Cos’è e come creare una community su Facebook

Di Riccardo Esposito | Pubblicato il - Aggiornato il

Se vuoi creare una community su Facebook devi riunire fan e follower intorno a una nicchia di argomenti che possono interessare persone propense al dialogo, alla conversazione online. Spesso conviene creare una pagina group.


Per fondare community su Facebook hai poche alternative: devi aprire un gruppo, ovvero un servizio messo a disposizione da questo social network. Il gruppo si basa sull’idea che ci sia un’amministratore alla spalle che gestisce un pubblico in target.

Cos'è e come creare una community su Facebook
Crea il tuo pubblico fedele su Facebook.

Al centro c’è un tema condiviso, un topic che appassiona gli iscritti. Poi però c’è la tua capacità di lavorare sui contenuti e sugli equilibri come si faceva e si fa ancora sui forum. Allora, come si crea un gruppo su Facebook? E come si gestisce una community online di successo? Ecco cosa devi sapere per fidelizzare il tuo pubblico.

Cos’è la community Facebook, a cosa serve

Si tratta di un luogo in cui puoi riunire una serie di persone intorno a un tema. La community su Facebook può essere creata su una Fan Page o un profilo personale, ma questi sono luoghi inadeguati allo scopo principale, ovvero creare discussioni.

Questa però è la definizione base. Noi sappiamo anche che una community su Facebook è uno strumento di web marketing, un modo per consentire al tuo brand di emergere e farsi trovare grazie alla presenza di relazioni forti. Inoltre, questo investimento ti consente di lavorare sull’ultima fase dell’inbound marketing.

Esempio gruppo su Facebook.
Esempio gruppo per creare community Facebook.

Ovvero quella che coccola il cliente e lo fidelizza. Grazie a una community su Facebook – ma vale anche per qualsiasi altra piattaforma – crei una relazione stabile e duratura con il lead, con il cliente, con il fornitore. Puoi risolvere problemi, dare indicazioni, fare leva sui bisogni per diventare una fonte imperdibile.

Da leggere: come trasformare il blog in una community

Come funzionano le community di Facebook?

Il processo è molto semplice: c’è una piattaforma basata su bacheca di contenuti che si susseguono. C’è un amministratore base che può dare dei privilegi ad altri utenti. Ad esempio può fornire la possibilità di essere moderatore ai fan più attivi.

I moderatori possono approvare o meno i post, hanno potere di rifiutare richieste di iscrizione e rimuovere persone che hanno perso i privilegi a causa di azioni scorrette.

Come creare una community di successo su Facebook?

Ogni gruppo Facebook si basa sulla presenza di due grandi pilastri: la discussione e i contenuti. Se vuoi essere un bravo amministratore di community Facebook devi alimentare queste dinamiche. Il gruppo ti permette di lavorare in questa direzione.

Lo fa fornendo gli strumenti adatti. Puoi dare dei privilegi particolari agli iscritti, ad esempio elevando i più competenti a esperto del gruppo. Oppure puoi pianificare dei contenuti particolari come, ad esempio, le dirette video o le conversazioni.

Come creare una community su Facebook

Per realizzare una comunità affiatata e definire i confini di un’entità utile anche ai fini del tuo lavoro di social media marketing conviene aprire un gruppo FB. Ovvero? Come si crea una community su Facebook? C’è una soluzione ufficiale di FB?

Il gruppo è un servizio messo a disposizione da Facebook, collegato a una Fan Page, che consente di avere amministratore, moderatori, fan e pubblico che partecipa al confronto. Come si crea una community online di successo su Facebook?

Dai un obiettivo alla community

Il primo punto strategico per creare community su Facebook vincente: posizionare il lavoro di coinvolgimento del pubblico intorno a uno scopo. Vendi un prodotto e vuoi generare un’area di confronto per fare customer care service sui social?

La community Facebook è uno strumento utile per attivare una conversazione post vendita per fare up selling e cross selling. Lo stesso vale per riunire in un unico luogo gli user generated content che vuoi selezionare per poi scrivere un post su LinkedIn.

