Un commento sul tuo blog è un bene prezioso, un segno tangibile lasciato da un lettore che vuole congratularsi con te, farti i complimenti per il lavoro svolto e, perché no, darti qualche buon consiglio anche attraverso critiche costruttive.

scrivere macchina
Rispondere sempre ai commenti. Con qualsiasi mezzo.

E ti assicuro che non è il massimo impegnarsi nello scrivere un ottimo commento di analisi e approfondimento per poi non ricevere uno straccio di risposta. Ci sono decine di ragioni per cui vale la pena rispondere ai commenti. Famous Blogger ne ha individuati un paio:

Rispettare chi legge il tuo blog

I tuoi lettori non sono numeri e linee su Google Analytics: sono delle persone con sentimenti, passioni e idee. Se dai rispetto riceverai (molto probabilmente) rispetto, e rispondere con educazione ai commenti è sicuramente un modo per dimostrarlo.

Costruire buone relazioni

Una rete di relazioni è indispensabile per un blog di successo. E come si costruiscono relazioni lunghe e durature se non rispondendo ai commenti, intavolando discussioni, rilanciando argomenti e rispondendo ai quesiti? Magari usa una buona call to action alla fine dei post per invogliare le domande degli utenti più affezionati.

Aumentare le visite

Un lettore che riceve una risposta utile al suo commento è un lettore soddisfatto, un lettore che vorrà rafforzare le relazioni con te e scriverà sempre con piacere sul tuo spazio web. E non solo: molto probabilmente si iscriverà al tuo feed, retweetterà i tuoi contenuti e, se ha un blog, ti linkerà con gran piacere… insomma, credo che possa bastare.

Consolidare la fiducia

Sapere che al di là del monitor c’è una persona umana serve a rafforzare la fiducia con la tua audience. E sai benissimo che non sto parlando di quisquilie: la fiducia nel web 2.0 è un bene che si guadagna a fatica e che difficilmente può essere recuperata. Mentre rispondi ai tuoi lettori condividi le tue conoscenze, usa una buona formattazione e inserisci i link necessari per rendere il tutto più appetibile.

Quindi…

Devi rispondere a ogni singolo commento che passa sul tuo blog? Non è un obbligo assoluto. Anche Francesco Gavello sottolinea quanto sia importare fare un’attenta selezione dei commenti che meritano realmente di ottenere una risposta. Soprattutto quando si tratta di semplici complimenti o messaggi al limite dello spam.

Per approfondire ti consiglio di dare uno sguardo a questo articolo. Nel frattempo giro a te la domanda: tu rispondi sempre ai commenti lasciati sul tuo blog?

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

7 COMMENTI

  1. hehe per i messaggi al limite dello spam non so cosa intendi, ma a volte anche solo un complimento e un grazie fanno sempre piacere… certo i commenti migliori sono quelli che approfondiscono l’argomento o pongono domande, non rispondere a questi commenti significa che proprio non importa nulla al blogger degli utenti e tanto vale che non li abiliti neanche.

    Per i commenti c’è un plugin per wp veramente utile che in futuro conto di mettere che è subscribe to comments, lo conosci?

    ciao

    • Siao Evilripper

      Per i commenti al limite dello spam intendo quei messaggi che esagerano nel loro essere promozionali. E’ giusto lasciare commenti per fare pubblicità al proprio blog ma bisogna anche rispettare le regole!

      Sì, conosco subscribe to comments: credo che sia una buona soluzione per implementare le conversazioni nei commenti. Magari rendi pubblica la sua introduzione come ha fatto Francesco Gavello.

  2. Parole Sante! Gestire un blog (o qualunque altra attività social) infatti non può limitarsi nella semplice pubblicazione di contenuti, ma deve prevedere anche una gestione onnicomprensiva di tutto ciò che ci sta intorno e l’attenzione verso i commenti degli utenti è la prima forma di rispetto (nonchè operazione fattiva di gestione) da mettere in atto per assicurare un buon funzionamento alla struttura.

    • Ok, ora una domanda che mi è stata fatta offline da un amico.

      Un commento che chiede di approfondire un argomento di cui non sei padrone è meglio lasciarlo senza risposta, risponderlo improvvisando qualcosa o metterlo in attesa di qualche giorno per fare qualche ricerca? Puoi, invece, ammettere semplicemente la tua incompetenza?

  3. Per quanto riguarda la tua ultima domanda, a mio avviso la strada migliore da fare è quella di rispondere dopo aver approfondito per quanto possibile l’argomento, ma ammettendo allo stesso tempo la propria poca dimestichezza con esso. Cercare poi se possibile di fornire delle fonti più approfondite e competenti. Magari collaborare per trovare una soluzione insieme a chi ha commentato, in una sorta di lavoro di squadra.

    Ciao!

    • Mi sembra un buon modo di procedere. In particolar modo cerco di dare sempre dei buoni riferimenti: anche un solo link consigliato può essere utile a chi cerca spiegazioni e chiarimenti su un argomento.

  4. Concordo con la risposta di Paolo: rispondere su argomenti nei quali si è poco preparati non ha senso. Meglio ammettere la propria “ignoranza”. Più volte ho ribadito che i Social rivelano la nostra vera essenza. Ci credo fermamente. Ammettere il proprio limite, per informarsi e rispondere ad un lettore che ha dimostrato di voler interagire con te, inoltre aumenterebbe quella che i tecnici chiamano “web reputation”… Insomma essere se stessi e dare attenzione a chi legge e trova tempo di scrivere… Grazie Riccardo, ti seguo sempre con interesse perchè i tuoi contenuti sono utili, semplici, concreti e assolutamente da leggere! Buona serata!

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here