Copywriting persuasivo, come creare testi magnetici (con esempi chiari)

Di Riccardo Esposito | Pubblicato il - Aggiornato il

Un testo persuasivo è un contenuto scritto da un copywriter in grado di utilizzare le parole per aumentare le vendite. Questo è il concetto di copywriting persuasivo che funziona per landing page e inserzioni pubblicitarie online.


Il copywriting persuasivo raccoglie un insieme di tecniche e modelli con un obiettivo chiaro: scrivere testi convincenti, in grado di portare la scelta dell’individuo verso ciò che conviene alla tua attività. Ma quali sono i punti per creare un testo persuasivo?

persuasive copy
Il persuasive copywriting e le formule del successo.

Scrivere testi persuasivi è ciò che fa chi conosce i trucchi del persuasive copywriting ma è anche vero che non basta ragionare in termini di riprova sociale e il principio della scarsità è solo uno dei punti che mettono in pratica la scrittura persuasiva.

Esempio di testo persuasivo

Prima di iniziare a elencare i principi e le tecniche di persuasive copywriting è utile fare l’analisi di contenuto pensato per convincere e far fare al pubblico esattamente ciò che desidera l’autore. Ecco un esempio di testo persuasivo che si trova su una landing.

Esempio di testo persuasivo

C’è la riprova sociale che apre le danze del testo persuasivo, poi troviamo il titolo del blog che promette un passaggio chiave e un body copy che sfrutta la tecnica di copywriting after/before. Ovviamente la call to action si accompagna con i numeri.

Guardiamo questo esempio di testo persuasivo. Qui abbiamo un classico caso di tecnica PAS, ovvero dove c’è un problema che viene agitato nella prima parte. Nella secondo si procede con la soluzione che arriva puntualmente e con un esempio di CTA.

esempio persuasive copy

Devi mescolare informazioni, persuasione, attenzioni per i motori di ricerca. Una headline efficace sfrutta le keyword, dà concretezza, sfrutta dei dettagli per catturare l’attenzione.

  • Tempo – Impara a fare SEO in 6 mesi.
  • Risorse – Costruisci un blog spettacolare con 100 euro.
  • Citazione – I consigli SEO di Matt Cutts.

Sono titoli roboanti. Al limite dell’esasperato e della riprova sociale. Li ho creati per sottolineare un punto preciso: a volte la persuasione fa rima con inganno.

Vuoi puntare sulla scarsità delle risorse, sul tempo che non basta mai, quindi il titolo ti suggerisce questa formula: fare SEO in 6 mesi. Ma è vero? Lo sai che non è così.

Ma sai anche che se non lavori con la persuasione i click non arrivano. O ne arrivano di meno. Bene, davanti a queste obiezioni io rispondo così: c’è una differenza tra persuasione e inganno. E questa differenza mi permette di lavorare bene.

Racconta con le percezioni sensoriali

Una delle migliori tecniche di scrittura persuasiva: usa le emozioni per comunicare informazioni. Questo processo può avvenire attraverso una logica che riesce a contemplare uno dei parametri noti a tutti gli esseri umani, vale a dire il circuito dei sensi.

Come la vista o l’olfatto. Per scrivere testi persuasivi e contenuti in grado di convincere puoi creare dei parallelismi tra ciò che vuoi comunicare e una percezione sensoriale.

Da leggere: i migliori esercizi per copywriter

Informazioni e convenienza nel copy

L’ispirazione porta alla creatività, ma la creatività deve essere incanalata nella logica funzionalista del modello economico. Deve spingere verso un obiettivo.

Un testo creativo può essere divertente, geniale. Ma può anche fallire e mancare l’obiettivo. Vuoi un esempio? Ecco il confronto tra due banner pubblicitari.

copywriting persuasivo
Il copywriting persuasivo punta alla chiarezza.

A sinistra ci suggeriscono quanto sia facile allenarsi quando con 100 palestre a disposizione, a destra viene esaltato il risparmio e altri fattori materiali.

Il primo box segue un approccio creativo (tante soluzioni, tanto allenamento), mentre il secondo è la chiarezza fatta persuasive copywriting. Il primo è frizzante, effervescente.

Il secondo è così chiaro che ha aumentato le conversioni del 26%. E questi numeri sono importanti per confermare l’importanza del copywriting persuasivo in un processo dedicato alla creazione dei testi persuasivi che incentivano l’acquisto.

Stile amichevole, scrivi per un amico

A me piace dare del “tu” al lettore, essere vicino alle sue esigenze e cercare di fargli capire che i suoi problemi sono simili ai miei. Gli parlo come se fosse una persona con la quale credo di avere molto in comune: questo è il web writing, almeno per me.

Il modo più semplice per acquisire dati sul pubblico di riferimento è quello di farne parte. Unisciti alla comunità che vuoi raggiungere con il copywriting persuasivo, inserisci la tua voce nelle discussioni che nascono sul web: commenti, Twitter, Facebook, Quora.