O pubblicare una foto su Instagram. Dai uno scopo a questa community su Facebook e realizzala inserendo la sua presenza in una strategia di web marketing.

Individua un topic del gruppo

Aspetto essenziale del tuo lavoro per realizzare una comunità virtuosa: devi definire un tema, un argomento. Punta su un aspetto particolare, ascolta le esigenze del tuo gruppo e fonda una community in grado di concentrarsi su un tema specifico.

Crea il visual adeguato

Prima ancora di creare community di Facebook assicurati dia vere già pronta la copertina e l’avatar. Per la cover puoi usare tool come Genially e Canva le misure:

  • Copertina o cover Facebook: 820 x 312 pixel. 
  • Dimensione immagine profilo: 1.200 x 1.200 pixel.

Questi tool per modificare immagini e foto hanno misure già pronte: usa uno sfondo con grafica predefinita oppure scegli una foto dai siti di immagini gratis. Come avatar usa il tuo logo o la tua immagine principale, personale, unica.

Apri un gruppo Facebook

Come suggerito, il primo passo per iniziare una community Facebook è quello relativo alla possibilità di realizzare un gruppo. Per avviare questo processo basta seguire le indicazioni base della piattaforma. Il procedimento è fin troppo semplice.

  • Vai nel tuo profilo.
  • Clicca nel menu in alto a destra.
  • Vai nella sezione gruppi.
  • Clicca su crea nuovo gruppo.

In pratica devi raggiungere la sezione dedicata a questo tipo di servizio che risponde all’indirizzo www.facebook.com/groups/feed. Dove trovo community su Facebook?

Apri un gruppo Facebook
La pagina per creare la tua community online.

Qui, in quest’area ci sono tutti i gruppi che già segui e anche quelli più seguiti, i più numerosi. In più hai un bottone: crea nuovo gruppo. Lo clicchi e automaticamente inizia la tua nuova avventura: puoi creare la community di Facebook da zero.

Definisci il tipo di privacy

Questo è un aspetto molto importante per generare una community vincente su Facebook. Infatti, puoi decidere se renderla pubblica e visibile o privata.

Ciò significa che il gruppo è sempre visibile ma solo chi è iscritto può godere del tuo lavoro di content marketing. Ecco quali sono le principali differenze principali.

Chi può vedereGruppo PubblicoGruppo Privato
Ciò che i membri fanno.Tutti.Gli iscritti.
La lista degli iscritti?Tutti.Gli iscritti.
Amministratori e moderatori?Tutti.Tutti.

Come puoi ben capire, se chiudi il gruppo al pubblico puoi utilizzare l’esclusività come strumento per ottenere benefici. È una strategia di inbound marketing.

Perché avere un gruppo privato? Puoi creare lead magnet proponendo la possibilità di iscriversi a un gruppo in cui condividi solo contenuti di qualità, esclusivi, introvabili. Oppure puoi dare un benefit extra a chi ha già acquistato dal tuo ecommerce.

Scegli nome e amici

Questa fase ti consente di dare identità al tuo nuovo gruppo: devi aggiungere un nome pubblico che le persone potranno utilizzare per cercarti. Questo è il passo utile anche quando vuoi creare una community di Instagram con successo.

come creare un gruppo: dai un nome alla tua community facebook
Crea la tua presenza sui gruppi Facebook.

Subito dopo hai la possibilità di avere già una base di partenza per il tuo pubblico: invita i tuoi amici. Non sei obbligato a farlo e devi anche essere attento a non invitare persone che potrebbero essere disinteressate. Però conviene fare una cernita e dare una mano al tuo gruppo appena nato realizzando un nocciolo di partenza.

Studia un calendario editoriale

Cosa serve al tuo gruppo su Facebook per diventare una community vivace? Un piano editoriale in cui inserire gli interessi del pubblico. Per muovere i primi passi in questo settore hai bisogno di continuità, quindi scegli le migliori app per gestire un calendario editoriale e inizia a ragionare su cosa proporre ai tuoi follower.

Ricorda però sempre la golden ratio dei contenuti social: prima il risultato della content curation, poi i titoli informativi del tuo brand, magari quelli di un blog aziendale, e infine in minima parte i contenuti promozionali. Mai invertire.

