Come organizzare le idee per i post del tuo blog

Quali sono le attività indispensabili per consentire al tuo calendario editoriale di trovare sempre nuove idee? Come gestire un blog con i suoi ritmi serrati? Qui trovi le risposte giuste per te.

Curare un blog può essere un hobby o una buona occasione per trovare nuovi clienti online. A differenza dell’editoria tradizionale, ti permette di ottenere una risposta immediata da parte dei tuoi lettori. Ma devi trovare e organizzare idee per i post.

Trovare e organizzare idee per i post
Gestisci le idee per i tuoi post migliori.

Ma non è facile individuare nuovi argomenti per accontentare il tuo pubblico assetato di contenuti. Per questo motivo, anche se ho già elencato alcune buone regole per non rimanere a secco di idee, ritengo opportuno approfondire l’argomento.

Usa le applicazioni che ti danno forza

Come trovare idee per gli articoli del blog? Hai trovato buoni spunti per i tuoi post? Hai iniziato a piegare la scrittura intorno alle tue esigenze?

Ora però devi organizzare le intuizioni che hai intercettato. Ci sono dei trucchi, delle esigenze da rispettare per dare il massimo ai tuoi contenuti di qualità.

E alle persone che raggiungono il tuo dominio. Ci sono molti plugin Firefox e applicazioni che ti consentono di mettere ordine tra i tuoi appunti.

Io uso Evernote per memorizzare come appunti digitali i testi, le immagini e i video che stimolano la tua creatività, e di attribuire un tag a ogni contenuto registrato. Scegli il meglio, solo così puoi capire dove trovare gli argomenti per i tuoi articoli.

Da leggere: come creare un blog di nicchia

Utilizza i bookmark per ricordare tutto

Perchè saltare da un sito all’altro, spesso con scarsi risultati, quando puoi sfogliare delle liste di articoli già selezionati da altri utenti? Visita Digg o ZEEF e inserisci nella barra di ricerca le parole chiave che ti interessano: le risorse che otterrai ti suggeriranno anche il numero di volte che sono state gradite.

Cura il tuo feed rss per le tue fonti

Sicuramente i bookmark possono essere una buona fonte di ispirazione, ma la prima scrematura di idee deve avvenire nel tuo lettore feed rss.

Iscriviti ai blog che affrontano i tuoi argomenti, usa al massimo il tuo Feedly. Ma cerca di non fossilizzarti. Vuoi combattere la noia? Spazia anche verso argomenti limitrofi che potrebbero aiutarmi a trovare idee per scrivere contenuti interessanti.

Segna sempre tutto quello che pensi

Che sia un foglio di carta o un programma di videoscrittura non conta: devi essere sempre pronto a fissare le idee e gli spunti che ti capitano sotto il naso.

cattura le tue idee
Catturale tue idee migliori.

Questo soprattutto quando ti trovi a chiacchierare con persone stimolanti per i tuoi interessi o nei momenti morti, quando aspetti l’autobus o quando sei in coda alla posta, quando puoi lasciarti andare alle tue riflessioni. Usa le tue risorse.

Organizzare idee per i post dal basso

Non è mica detto che ogni articolo deve nascere dal nulla. Molto spesso i vecchi post possono dare spunti preziosi per aggiornare il tuo punto di vista su un determinato argomento. E non aver paura di essere accusato di riciclaggio: le idee hanno sempre bisogno di essere rielaborate e rinfrescate su internet.

Dai forma alle intuizioni che arrivano

Durante l’università non riuscivo a trarre massimo vantaggio dalle lezioni perchè i miei appunti erano troppo disordinati. Mi colpiva una frase e la trascrivevo sul mio quaderno in maniera del tutto slegata dal resto: quando tornavo a casa mi ritrovavo una serie di concetti inutili. Bellissimi ma inutili.

Trovare e organizzare idee per i post
Crea i tuoi contenuti migliori.

Ti consiglio di dare una forma – seppur primordiale – ai tuoi appunti. In modo da non ritrovarti con un pugno di mosche quando li riprenderai per svilupparli. Basta che indichi il motivo per cui li hai annotati e il progetto nel quale vorresti farli confluire.

