Fai fatturare le tue idee (per guadagnare di più)

Ci sono tanti modi per aumentare i profitti e il fatturato. Oggi vogliamo dare una mano a chi ha deciso di guadagnare di più online: devi far leva sull'evoluzione del tuo lavoro intellettuale.

Sai cosa vogliono sapere i tuoi colleghi? Come fatturare di più, puro e semplice. Vogliono fare in modo che il proprio tempo corrisponda a un guadagno maggiore. Perché è questo il pensiero occidentale e capitalista: lavoro, fatturo, guadagno.

guadagnare di più
Come fatturare di più.

Ed è giusto che sia così. Soprattutto se hai la partita IVA, non puoi perderti in colpi di testa e sbandate: devi andare verso l’obiettivo. Studi per diventare un esperto di web marketing, lavori sodo, fai esperienza e raccogli i giusti risultati.

Tutto bello. Ma come funziona nella pratica? Come guadagnare di più? Le strade da seguire sono tante, c’è chi lavora sul preventivo efficace , chi arricchisce la pagina dedicata al curriculum, chi migliora il portfolio e chi punta sulla formazione. Che è un passaggio sacrosanto, ma oggi voglio lasciarti una riflessione che ho sviluppato.

All’inizio non puoi guadagnare molto

Non è una regola, forse qualche fortunato tra noi poveri diavoli ha fatto fortuna e soldi online fin dai primi mesi. Il percorso è più o meno questo: all’inizio non si pensa a come fatturare di più, ma a sopravvivere.

E a imparare. I primi tempi devono essere dedicati alla formazione e alla gavetta. Non c’è altra soluzione, devi imparare il mestiere e tirare la cinghia. Questo significa che ti aspetta un periodo di lacrime e sangue. Ma anche di passione intensa e scoperte.

Regime fiscale da prendere in considerazione in questo caso? Ritenuta d’acconto, contratto con la web agency. Non me la sento di prendere in considerazione la partita IVA perché adesso devi imparare e non puoi farlo come libero professionista. E poi, probabilmente, non sarai in grado di sostenere la pressione fiscale.

Da leggere: come guadagnare con un blog

Continua a fatturare le ore di lavoro

Il primo step dopo la gavetta: inizia individuare una valutazione a ore. O a parole. O a link inseriti. Insomma, cerchi una metrica che descriva la quantità. Perché è la cosa più semplice, trovare una metrica vuol dire semplificare il lavoro.

Chi scrive, ad esempio, vuole sapere quanto chiedere per un articolo o pretende un tariffario per copywriter. Tutto questo diventa pesante da modellare in base alle necessità quotidiane. Così ti rendi conto che devi fare un passo avanti.

Guadagnare meglio con l’esperienza

Quando inizi a vendere la tua esperienza puoi iniziare a festeggiare. Beh, non proprio a stappare bottiglie di champagne ma stai lavorando nella direzione giusta. Il meccanico non si fa pagare per il tempo necessario per avvitare un bullone, ma ti vende la sua esperienza nel capire qual è il punto da operare. E sistemare.

Chiaro, raggiungere questo step non è facile. Formazione ed esperienza sul campo sono la base. Ma come fatturare di più? Devi trovare i clienti giusti, quelli che vedono nel professionista una persona di valore. Non un semplice operatore. Ci sono contatti preziosi e clienti da evitare, devi imparare a riconoscerli per allontanarti.

Ora devi far fatturare con le idee

Ultimo passaggio: fatturare grazie alle idee. Finito il tempo di guadagnare lavorando più ore (il tempo è una risorsa finita) ed è superata l’esperienza pura e semplice. Non la rinnego. Però diventa un limite se non viene corroborata dalle idee.

come fatturare di più
Guadagna di più con le tue idee.

Questo è il punto difficile. Perché spesso quelle che sembrano idee geniali, in realtà, sono delle cazzate. Sul serio. Te lo dico senza mezzi termini perché non c’è malato peggiore di chi si illude. Però se la tua idea è buona puoi venderla come preferisci.

Non parlo solo di paradigmi. Nella scrittura c’è bisogno di idee quotidiane e concrete. Lo stesso vale per web design, inbound marketing, social media marketing e SEO. Come fatturare di più? Fatti pagare per ciò che riesci a creare.

Per approfondire: come aprire un blog e monetizzare

Come fatturare di più secondo te

Questa è la regola definitiva per guadagnare bene? Le strategie di web marketing si vendono meglio in questo modo? Ti permetteranno di far soldi subito e da casa? Non scherziamo, questo è un metodo. Il mio metodo. E non so fino a che punto può funzionare. Per me va bene, mi sforzo di seguirlo. Tu sei d’accordo?

8 COMMENTI

  1. Nella mia esperienza la consapevolezza interiore del valore di una soluzione crea la ricchezza che ne deriva.
    Intendo dire che, prima di tutto, occorre credere interiormente nella validità delle proprie soluzioni e solo allora noi imprenditori riusciamo a dare loro un valore corretto.
    Una volta dato il valore alla proposta che facciamo al cliente, diventa più facile fargli comprendere che il prezzo è giusto per la qualità che gli stiamo dando.
    Questo ragionamento apre diversi scenari sull’ambito dei prezzi e, tutto sommato, è anche giusto che sia così; il prezzo non è indicativo in maniera assoluta, come ben sappiamo, ma è solamente un valore che si da in quel momento alla soluzione proposta (in cui in gioco non c’è solamente la soluzione in sè, ma anche il cliente inteso come “persona-struttura-capacitàtecnicorelazionali” e infine “noi-fornitore”).
    Diventa allora fondamentale interiorizzare (comprendere, essere consapevoli, fare propri i concetti alla base del progetto) prima di tutto dal punto di vista personale, ancor prima che professionale, tutti i vantaggi che si stanno fornendo al cliente; vantaggi da vedere non solo sotto il profilo funzionale ma anche “consulenziale in senso ampliato”; mi riferisco a tutto quando permea dai ragionamenti fatti con il proprio team e con il cliente relativamente ad un progetto; si tratta di pensieri e parole che non danno valore aggiunto limitatamente all’ambito del progetto stesso, ma che fungono poi da volano o da nuovo “motore d’avviamento” di altri processi migliorativi dell’azienda.

    • Prendere coscienza del proprio essere, delle proprie competenze e possibilità: questo è un grande consiglio, hai fatto bene a lasciarlo qui nei commenti. Ti ringrazio.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here