Chi è e cosa fa il web content manager

Di Riccardo Esposito | Pubblicato il

Il web content manager è il professionista che si occupa della gestione dei contenuti di un sito web. Gestisce la struttura comunicativa di un sito web e organizza calendario editoriale di ogni canale relativo a un progetto su internet.


Oggi chi vuole fare un buon lavoro di marketing online non può fare a meno di un web content manager. Perché questa figura consente a ogni brand di esprimersi con chiarezza e continuità. Ma soprattutto seguendo un progetto unico, continuo.

web content manager

Perché nella maggior parte dei casi questo è il problem di molti progetti editoriali. Si inizia, si aprono blog e newsletter. Poi si abbandona tutto dopo aver improvvisato qualche pubblicazione creata dal nulla e senza puntare verso alcun obiettivo.

Non funziona così se hai un content manager dalla tua parte. Ma cosa fa esattamente questa figura professionale? Quali sono le sue specializzazioni? Può essere affiancata a quella del web editor o anche del copywriter? Scopriamolo insieme, avanti.

Chi è il web content manager

Si tratta di una figura professionale che si occupa della gestione dei contenuti su internet. Se parliamo della sua versione digitale comprendiamo anche tutte le attività che vanno oltre la rete ma comprendono come, ad esempio, le campagne di invio SMS.

Sono dettagli. Ciò che conta sapere è che questa figura professionale ha pieno contatto con tutto ciò che riguarda la pianificazione, programmazione e analisi dei contenuti che attraversano tutti i canali utili dal brand per presentarsi su determinate piattaforme.

Non lavora da solo, si affianca a professionisti specializzati nei singoli canali dell’universo content marketing. E può utilizzare tutti gli strumenti di questo paradigma come lo storytelling, il blogging, il podcasting, il video o l’email marketing e altro ancora.

Da leggere: come trovare lavoro come copywriter

Cosa fa il content manager

Questo professionista del content marketing deve studiare le soluzioni per sfruttare testi, immagini, video, audio e altre soluzioni per ottenere risultati concreti in termini di benefici per un progetto. Sia per le conversioni dirette che per la awareness, ovvero la riconoscibilità del brand da parte dei clienti. Nello specifico il content manager deve:

  • Studiare necessità del brand.
  • Analizzare contesto con competitor e target.
  • Individuare la strategia di contenuti migliore.
  • Gestisce le varie figure come copy, web designer, etc.
  • Analizza i dati e propone modifiche.
  • Prepara report per i clienti.

Cosa fa il digital content manager? Lavora attraverso l’ottica del ciclo di Deming, questo significa che procede in un processo di continua analisi e ottimizzazione delle attività. Osservando e migliorando sempre attraverso una prospettiva data driven.

Quanto guadagna un content manager?

Lo stipendio di un content manager in Italia è 34.500 euro lordi l’anno secondo il sito web Jobbydoo. Quindi raggiungiamo circa 1.800 euro netti al mese per chi lavora da diversi anni nel settore. Però ci sono guadagni annui differenti per esperienze diverse nel settore:

  • Stipendio minimo 22.000 € lordi.
  • Stipendio massimo 84.000 € lordi.

Un Senior Web Content Manager arriva a 52.400 € l’anno; un profilo Junior arriva a 22.100 €. Lavorare come esperto di contenuti a Milano permette di guadagnare di più, poi come città dove le offerte di lavoro sono più interessanti abbiamo Roma e Torino.

Quanto guadagna un content manager?

Inoltre ricorda che è una delle figure professionali del web marketing con il guadagno massimo più alto. È secondo solo al digital project manager. Supera addirittura il SEO specialist, il social media manager e copywriter come possibilità di stipendio.

Cosa studiare per lavorare nel settore

Non esiste un’università per diventare web content marketing manager. Però ci sono dei percorsi interessanti da seguire. In primo luogo devi contare sulle tue forze e fare formazione in autonomia, studiando fonti e aggiornando le tue competenze.

Di sicuro per lavorare come web content specialist devi avere una base forte in web marketing con un’inclinazione verso l’infarinatura generale. Il che non vuol dire sapere tutto e niente ma essere in grado di gestire strategie di content marketing trasversali.

Quindi capaci di comprendere ottimizzazione SEO on-page e web writing ma anche storytelling marketing e pubblicità. Dopo aver stabilito una competenza base in web e content marketing consiglio di seguire un corso per web content manager specifico.

Magari con una specializzazione in analytics che è sicuramente il ramo più complesso da affrontare in autonomia. Ma puoi affiancare anche una formazione per approfondire temi precisi ecco perché puoi proseguire con corsi per copywriter, storyteller e SEO expert.

Come diventare web content manager?

Per lavorare nel mondo del content management, quindi della gestione strategica dei contenuti, bisogna fare la gavetta in una web agency, reparto content marketing. Qui puoi acquisire le basi per poter poi decidere come muoverti con la tua professione.

Nel frattempo devi fare formazione, leggendo libri sul content management, e partecipare a eventi per acquisire competenze fresche. Magari portando avanti qualche progetto personale: un blog professionale, un account YouTube per caricare video.

Trova uno stage, inizia a lavorare nel settore contenuti di una web o digital agency magari prima come web content creator che gestisce un sito internet e poi come specialist. Infine puoi ambire al lavoro di content manager anche come freelance.

Da leggere: come diventare web writer

Come trovare lavoro nel settore

Termino questa piccola guida suggerendo come trovare lavoro come Web Content Manager nel marketing. In primo luogo suggerisco di iniziare il percorso lavorando sul proprio personal brand. Quindi, di base, bisogna creare un sito web e un blog personale.

Questo permette di dimostrare chi sei e cosa fai, lanci un curriculum online che sfrutta l’inbound marketing per farsi trovare. Poi utilizzi i vari tool e siti web per trovare lavoro online cercando proprio quello che ti serve. Valuta la possibilità di lavorare in sede

Motivo? Sarà più facile farsi le ossa: spesso chi inizia e avvia direttamente in smart working rischia di diventare un semplice esecutore. Invece devi rimanere al fianco di chi può insegnarti il lavoro. Sarà anche più facile trovarne uno nuovo.

Poi decidi se vuoi diventare freelance a questo punto la scelta di aprire un blog per trovare clienti online sarà stata quella giusta. Però ricorda di fare questo passo quando hai già abbastanza esperienza come content manager: la partita IVA non è per tutti.

Cosa studiare per diventare content manager?

Per intraprendere la professione del content manager dobbiamo avere una visione d’insieme del digital marketing e un focus specifico sui paradigmi del content marketing. Con specializzazioni sui principali canali comunicativi come il copy, l’audio e il visual.

Chi è e cosa fa il content marketing manager

Questa figura professionale si occupa della creazione delle varie strategie di content marketing per social, blog, siti web e newsletter. Lavora con web writer, social media manager, blogger, esperti SEO e tutte quelle figure che lo possono aiutare nelle attività.

Stessa cosa del Content management system?

No, anche se sono simili questi termini indicano due cose differenti. Il content management system (o CMS) è un software per la gestione dei contenuti tipo WordPress. Il content manager è una persona che magari usa un content management system per lavoro.

Riccardo Esposito

Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

Categoria: Lavoro online

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.