Golden ratio blog
Golden ratio dei contenuti nel gruppo.

Nessuno si unisce a un gruppo Facebook per essere tempestato da spam e messaggi che cercano di vendere. Oltre a evitare che gli iscritti lo facciano, assicurati di gestire un calendario editoriale equilibrato e di fornire un contesto utile al link.

Come gestire una community su Facebook

Creare un gruppo FB non è difficile, o meglio: devi seguire una serie di regole per arrivare all’obiettivo che però non è di certo quello finale. Hai solo creato lo strumento per realizzare la community. Ora la devi gestire. In che modo? Ecco qualche consiglio.

Crea una netiquette

Uno dei punti essenziali per gestire una community Facebook di successo: devi pubblicare una serie di regole che permettano a tutti di comportarsi in modo rispettoso. E devi essere tu a individuare i comportamenti virtuosi. Ad esempio:

  • Incoraggiare commenti interessanti.
  • Premia feedback e conversazioni.
  • Non incentivare l’anonimato nei commenti.
  • Suggerisci uso di emoticon per essere più chiari.
  • Indica come preferisci inserire gli hashtag.
  • Elimina bullismo e incitamento all’odio.
  • Vieta spam e link decontestualizzati.
  • Rispetta la privacy degli altri membri.

Questo deve trasparire dal documento della netiquette. Lo puoi creare sul gruppo Facebook e pubblicare come file, è una funzione che la piattaforma permette: puoi mettere in evidenza un post su Facebook. Anche nei gruppi.

netiquette gruppi su Facebook
Crea una regola da rispettare nei gruppi Facebook.

Altrimenti seleziona la community che vuoi amministrare, vai nelle impostazioni e poi in regole del gruppo. Qui puoi aggiungere le tue indicazioni a quelle di base. E poi lasciare che siano consultabili nella parte alta del feed del gruppo Facebook.

Individua dei moderatori

Per creare una community su Facebook servono persone in grado di collaborare con te. Ecco perché una delle strategie fondamentali è quella di eleggere i fan più attivi a collaboratori. O meglio, li trasformi in moderatori con funzioni diverse:

  • Accettare o meno post.
  • Chiudere commenti.
  • Gestire discussiini spinose.
  • Iniziare determinate conversazioni.
  • Interagire coin i fan.

Puoi puntare su una strategia di gratificazione grazie alla funzione esperto del gruppo. Infatti puoi nominare iscritti, membri e amministratori – ma anche moderatori – particolarmente validi come esperti del settore. Questo può essere mostrato nel badge e dare lustro, autorevolezza. Clicca sul profilo delle persone più valide.

Poi vai menu con i tre puntini: qui trovi una voce per chiedere all’utente di diventare esperto. Segui questa linea per creare una community su Facebook vivace.

Dai spazio alla discussione

Questa è una regola fondamentale per migliorare la gestione della community Facebook: fai in modo che ogni giorno si sviluppino nuove discussioni virtuose. Più riesci a far interagire i tuoi membri, meglio è per il successo del tuo progetto virtuale.

La possibilità di aumentare l’interazione nel gruppo incoraggia le attività del gruppo Facebook stesso, e aumenta la reach organica. Ovvero la probabilità che i tuoi contenuti appaiano nei feed delle persone che fanno parte della community.

Come sviluppare queste discussioni? Individua un filo conduttore, un tema che può trascinare i tuoi seguaci. E scrivi il tuo post utilizzando una buona call to action.

Sperimenta, scegli formati e metodi differenti per creare il tuo post su Facebook: quando trovi la soluzione giusta la adotti. E la usi per ottenere più interazioni.

Usa il visual nei post

Il community management Facebook ha bisogno di buoni contenuti visual. Quando scrivi un post sul gruppo puoi utilizzare la formattazione e creare delle domande con risposta multipla. Puoi generare dei questionari e tutto questo va bene.

usa il visual sulla tua community
Ecco perché il visual funziona – Fonte immagine

Ma è la comunicazione visual che vince. Facebook premia le community che mantengono altre persone sulla piattaforma, più a lungo possibile. Fa emergere i post di contenuti video che hanno maggiori probabilità di intrattenere il pubblico.

