Come diventare blogger di successo

Quali sono le regole da seguire per trasformare la tua professione in qualcosa di speciale? Ti lascio una serie di consigli per scrivere contenuti di qualità in grado di monetizzare.

Tutti vogliono la risposta per raggiungere il proprio desiderio: c’è da guadagnare in questo modo. Ma come diventare blogger di successo? Ecco la guida:

  • Individua l’argomento.
  • Acquista un dominio.
  • Compra un hosting.
  • Attiva WordPress.
  • Scrivi contenuti.
  • Crea buone relazioni.
  • Scegli come monetizzare.

Questa è la lista delle operazioni da seguire per aprire un blog e guadagnare. Ma funziona così per tutti? Ed è una guida collaudata? No, è chiaro: questa è la teoria.

come diventare blogger di successo
La via per i buoni risultati.

Per diventare un blogger di successo devi farti un mazzo come una casa. E non solo per arrivare a obiettivi precisi, anche per continuare a mantenere il ritmo. Più vai avanti e più diventa difficile. Ma il lavoro ti permette di raggiungere obiettivi gustosi.

Come diventare un blogger di successo

Essere blogger corrisponde a farsi invitare nel salotto di Maria De Filippi? Non so cosa significhi perché la signora Maria non mi ha mai accolto nel suo studio.

Seconda opzione: essere blogger significa trasformare la passione per la scrittura in una professione? Vuol dire guadagnare dignitosamente? Ci sto, questo è un compito che fa per me: ora ti spiego come diventare blogger di successo.

Scegli un argomento adatto al tuo lavoro

Non basta aprire un blog a caso per monetizzare. Devi fare una riflessione rispetto all’argomento da affrontare. Ci sono temi molto inflazionati che hanno un buon margine di guadagno, ma anche un problema di fondo: c’è tanta concorrenza.

Ad esempio vuoi aprire un blog di viaggi e diventare travel blogger, o magari un magazine di cucina per scrivere ricette e monetizzare con un food blog. O ancora un portale dedicato alla moda. Ma sono scelte già fatte da centinaia di persone.

Hai bisogno di tempo, idee e impegno. Se devi scegliere un argomento ti consiglio di guardare nelle tue passioni. Solo così puoi diventare blogger e guadagnare.

Da leggere: mettere la scritta blog personale su Instagram

Lavora come web writer professionista

La prospettiva è questa: devi diventare un blogger competente prima di raggiungere il successo. Il concetto di lavoro deve rientrare nel tuo essere web writer, nel tuo scrivere e pubblicare articoli per il web. Non esiste altra soluzione.

Devi trasformarti una scheggia. Ma come si diventa blogger di professione? E quanto si guadagna? La prima domanda è alla mia portata. In primo luogo devi:

  • Creare un blog.
  • Scegliere un tema.
  • Iniziare a scrivere.
  • Facendo formazione.

Poi devi fare esperienza in azienda, magari diventi freelance e decidi di aprire una partita IVA. Qui arriva la seconda domanda: come guadagnare con un blog?

Per diventare un blogger di successo devi rispondere alle domande del pubblico, devi soddisfare un’esigenza concreta. E lo devi fare prima o meglio degli altri.

Puoi usare affiliazioni, banner, Adsense, recensioni. Però c’è un punto importante, il fattore tempo. Prima di iniziare a monetizzare devi fare tanta esperienza, e spesso vien voglia di mollare la presa. Non lo fare. La differenza è solo qui, chiaro.

Dedica impegno massimo al tuo lavoro

Il punto di partenza: impegno duro. Vuoi sapere come diventare blogger di successo? Ti rispondo con una martellata sui denti: investi due anni della tua vita a scrivere senza sosta e con risultati minimi. Forse dovrai aspettare di meno o di più.

Ma questo è un dato impossibile da controllare. Quello che posso dirti è che hai bisogno di mesi per crescere. E per farti conoscere. Hai necessità di tempo.

Questa è una risorsa utile per costruire un nome che ti assicuri notorietà, per guadagnare i link utili a posizionare il tuo blog, a creare una massa di contenuti di qualità capaci di definire l’autorevolezza del tuo brand su internet.

Non voglio emettere sentenze, ma non credo a chi annuncia risultati magici in pochi passaggi. Io curo My Social Web dal 2008 e ho iniziato a guadagnare con il blog dopo qualche anno. Ma solo perché ho rispettato il principio dell’inbound marketing.

Pubblica seguendo il bisogno del lettore

Come diventare blogger di successo? Con l’inbound marketing, non di certo con i banner pubblicitari. Essere un web writer è sinonimo di monetizzazione con:

  • Guadagno diretto.
  • Guadagno indiretto.

Il primo ti spinge a monetizzare il tuo blog attraverso l’advertising. E in parte è questo il sogno di chi non conosce bene la realtà del social web: scrivere e guadagnare, pubblicare un articolo e rimanere in poltrona ad aspettare i soldi.