Non essere avaro nella conversazione, dai tutto quello che puoi. Rispondi alle domande con gentilezza e cerca di essere il più completo possibile, soprattutto quando sei nuovo in una determinata community. Devi costruire la tua reputazione online. Partecipare alla vita della tua audience vuol dire imparare qualcosa di nuovo, raccogliere informazioni su bisogni e necessità. Se vuoi unire psicologia e copywriting devi conoscere il pubblico.

Parole brevi, frasi brevi, paragrafi brevi

Le persone si annoiano in fretta e non bisogna perdere tempo, hai pochi secondi per catturarle. Inizia con paragrafi brevi, introducendo l’argomento senza giri di parole e impara a fare persuasive online copywriting. Devi catturare l’attenzione.

above the fold
Il grafico che chiarisce il pensiero di Nielsen.

Altrimenti ti abbandoneranno. Vedi questo grafico di Jakob Nielsen? Indica quante persone rimangono above the fold, nella prima schermata del sito. Leggono l’headline e il primo paragrafo e poi decidono se continuare o meno grazie al copywriting persuasivo.

Prenditi delle pause prima di consegnare

Il copywriting persuasivo non è sinonimo di improvvisazione. Che sia un bodycopy, un payoff, un long form content o un articolo del blog la regola è la stessa.

La rilettura a freddo è l’ideale per migliorare forma e grammatica. L’ideale è scrivere la sera per rileggere la mattina, così da scrivere meglio in meno tempo.

Usa i numeri quando scrivi i titoli magnetici

Una ricerca di Conductor ha messo in evidenza questo elemento: le persone amano i numeri nei titoli. Perché le liste puntate sono così interessanti, quasi ipnotiche

E perché si usano sempre nelle headline? I numeri danno certezza, hanno un potere scientifico e consentono di ottenere autorevolezza nei confronti dell’utente.

Le cifre organizzano i contenuti e ne facilitano la fruizione. Non esagerare con i punti e utilizza titoli che rispecchino ciò che hai scritto: mantieni le tue promesse.

Investi sulle headline, i titoli sono utili

Investi 10 minuti in più per preparare una headline: calcola la lunghezza, la posizione delle keyword e cerca di organizzarla in rapporto con la description del post.

Il titolo online può essere un tag H1 per la pagina o un tag title. In entrambi i casi devi seguire la regola base del web copywriting che funziona e che raccoglie i risultati: una headline efficace informa, emoziona e si prende cura della SEO.

Le persone devono rimanere coerenti

Uno dei presupposti per creare dei testi magnetici per il target: devi sfruttare il principio di impegno e coerenza. Come indicato anche dal testo di Robert Cialdini, Le Armi della Persuasione, si tratta di un elemento chiave del persuasive copywriting.

principio impegno e coerenza
Tecnica di impegno e coerenza.

Guarda questo esempio di copywriting persuasivo: difficilmente l’utente sarà disposto a entrare in contrasto con le proprie idee: chi ha già abbastanza traffico? Nessuno vuole essere in contraddizione, è un esercizio di copywriting difficile da mettere in campo.

Vantaggi e benefici per vendere con il copy

Non riesci a scrivere l’introduzione? Prosegui. Raramente scrivo un articolo dall’inizio fino alla fine seguendo gli step introduzione – analisi – conclusione. Però alla fine controllo che ci siano tutti: il blocco dello scrittore gioca brutti scherzi.

Scegli una buona audience, devi seguirla

Cerca di capire i problemi del pubblico: prendere bene la mira è più remunerativo di tirare a casaccio sperando di essere trovati grazie alle keyword nel titolo.

Questo significa che devi fare un’analisi delle parole chiave per capire cosa vogliono le persone e individuare headline avvincenti, tipici del copywriting persuasivo.

Come funziona Answer The Public.

Puoi iniziare questo lavoro con Semrush e Ubersuggest, ma uno dei tool più indicati per trovare argomenti da trattare nei post è Answer The Public che riporta proprio le domande espresse dalla tua potenziale audience nel motore di ricerca.

Usa la psicologia nel persuasive copywriting

Devi forse usare trucchi e strategie per piegare la mente delle persone? Vuoi aumentare le vendite con il copywriting persuasivo? Non lo farai con qualche tecnica di comunicazione e persuasione insistente. Tutto si ottiene con la chiarezza e la semplicità.

Nel momento in cui conosci il tuo pubblico, le sue esigenze e i problemi che lo attanagliano hai solo un obiettivo: sviluppare testi persuasivi, ecco gli esempi.

Avversione alla perdita

Se vuoi usare la psicologia nel copywriting devi tener presente che le persone hanno una chiara avversione alla perdita. Questo significa che non amano perdere i propri averi. Ma questo è chiaro già dall’inizio, a nessuno piace rimettere qualcosa.

Però le persone, in media, tendono a preferire il risparmio al guadagno. Quindi, con l’avversione alla perdita, intendiamo quella tendenza a preferire di più una mancata perdita a un possibile guadagno. Non vale sempre, devi studiare il target.

