo e le mie risorse a un altro blogger. Il risultato?

avere successo sul lavoro
La pubblicità è utile per avere successo sul lavoro.

Io sono autore di Webhouse, un blog multi-autore che affronta diverse tematiche legate al web. Pubblico un articolo al mese in forma gratuita, senza impegno.

Webhouse mi dà visibilità. Non semplici (ma ben accetti) backlink al sito o ai social: mi permette di guadagnare una posizione nella serp con contenuti di qualità.

Non pensare al posto fisso

Illudersi dello stipendio fisso, del lavoro indeterminato. Credi che quell’entrata fissa ti garantisca la sopravvivenza, ma in realtà non fa altro che legarti a un palo.

Il lavoro fisso non esiste più, e per quanto possa sembrare sicura quell’entrata sarà sempre precaria. Ci sarà sempre un contratto farlocco dietro l’angolo.

O magari una partita IVA usata in modo improprio, un CO.CO.PRO che scade e che ti costringe a trovare un nuovo lavoro. Ci sarà sempre la tua coscienza con la quale fare i conti quando ti chiederai: “è veramente questo il lavoro della mia vita?”.

Impara a rifiutare i lavori scomodi

Basta dire sempre “sì”. Basta accettare tutti i lavori, anche quelli che ti fanno perdere tempo, basta intavolare collaborazioni infruttuose con persone che fanno finta di aiutarti, basta dare visibilità a persone o progetti che non meritano.

Tutti fanno la gavetta, tutti devono fare pratica. Ma l’asticella deve salire, deve fare un passo avanti: il famoso salto di qualità. Devi ignorare chi continua a tirarti per la giacca senza offrire un ricco piatto. Impara a rifiutare, impara a dire “no grazie” quando l’offerta non ti soddisfa. Non devi aver paura di mancare l’affare.

Devi diventare speciale, unico

Devi fare qualcosa che sai mettere in campo solo tu. Questa è la chiave del successo nel lavoro e nella vita. Non vale solo tra i liberi professionisti del web: in ogni circostanza tu sei avvantaggiato se riesci a fare qualcosa di unico. Devi dare ciò che le persone cercano nel modo in cui solo tu sai fare. Così sei vincente.

Questo significa avere l’agenda sempre piena, lavorare senza sosta, ritrovarsi con un account Gmail ricco di richieste e di potenziali lead. Una cosa buona, non credi?

Non puoi sapere tutto: delega

Ho già affrontato questo punto: ignoranza selettiva. Non puoi e non devi sapere tutto, devi approfondire solo i punti che riguardo il tuo lavoro, il tuo successo, la tua attività personale. Migliora come uomo, come persona e come professionista.

Inizia a ignorare quello che non ti serve. Tutti consigliano di delegare. Ovvero di affidare ad altri una parte del lavoro. Ed è una cosa giusta perché arrivato a un certo punto non puoi fare tutto tu. Non puoi occuparti di ogni singola faccenda.

Noi freelance siamo delle macchine, passiamo dal ruolo della segretaria a quello dell’account. Il fatto di essere speciale limita le tue possibilità. Perché la persona alla quale stai affidando il compito non sarà mai come te. E non puoi delegare.

I clienti vorranno essere servite da te, non da un altro. Vogliono la tua mano. A questo punto le soluzioni sono due, e possono muoversi contemporaneamente:

  • Alzare i prezzi.
  • Formare altre persone.

Se alzi i prezzi arrivi a un punto in cui sei speciale. Questa è la mia ricetta, prendere o lasciare: se mi vuoi devi essere disposto a pagare tanto. Così hai pochi clienti e non devi preoccuparti del resto. Il problema: se perdi due contatti sei finito.

Non godere degli insuccessi altrui

facebook

Una misera cosa, senza ombra di dubbio. Chi costruisce la propria visibilità mettendo in ridicolo o in difetto l’altro è una persona infelice: una persona che non riesce a splendere di luce propria.

Quindi deve oscurare quella del vicino per sembrare una persona migliore. Credo che dietro certi atteggiamenti si nasconda infelicità, un complesso di inferiorità mal risolto.

Non farti trascinare in basso da queste logiche: tutti sbagliano. Fai notare l’errore in pubblica piazza? Segretamente godi e ti compiaci, hai scoperto che gli altri sbagliano e tu no. Ti porta a qualcosa tutto questo? Costruisci il tuo successo sui meriti.

Da leggere: come negare uno sconto ai clienti

Avere successo sul lavoro e nella vita

Non lasciare che siano le influenze esterne a definire la qualità delle tue giornate. Lavora bene, lavora per i tuoi clienti, abbandona il successo effimero dei social.

Il tuo essere professionista non può essere valutato su Facebook o su Twitter: devi dimostrare sul campo il tuo valore. Questo è il mio punto di vista: aspetto il tuo..

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here