I metodi ci sono: Adsense, banner, affiliazioni

Ma non ci paghi neanche l’hosting e una pizza con gli amici. Per guadagnare con un blog devi puntare su una strategia indiretta: devi sfruttare il percorso inbound marketing e usare il blog come un’esca per attirare i clienti. A questo punto?

come diventare blogger di successo
Differenziare per guadagnare – Fonte immagine

Puoi differenziare. Guadagnare con un blog non vuol dire racimolare denari, ma trasformare il blog in una fonte continua di incassi indiretti grazie alla diversificazione del tuo impegno: puoi fare consulenze, lavorare a nuovi progetti, scrivere articoli per altri blog, spingere ebook e corsi. E puoi vendere pubblicità online.

L’importanza delle landing page

Devi avere pagine di atterraggio. Non puoi guadagnare con il blog senza trasformare i lettori, quelli che arrivano per leggere gli articoli, in potenziali clienti.

L’utente trova il tuo articolo grazie alla SEO e al SMM, lo legge e lo condivide, trova la tua landing page, è interessato al servizio e acquista. Nel frattempo continua a leggere il blog e a trovare contenuti di qualità: questo è il percorso valido.

Punta sulla qualità dei contenuti online

Lo snodo decisivo: investire sulla caratura dei post. Cosa vuol dire? Devi scrivere bene, e su questo non ci piove. Ma bisogna pubblicare articoli che siano in linea con le esigenze del pubblico. Qui trovi un punto importante della tua carriera online.

Ma c’è tanta concorrenza. Ci sono altri blogger che lavorano per raggiungere l’obiettivo. Ovvero guadagnare i lettori e aumentare le visite del blog, ma anche le condivisioni e i commenti, per avere più occasioni di trasformare utenti in clienti.

Quindi devi puntare sui contenuti di qualità, quelli che ti permettono di diventare speciale. Un principio che può essere tradotto con il puntare su articoli capaci di rispondere a un’esigenza in modo unico ed esclusivo, senza copiare gli altri blogger. Anzi, cercando di creare delle sinergie con le persone che ti circondano.

Dedica tempo alle relazioni del blog

Le connessioni rappresentano l’ultimo tassello di questa piccola guida per diventare blogger famosi. Il motivo è semplice: il web è fatto di relazioni, è costituito da tanti piccoli nodi. Sono le persone a completare i form che ti permettono di guadagnare.

tempo trascorso sui social
Quanto tempo passiamo sui social – Fonte immagine

La strategia SEO è importante, il social media marketing è un tassello decisivo. E anche un piano adeguato di content marketing può fare la differenza. Ma al centro di tutto ci sono le correlazioni che puoi coltivare con i lettori e gli altri blogger.

Il vero problema è il paradosso della celebrità online: divento un punto di riferimento per la mia nicchia, ottengo un buon successo creando rapporti virtuosi, divento un blogger famoso, non ho più tempo per curare le relazioni. E inizia discriminare.

È per questo che i personaggi del Web molto noti spesso non rispondono: perché NON possono, non possono rispondere a tutti e l’interazione e la relazione che li ha portati a essere “famosi” viene meno a causa della loro stessa fama.

Rudy Bandiera

Il tuo obiettivo? Dedicare risorse a queste cose. A ai messaggi, a alle richieste di interazione. Un tempo anche minimo. Io non riesco a ringraziare tutte le persone che retweettano, e non posso rispondere ai diversi commenti.

O almeno non subito. Ci provo però. Non sacrifico il tempo che devo dedicare ai miei clienti, ma quando ho un minuto cerco sempre di soddisfare il mio pubblico.

Per approfondire: come diventare influencer su Instagram

Diventare blogger: la tua opinione

Io ti ho proposto una ricetta interessante per diventare un autore affermato e seguito. Può essere utile per chi vuol diventare fashion, travel o food blogger.

Ma anche per chi vuol seguire la mia strada, quella del blogger freelance, e trasformare la scrittura in una professione. Il punto che non devi mai ignorare la qualità: il lettore non è stupido, sa riconoscere i propri gusti. Devi seguirli.

Senza mai perdere la tua interpretazione della realtà. Questa è la mia opinione, la mia idea per diventare un blogger affermato. Adesso aspetto la tua ricetta: hai raggiunto il tuo obiettivo? Sei soddisfatto? Hai ottenuto il successo?

23 COMMENTI

  1. Un grande post, effettivamente per diventare un blogger di successo non vuol dire tanto tempo libero e soldi a palate, ma bensì molti impegni e poche ore di divertimento…

    PS: consigliero questo post a tutti quei ragazzi/e che vogliono intraprendere questa strada…

    • Lo consigliamo a quelli che aprono un blog e pretendono di guadagnare dopo due settimane. Qui scrivo dal 2008 e quanti ne ho macinati di chilometri…

  2. E io che pensavo che una volta raggiunto il successo avrei avuto i freedrink mentre scrivevo guardando il mare… ;D

    Scherzi a parte ottimo post mi piace in particolare il punto quando parli di inbound marketing. Adsense, banner, affiliazioni possono essere un buon modo per arrotondare..ma non per camparci.