Riprova sociale e psicologia

Un principio di riprova sociale può fare la fortuna di un copywriter digitale. Perché giochiamo su un bias cognitivo spettacolare: le persone si fidano degli altri individui. Sei io leggo l’opinione di un altro professionista come me tendo a essere rassicurato.

Usa i numeri per comunicare autorevolezza.
Usa i numeri per comunicare autorevolezza.

Vuol dire che quel prodotto è scelto, usato, preferito. Ovviamente nella psicologia del copywriting emerge anche il concetto di quantità, per questo spesso si usano i numeri nei titoli, nelle headline e nel body copy: permette di definire un volume.

Attenzione all’uso dei numeri: quando sfoggiamo cifre specifiche, non arrotondate, comunichiamo scientificità e rispetto per i dettagli. Diamo l’impressione di fornire un servizio preciso, reale, accurato. Per il quale abbiamo investito del tempo.

Effetto primacy e recency

Che sia una landing page, una sales letter o un post del blog non fa differenza: le persone sono sensibili a questo principio della comunicazione persuasiva ed efficace.

effetto primacy e recency
Psicologia e copywriting, effetto primacy e recency.

L’effetto primacy e recency ci suggerisce che le persone ricordano con maggior probabilità ciò che si trova all’inizio e alla fine di una comunicazione. Ecco perché quando un cameriere al ristorante elenca i dolci tu scegli esattamente ciò che loro vogliono vendere: mettono all’inizio e alla fine della lista i prodotti che costano di più.

Studia il mindset del pubblico

Ovvero studia la mentalità dei lettori: quali persone ammirano? Quali sono i valori fondamentali? Come guardano il mondo? Questa è psicologia del copywriting.

Non è difficile rispondere. Con Facebook, Twitter, YouTube e LinkedIn puoi sbirciare nella vita del pubblico senza diventare invadente: ci sono i contenuti condivisi.

psicologia nel copywriting
La strada verso il successo è ricca di domande.

E poi Google ti fornisce una marea di dati sull’audience che vuoi raggiungere. Devi monitorare le keyword legate all’universo che vuoi studiare con i classici tool:

Tutto questo senza dimenticare i dati che puoi estrapolare con la keyword research affrontata e diretta su altri SEO tool gratuiti o meno (ma sempre virtuosi) come:

  • Answer The Public.
  • Ubersuggest.
  • Semrush.

La ricerca delle parole chiave è importante per ottimizzare un testo in chiave SEO, ma anche per comprendere il target. In questo modo puoi ottenere le reader personas, a proposito: ecco il modello che puoi usare per rendere l’opera completa.

La scarsità e la psicologia

Questo è uno dei pilastri della psicologia e del copywriting persuasivo che permette al professionista della parola di convincere le persone a muovere i passi giusti: gli individui sono sensibili nei confronti di tutto ciò che sta per finire.

Quindi puoi usare il principio di scarsità, ad esempio, nelle call to action. Ovvero quando stai per richiamare l’utente a svolgere un’azione e lo avverti, ad esempio, che ci sono solo pochi posti rimasti o un numero limitato di giorni per lo sconto.

Scopri il problema di chi legge

Le persone amano chi capisce e risolve i problemi. Quindi, individuare i dubbi della tua audience vuol dire trovare la chiave per far breccia nel cuore dei lettori.

Ma così puoi scoprire le falle della concorrenza o una mancanza del tuo settore: spulciare tra i reclami e i problemi irrisolti può essere una buona occasione per intercettare i bisogni, per conquistare nuovi e vecchi lettori con il persuasive copywriting.

Crea il bisogno di coerenza

Conosci il principio di impegno e coerenza? È un bias cognitivo utile nel persuasive copywriting perché costringe le persone a non cadere in contraddizione con:

  • Pensieri.
  • Convinzioni.
  • Azioni precedenti.
  • Esperienze.

Un bravo copywriter può sfruttare il bisogno di essere coerenti con le proprie azioni per ottenere dei vantaggi e creare delle call to action capaci di fare la differenza. Un esempio chiaro di impegno e coerenza nella psicologia del copywriting?

Quando fai un lavoro di upselling – quindi nel momento in cui vuoi vedere qualcosa di più costoso – ricorda all’utente che la scelta precedente l’ha fatta per un motivo.

Se ha acquistato un abbonamento a un servizio per un motivo, sempre per lo stesso può fare un passo avanti. Ha uno scopo e tu lo devi ricordare con il copywriter persuasive.

Da leggere: quali sono i principali bias cognitivi

Trucchi per usare il copywriting persuasivo

Ce ne sono tanti di consigli per lavorare come un professionista della parola scritta ma questi sono i punti che io voglio sempre mettere in evidenza. Sei d’accordo? Hai altri trucchi per scrivere come un esperto di copy efficace da mettere in campo?

Riccardo Esposito

Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online (bio di Riccardo Esposito).

Categoria: Scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto