Durante il mio intervento al WebReevolution ho parlato anche dell’importanza dei rapporti per un blogger. Ho parlato, in poche parole, di relazioni. Di buone relazioni.

Un blogger ha il compito di creare connessioni. Connessioni virtuose, sane, vigorose con i lettori. E con gli altri blogger. Ti sembra facile?

connessioni blog
Crea connessioni – iStockphoto

Io credo che i lettori non siano numeri di Analytics. O almeno non solo. Ogni utente è un individuo con nome e cognome, con delle passioni e dei problemi, con delle esigenze che io provo a soddisfare.

Certo, non sempre è possibile. Ma l’obiettivo è questo: creare una connessione con il singolo lettore. Creare e alimentare giorno dopo giorno. Curando i dettagli.

A volte basta una email o un messaggio nella chat per diventare importante. E fidelizzare il lettore che a sua volta può essere blogger.

Per qualche lettore tu sei un creatore di contenuti ma anche un collega. E ti posso assicurare che creare una rete virtuosa di contatti vuol dire raggiungere un buon risultatio.

Perché avrai sempre bisogno dell’altro. Avrai sempre bisogno di qualcuno che ti metta in contatto con la soluzione, e nella rete i nodi si aiutano a vicenda. Non si abbandonano. Anche internet si basa sulle connessioni:

The internet is a connection machine. Virtually every single popular web project (eBay, Facebook, chat, email, forums, etc.) exists to create connections between humans – Seth Godin

I grandi progetti web creano connessioni tra esseri umani. Io credo in questa idea, e credo che (usando le parole di Godin) sia un dovere del blogger connettere lettori. Non collezionare lettori.

Ci sono anche i blogger che dividono, quelli che usano il blog come una mazza ferrata. Funziona? Non funziona? Io non sono un esperto del settore. Ma credo che non sia un lavoro semplice.

Lascio le divisioni agli altri. Io preferisco usare il blog per creare connessioni. E tu?

13 COMMENTI

  1. Ciao Riccardo,
    ogni mattina come prima cosa leggo il tuo blog!
    Con me, sì, hai proprio creato una connessione.
    Questo è lo spirito di essere on-line, sul blog, sui social…
    Il lato umano è il valore aggiunto al business, lo sostengo sempre.
    Troppo spesso ci si dimentica che dietro a un post, un tweet, un pc ci sono delle persone con le loro emozioni, i loro casini, ambizioni, paure.
    Se riesci a non dimenticarlo ecco che si crea un legame!

  2. Condivido. Creare e mantenere le connessioni con i propri “pari” è alla base del lavoro del blogger. E’ incredibile lo scambio prezioso che ci può essere.

  3. Ciao Riccardo,
    concordo pienamente con quello che dici. “Nessun uomo è un’isola” (John Donne)…e che volendo può essere rivista in questa maniera: “Nessun blogger è un’isola“

    • Esatto. Non possiamo vivere isolati, dobbiamo creare connessioni che ci aiutino a vivere meglio in termini materiali (occasioni di guadagno) ma anche umani. C’è un estremo bisogno di sviluppare il lato umano della nostra professione, e lo dobbiamo fare giorno dopo giorno. A piccoli passi.

  4. Ciao Riccardo,
    mi sto affacciando da poco alla galassia blog con tanto entusiasmo e voglia di far sentire la mia voce, di comunicare, di connettermi con altre menti, altre voci. Concordo col tuo pensiero ed ammiro ciò che fai e come lo fai. Io sono un blogger novello, ma cerco di apprendere da chi come te, è stato in grado di creare uno spazio utile ed originale.
    Un saluto

  5. Ciao Riccardo,
    ho iniziato a seguire il tuo blog da pochi giorni. Tempo breve, ma sufficiente per poterti dire che sei veramente in gamba! 🙂

    Continuerò a seguire il tuo blog e ad attingere il più possibile alla tua esperienza nel copywrintig.

    A presto

    Leonardo

  6. Ciao Riccardo cercando il significato di Blogger sono entrata nel tuo blog lo letto con molto interesse essendo una blogger 5 anni fa apri un profilo e blog conobbi persone straordinarie ,mi insegnarono a farmi strada sul web e piano piano con le mie piccole capacita girando per vari siti web ho imparato come gestire un blog ,creando immagini, fare video ma tutto questo grazie ad alcune persone che erano gol blogger, ma hai me da tre anni a questa parte grazie ad una mela marcia non c’è più l’armonia che c’era all’inizi ,essendo di anima buona questa persona che sembrava l’angelo in persona la feci diventare gold ,non l’avessi mai fatto gelosie su gelosie a fatto in modo di diventare amica di chi gestisce il sito per mettere zizzania e c’è riuscita a fatto chiudere blog veramente belli dove si parlava di tutto e fa tenere aperto blog che nn hanno significato all’ora ti chiedo si può chiamarla una brava blogger una persona dovrebbe aiutare chi ne a bisogno mette solamente zizania fra blogger?

  7. Bellissimo articolo. Sarebbe interessante riuscire ad applicarlo anche nelle aziende, dove, invece, almeno nel mio caso, si è “l’uno contro l’altro armati”. Permettimi un pensiero che va al di là della sfera dei blogger: Secondo me è anche per l’incapacità di fare squadra che le imprese italiane “vecchio stampo” (parlo in senso generico, comprendendo anche gli studi professionali) sono in crisi, quando non chiudono addirittura.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here