Cura il flusso di idee quando scrivi

Quando arriva l’ispirazione deve lasciarla libera di imprimersi sul foglio. Scrivi frasi, parole, keyword, sinonimi, periodi e tutto quello che ti passa per la testa.

Dopo penserai a ricucire i brandelli e a tranciare tutto il superfluo. Non fermare le tue mani sulla tastiera, non ora. Continua subito a creare senza freni.

Concediti alle bozze del tuo blog

Il flusso creativo ha fatto la sua parte, hai riempito la pagina con frasi grezze ma ricche di concetti e non riesci più ad andare avanti. Ok, può sempre succedere.

Nulla di grave, ma non buttar via tutto il lavoro che hai fatto: salva il contenuto come bozza e lascialo in bella vista nel tuo pannello di controllo. E non dimenticare.

Da leggere: come scegliere gli argomenti di nicchia

Come organizzare idee per i post?

Queste sono le mie indicazioni che seguo ogni giorno per organizzare le idee. Questi passaggi non devono mai mancare nella routine quotidiana.

Perché mi consentono di dare forma alla mia attività. Al mio calendario editoriale. Quali sono, invece, i tuoi passaggi? Ti aspetto nei commenti come sempre.

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

8 COMMENTI

  1. Non sono uno scrittore, purtroppo, e forse non lo sarò mai, ma i tuoi consigli sono talmente interessanti e di buon senso che anche un buzzurro come me potrebbe diventare il nuovo Dan Brown seguendo My Social Web.

    PS. ti mando una copia autografata a casa del mio utlimo bestseller

    🙂

  2. Ottimo Evernote che mette a disposizione anche un’applicazione per iPhone/iPod.

    Poi per quanto riguarda Delicious io per organizzare i post utilizzo con soddisfazione i tag @toBlog e @toRead. Il primo usato per segnare tutti i link da utilizzare nei post e il secondo per ricordarmi tutti gli articoli che devono essere letti con più attenzione ed in seguito catalogati

  3. Ottimi consigli, io personalmente spesso mi appunto idee o spunti su un quadernino sotto forma di schemi logici e quando posso porto con me un netbook per poter scrivere anche quando non sono in casa.

  4. Ciao Riccardo,
    visto che parli di Evernote giorni fa mi sono aperta un accout però stavo ragionando sul fatto che io ad esempio molti dei miei appunti (idee, url, appunti e cosi via) li scrivo sempre in documenti GoogleDocs perché in questo modo ho tutto in uno stesso contenitore (Google) e mi è comodo perché posso accedervi da tutti gli altri devices.
    Ultimamente ho provato diversi dei servizi segnalati da te e Gavello però, forse causa mancanza di tempo, alla fine mi ritrovo ad usare sempre Google come punto di riferimento, anche se per appuntarmi ad esempio degli url interessanti mi baso su GoogleBookmarks.

    Infatti i segnalibri non riesco ancora a gestirli in modo efficace e vorrei chiederti un suggerimento. Infatti fino a poco tempo fa li gestivo con StumbleUpon ma ho notato che mi rimaneva difficile catologarli e consultarli.
    Sono quindi passata a Google bookmarks con cui và un pò meglio ma molti suggeriscono Delicius (vedi Lolindir poco più su).
    Tu che sistemi usi per i tuoi segnalibri e per appuntarti magari un url che poi vuoi consultare con calma?
    Magari potresti scriverci un post che ne pensi 😉

    E poi un’altra cosa che faccio, forse sbagliata e poco pratica è che ho l’abitudine di iscrivermi via email ai blog che c0nsulto anzichè registrarmi ai Feed anche se così mi ritrovo ad avere una mole di messaggi esagerata.
    Forse lo faccio per abitudine o solo perché non ho ancora preso in simpatia l’idea di usare i lettori di feed sebbene questi eviterebbero l’intasamento della mia casella di posta 🙂

    Scusa se ho scritto molto ma trovo interessante potermi confrontare anche con te.

    • Diciamo che puoi alternare e scegliere in qualche caso il feed rss e in altri la newsletter. O meglio, l’aggiornamento via email.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here