Secondo Facebook, le persone trascorrono un tempo ben tre superiore rispetto alla media degli altri contenuti video a guardare trasmissioni in diretta. Sui gruppi Facebook puoi creare live e programmare eventi, puoi gestire tutto anche con strumenti avanzati tipo Streamyard che ti consente di fare interviste doppie.

Rispondi sempre ai commenti

Creare una community su Facebook vuol dire anche questo: gestire i commenti e rispondere sempre. Dare massimo supporto a chi ti vede come un esperto.

Il community manager fa questo, tu devi esserci. Magari con l’aiuto di qualche moderatore. Ricorda, valuta sempre con attenzione il tone of voice dei commenti, mai rispondere con maleducazione o alimentando la polemica. Ricorda che puoi fare un ottimo lavoro di comment marketing anche gestendo le community di Facebook.

Pubblica sondaggi e quiz

Sai quali sono ottimi contenuti da pubblicare su Facebook Groups? Sondaggi e quiz sono perfetti per tenere i tuoi membri sempre sull’attenti. Il coinvolgimento massimo si registra proprio quando chiedi un confronto, quando chiedi un commento con CTA.

Pubblicare un sondaggio ai membri del gruppo Facebook, della tua community online, di condividere opinioni. Meglio ancora se riesci a intercettare delle tendenze relative alla tua nicchia e creare un sondaggio contestualizzato. In questo modo il lavoro di community management Facebook diventa sempre più interessante.

Da leggere: dove cercare link Facebook

Esempi di community Facebook di successo

Prima di chiudere quest’analisi dedicata a come creare una community di Facebook lascio una serie di esempi e casi di successo che hanno usato proprio i gruppi.

Esempi di community Facebook di successo
Community Hubspot.
Esempi di community Facebook
Gruppo Facebook WordPress Italia.
casi di successo su facebook group
Gruppo Facebook Elementor.

Altre domande sulle community Facebook?

Creare una community su Facebook non è facile. Però è possibile e in alcuni casi indispensabile. Vuoi approfondire l’argomento? Ti lascio qualche approfondimento.

Come si crea una community su Facebook?

Coinvolgendo il pubblico introno a conversazioni di valore, non importa con quale mezzo. Molti preferiscono lavorare con i gruppi che semplifica l’opera di community management Facebook. In altri casi è possibile gestire tutto con una Fan Page.

Differenza tra community e gruppo Facebook

Un gruppo Facebook è semplicemente il tipo di struttura che usi per pubblicare contenuti e ricevere engagement. La community è il senso di appartenenza intorno a un topic e magari a un brand, non per forza in relazione al gruppo.

Pagina Facebook azienda o community?

Sono due aspetti differenti del tuo lavoro di social media marketing. La pagina Facebook è una realtà ufficiale, una rappresentanza del brand. La community crea un luogo di discussione per potenziali clienti o per chi ha già effettuato un acquisto.

Dove trovo community su Facebook

Per trovare tutte le community su Facebook che segui – e quelle che potresti trovare interessanti – basta andare sulla pagina facebook.com/groups/feed. Qui hai le iscrizioni fatte e una lista di contenuti pubblicati dai gruppi che segui. In ogni caso puoi trovare le community con una ricerca nel motore interno di Facebook.

Come entrare in una community Facebook?

Quando arrivi su una nuova community puoi chiedere l’iscrizione cliccando sul pulsante Iscriviti al gruppo. Se si tratta di un gruppo privato devi ottenere l’autorizzazione, altrimenti puoi entrare. Potrebbero essere anche delle domande da rispondere prima di accedere e partecipare alle discussioni della community.

Come creare una pagina Facebook community?

Pagina Facebook azienda o community, cosa creare? Di sicuro quest’ultima soluzione è ideale ma anche la Fan Page si presta al lavoro. L’importante è sempre coinvolgere gli utenti e chiedere interazione costante. Per creare engagement.

Riccardo Esposito

Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

Categoria: Social network

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.