Cos’è l’empatia?

Si tratta di un sentimento indispensabile per chi decide di fare web marketing in modo da intercettare le necessità del pubblico. Chi fa pubblicità deve essere empatico. Ma cosa significa?

L’empatia è il sentimento umano che ti permette di capire l’altro e condividere il suo stato d’animo. Rappresenta il tentativo dell’altro di entrare in contatto con quello che provi, ed è una caratteristica fondamentale da coltivare sempre.

Cos'è l'empatia?
Cos’è l’empatia?

Ma perché è così importante l’empatia tra due individui? Quando una persona è empatica e come aumentare la capacità di entrare in contatto con l’altro?

Cos’è l’empatia, spiegazione chiara

Si tratta di un processo cognitivo che ti consente di riconoscere lo stato d’animo altrui e comprenderlo attraverso un legame emotivo. Anche se può sembrare un sentimento superficiale, si tratta di un paletto decisivo per creare buone relazioni e comprendere il prossimo.

La capacità di coltivare e sviluppare questa componente permette di creare rapporti solidi e duraturi. Proprio perché l’empatia va oltre concetti differenti e non sempre positivi come la pietà, o la compassione: l’empatia è partecipazione corale.

Qual è la sua componente cognitiva?

Il concetto di empatia riguarda un meccanismo profondo che porta l’individuo a sfruttare delle leve importanti della psicologia cognitiva e dei processi mentali.

Quindi ipotizza lo stato d’animo di una persona che si trova di fronte – che può essere triste, allegra, speranzosa – e si sintonizza sulla stessa condizione.

empatia
Cos’è l’empatia e cosa significa.

Per raggiungere il concetto che si trova nel termine originale, la sua etimologia è chiara: ἐν e -πάθεια, in sofferenza. Quindi mettersi nei panni di qualcuno.

Come svilupparla e coltivarla

Di sicuro non possiamo parlare di una tecnica specifica per sviluppare a comando questa sensibilità, la capacita di comprendere lo stato d’animo altrui. Di sicuro uno dei metodi per svilupparla è la capacità di ascolto: metti in pausa la tua voce.

“Nelle scienze umane, designa un atteggiamento verso gli altri caratterizzato da un impegno di comprensione dell’altro, escludendo ogni attitudine affettiva personale (simpatia, antipatia) e ogni giudizio morale”.

WIKIPEDIA

A cosa serve l’empatia nel marketing

Pensa al lavoro sul target. Questo sentimento è fondamentale per ottenere un risultato utile in termini di ricerca del tone of voice e definizione delle personas.

Chiaramente il lavoro da svolgere deve essere basato anche e soprattutto sui dati, ma è impossibile prescindere anche da un buon lavoro che chiami in causa l’empatia.

11 COMMENTI

    • Perché? Credi che i commenti Facebook possano dare qualcosa in più al mio blog?

      Grazie per il tuo commento, Daniele!

  1. E’ uno strumento fondamentale per curare il blog, contenuti utili di cui si ha sempre bisogno e di cui spesso viene fatta la ricerca in rete. Insomma il classico che cosa vorrebbero leggere è sempre attuale ed è un’ottima arma in termini di visibilità e seo.

  2. Credo che l’empatia intesa nel suo senso più intimo non possa prescindere il contatto umano. Empatia intesa come “patire con”.
    In questo senso un blogger empatico sarebbe una forzatura.
    Assumere e/o cercare il punto di vista del lettore è uno strumento imprescindibile ma credo che l’empatia vada un po’ oltre e non sia totalmente applicabile alla scrittura.

    • Credi che un coinvolgimento massimo dell’autore nelle problematiche del lettore non sia un fattore positivo?

      Eppure in questo modo si riuscirebbe a descrivere bene il punto di vista del lettore. Si riuscirebbe a cogliere il suo stato d’animo.

      Certo, ci vuole sempre il giusto distacco.

  3. Anche io vorrei dire la mia, anche se sono un novello…
    Concordo con Daniele, scrivere il proprio nome mail ,commento, risulta per molti una scocciatura. Prendo il mio caso del mio blog, molte persone mi hanno fatto i complimenti
    è piaciuto, ma nessuno di questi ha messo un commento nel mio blog, pochi mi piace, sarà, che è presto ancora? gli argomenti sono poco interessanti? devo scoprirlo.
    Nel frattempo partecipo anch’io al festival dell’ovvio…faccio i complimenti a Riccardo per il post

    • Ciao Fabio,

      I complimenti non sono mai ovvi, è sempre un piacere riceverli.

      E non perderti il post che pubblicherò domani!

  4. Credo anche io che l’empatia sia un elemento fondamentale, applicabile sia alla vita online che offline. Certo non è una prerogativa di tutti, ma, opinione personale, il fatto che qualcuno si ponga domande in questo senso significa che ha una sensibilità maggiore verso il suo lavoro, i suoi utenti, etc.
    Grazie per lo spunto di riflessione 🙂

  5. Sono completamente d’accordo, l’empatia: fondamentale per comunicare idee, progetti, per vendere, per farsi ascoltare quando si pensa di avere qualcosa di fondamentale da dire. Se ci mettessimo in ascolto e riuscissimo ad intercettare gli altr*, capiremmo anche se la nostra urgenza di comunicare sia autentica.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here