    • E che vuoi fare con quei quattro soldi. Mangiare la pizza? Ricordi l’articolo dedicato al caso Moncler? Quel giorno ho raggiunto 50.000 visite. Quanto ho guadagnato? 50 euro. Meglio togliere i banner e puntare su altro.

  3. Uno dei tuoi pezzi migliori!
    Più chiaro di così si muore. Due o tre frasi di questo post andrebbero stampate e appese in ufficio! A molti non è chiaro che l’antico concetto di “fare la gavetta” vale anche nel mondo digital.

    • Quanto lavoro si trova dietro un blog di successo. Le persone vedono solo quello che conviene: le condivisioni, i successi, i guadagni facili. Dietro My Social Web, per esempio, ci sono sette anni di lavoro quasi quotidiano. Una volta mi hanno chiesto: “te lo vuoi vendere”? Per 500.000 euro. Questo è il valore che do al mio blog. Sette anni di lavoro, più potenziali introiti… ed è anche poco.

  4. Hey Riccardo hai dimenticato i lifestyle blogger? ;P
    Bisogna farsi le ossa tutti i giorni, ci vuole costanza, fiuto e impegno. È un peccato però che sia considerata da alcuni una “professione-non professione”.

    • Siete tutti nel mio cuore, a volte la memoria fa cilecca. Scherzi a parte, l’impegno per diventare professionisti seri nel proprio settore è massimo. poi c’è sempre quello che vende fuffa, ma questo è un altro discorso.

  5. Questo post dovrebbe diventare il “manifesto” del blogger professionista.
    Le relazioni sono importanti, ma secondo la mia opinione ciò che più ripaga sono la costanza e la qualità. Alla fine sono queste le peculiarità che fanno la vera differenza.

    • Non tutti lo capiscono, Luigi. A volte devi combattere come professionista per riuscire a imporre il mio punto di vista. Tutta l’autorevolezza di questo mondo non è sufficiente contro la paura di incontrare l’altro. Anche sui social.

  6. Chiaro, semplice ed essenziale. Puntare alle relazioni come priorità rispetto alla pubblicità è l’aspetto più difficile da comunicare. Ma è fondamentale se non vuoi rimanere un’isola. Spesso si pensa che condividere voglia dire perdere qualcosa, gli altri sono guardati con sospetto. “Crea e coltiva relazioni positive” mi tatuerei…

    • Condividere non è perdere, e questo lo capiscono in pochi. Condividere vuol dire creare nuove occasioni con i tuoi colleghi e con le persone che ti circondano.

      Quando lo capiranno?

  7. Ottimi consigli davvero e bellissimo articolo, la parte sulla Maria De Filippi mi ha fatto morire. Ottimi contenuti comunque.

  8. Vorrei intraprendere questa attivita’, il Suo post mi ha dato il giusto input, ma come trovare il filone giusto?avrei molte cose da scrivere ma non so propio da dove iniziare…

    • Ciao Arianna, scusa ma il tuo commento era sfuggito. Hai molte cose da scrivere, ma la domanda è: perché le vuoi scrivere?

  9. Ciao! Ho trovato questo articolo molto interessante, tuttavia vorrei chiederti un parere che è solo parzialmente attinente. La mia passione è la letteratura e ho il desiderio di aprire un blog semi-professionale a riguardo. Considerando l’ambito, è chiaro che lo farei più per spinta divulgativa che per ricavare un effettivo guadagno (se non quel poco derivante dai banner e le affiliazioni), ma vorrei comunque avere il mio dominio internet. Mettiamola così: spendere per il blog sarebbe, per me, come spendere per acquistare libri. Tutto questo almeno in via ipotetica, quindi, non volendo essere ingenua (e visto che non ho trovato informazioni precise), vorrei chiederti una stima dei costi da sostenere (diciamo annualmente) per mantenere un blog con dominio e tutto quello che serve per renderlo un sito serio e affidabile. Scusa per la lunghezza del post e per la domanda forse un po’ azzardata, ma ho davvero necessità di avere questa informazione direttamente da chi ha esperienza!
    Grazie in anticipo, Laura

    • Ciao Laura,

      Un dominio .it costa intorno ai 10 euro. Un buon hosting per iniziare sui 60 euro. Prezzi intesi all’anno. Quindi con meno di 100 euro puoi gestire un grande blog per 365 giorni. Ovviamente ci sono hosting che costano anche meno, io ti parlo di ciò che uso per i miei progetti.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here