Come inserire salti di pagina su WordPress con le ancore

C'è chi li chiama salti di pagina, chi invece si limita al rimanere sui link interni con ancore. In ogni caso sono soluzioni importanti per migliorare l'usabilità. Come si aggiungono questi punti?

Il salto di pagina su WordPress è un link interno che consente di passare da un punto all’altro della stessa pagina. Si basa su due punti: l’anchor text, punto di partenza, e ancora. Vale a dire l’arrivo. Clicchi e arrivi a destinazione.

come mettere salto di pagina su wordpress
Come creare link che vanno nella stessa pagina di WordPress.

Spesso i salti di pagina si usano nelle landing page, per passare dall’above the fold al modulo per inviare un’email. I link di ancoraggio possono spostare il lettore in alto.

O magari in basso: dipende. Servono a semplificare la navigazione, ad accorciare i tempi e migliorare la leggibilità. Ma come mettere un salto di pagina su WordPress?

Inserire il salto di pagina su WordPress con l’HTML

Il primo metodo per mettere un link di ancoraggio e spostare le persone da un punto all’altro della pubblicazione: l’HTML. Può sembrare la soluzione meno pratica, in realtà ti dà massima indipendenza. Per inserire questo collegamento intra-pagina hai bisogno di due elementi: in primo luogo serve un nome identificativo (ID) da applicare a un punto specifico della risorsa. Ad esempio un header.

Ma anche un’immagine, un form di invio email. Poi serve un anchor text, un bottone, un elemento da cliccare. La sintassi da rispettare per il codice HTML è questa:

<a href="https://esempio.com/it/#etichetta">partenza del link</a>

<H2 id="etichetta">Questa è la destinazione del link.</H2">

Puoi inserire tutti i salti di pagina che desideri ma con un ID differente. E assicurati di evitare il tag name. Può essere usato al posto di ID ma non è accettato nell’HTML5.

Da leggere: come gestire l’internal linking in WordPress

Inserire il salto di pagina su WordPress Gutenberg

La grande novità di WordPress Gutenberg sul tema dei salti di pagina: puoi inserirli senza usare codice HTML. Ad esempio lo puoi fare con gli H2 o H3, per un blocco di testo o un’immagine. Puoi inserire un jump link WordPress anche in uno spazio vuoto.

  • Vai sul blocco in questione.
  • Nella sidebar a destra vai in Avanzate.
  • Aggiungi un’etichetta ID.

Con WordPress Gutenberg puoi aggiungere l’identificativo direttamente nell’editor, senza andare nel codice HTML. Poi devi inserire il link e basta procedere come negli altri casi: seleziona l’anchor text e aggiungi l’ID preceduto da cancelletto.

Video tutorial per aggiungere un salto di pagina su WordPress.

Ricorda che i salti di pagina su WordPress possono essere usati anche per raggiungere punti specifici di un’altra risorsa. Se, ad esempio, vuoi aggiungere un link interno a una sezione lo puoi fare. Basta inserire come permalink l’ancora specifica.

Il menu interno può essere creato da un plugin

Spesso l’idea di creare un salto di pagina per raggiungere un punto specifico non è così generica. Vuoi semplicemente creare un menu interno come quello che vedi in questo articolo. Si tratta di una soluzione utile soprattutto per i long form content.

Basta usare uno dei tanti plugin dedicati alla creazione di un table of content. L’indice dei contenuti si crea in automatico, nella posizione che desideri. Oppure puoi decidere di lasciarlo disattivato e inserirlo dove desideri con uno shortcode. I plugin:

Molti plugin permettono di integrare il table of content con relativi jump link in Gutenberg, aggiungendo nel menu un blocco dedicato proprio alle ancore verso i relativi header. Ricorda che la versione plus di Yoast offre anche un modulo menu.

Da leggere: come inserire link interni

Tu come usi questo link interno nelle pagine?

Con pochi passaggi puoi avere una soluzione semplice ed efficace per spostare le persone da un punto all’altro della tua risorsa. Aggiungere un salto di pagina su WordPress oggi è facile e veloce. Quale soluzione usi per le tue pubblicazioni?

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here