Come scrivere un testo descrittivo , tutorial con esempi soggettivi e oggettivi

Di Riccardo Esposito | Pubblicato il

Per fare un testo descrittivo devi fare una buona ricerca per ottenere fonti chiare e decidere se fare un testo in forma oggettiva o soggettiva. Poi devi creare una scaletta con i vari punti da affrontare e infine scrivi con chiarezza.


Creare la descrizione di un oggetto o una persona è uno dei compiti base di chi vuole imparare a scrivere meglio. Si tratta di un tema già noto nelle scuole medie e superiori, spesso i ragazzi devono consegnare delle descrizioni di animali, individui e luoghi.

fare un testo descrittivo

Il tema descrittivo è un percorso che deve essere approfondito anche da chi scrive per lavoro e si specializza in web writing, storytelling e altre materie che prendono spunto dalla scrittura creativa. Ma come fare un testo descrittivo? Ecco tecniche ed esempi.

Cos’è il testo descrittivo, definizione

Il testo descrittivo è un contenuto pensato per dare indicazioni rispetto a un tema. L’obiettivo è quello di consentire al lettore di capire e contestualizzare l’argomento. Di sicuro questo è uno degli stili comunicativi più utilizzati nel campo della scrittura.

Anche perché lo scopo di questo contenuto pensato per descrivere persone, luoghi e oggetti può essere informativo ma persuasivo e convincente. D’altro canto in alcuni contesti non c’è nulla di più convincente delle informazioni chiare e ben confezionate.

Ecco perché una persona che sa come si scrive un testo descrittivo può creare documenti tecnici, opuscoli, guide e articoli di approfondimento. Quindi può lavorare a pieno titolo come web writer e copywriter. Anzi, direi che saper fare un testo descrittivo è una condizione essenziale per lavorare come professionista della scrittura sul web.

Esempi svolti per scrivere temi descrittivi

Per capire come si fa un testo descrittivo bisogna procedere con indicazioni concrete. Ecco, quindi, alcuni esempi di testi descrittivi dedicati a temi comuni che potrebbero interessare chi deve scrivere un articolo di giornale o un tema per il compito a scuola.

Testo descrittivo di un luogo

Roma è una metropoli situata nella regione Lazio. Spesso viene chiamata La Città Eterna o La Capitale. Nel suo territorio è possibile visitare anche il Vaticano, uno stato indipendente dove si trova la Basilica di San Pietro. A Roma possiamo visitare monumenti storici come il Colosseo, i Fori Imperiali e il Circo Massimo che testimoniano la storia di questa città.

Testo descrittivo di una persona

Giovanni è alto 1 metro e 78 centimetri, ha i capelli castani e gli occhi verdi. Nato il 25 marzo 1981, Giovanni si è laureato con 110 e lode in Scienze della Comunicazione frequentando La Sapienza di Roma. Oggi lavora come web writer freelance ed è felicemente sposato, ha una figlia. Di solito ama prendersi cura della sua casa, è di indole tranquilla ma ogni tanto esce con gli amici.

Testo descrittivo di un animale

Il cane è un mammifero a 4 zampe che spesso viene utilizzato come animale da compagnia. Ci sono diverse razze di cane e alcune possono essere utilizzate, ancora oggi, per lavori e attività come la guardia di un'abitazione, la ricerca di oggetti specifici, il controllo di altri animali. Il pelo del cane può avere forme, consistenze e colori differenti in base alla sua razza.

Differenza tra testo oggettivo e soggettivo

Prima di iniziare a scrivere un testo descrittivo devi prendere in considerazione come vuoi o devi realizzarlo. La prima distinzione tra i vari stili di scrittura: oggettivo (o impersonale ) oppure soggettivo. Ecco al descrizione dei vari testi descrittivi con esempi utili.

Tema descrittivo in stile impersonale

Significa che la descrizione segue uno approccio oggettivo, lontano dalle opinioni personali ma legato a una stesura asciutta del fatto, del luogo, della persona. Si tratta del classico stile giornalistico che si usa per un articolo di cronaca o un comunicato stampa.

Tema descrittivo in forma soggettiva

L’esatto opposto del precedente. Fare un testo descrittivo in forma soggettiva o personale vuol dire inserire una serie di valutazioni legate alla propria percezione della realtà. Un esempio chiaro è quello della critica giornalistica o letteraria: c’è opinione.

Come scrivere un testo descrittivo

Meglio un contenuto descrittivo lungo o breve? Devo essere avaro di dettagli o approfondire? Nell’infinita polemica tra le due scuole c’è un punto a favore della sintesi.

Le persone non leggono. Arrivano sul tuo articolo e guardano. Quindi devi migliorare comprensione del testo. Ecco come si scrive un contenuto descrittivo efficace.

Lavora sempre sui 5 sensi

Come iniziare la descrizione di un paesaggio o di una persona? Punta sul coinvolgimento di più sensi: dimostra cosa vedono gli occhi, come appare al tatto, cosa prova l’olfatto. Ad esempio, non ci sono solo colline verdi ma anche profumo di fiori se descrivi un luogo.

Punta sulla semplicità

Scrivi frasi brevi, paragrafi dedicati a un concetto. Non accavallare le idee, lascia che si alternino con gli spazi bianchi. I paragrafi sono un invito a prendere fiato, a riflettere e a dividere blocchi di testo che sarebbero impresentabili senza formattazione.

Vuoi un altro consiglio per migliorare la scrittura dei contenuti descrittivi? Usa parole semplici, dirette, di uso comune per il tuo target. Evita termini complessi e difficili, sciogli gli acronimi poco noti e i termini professionali lontani dal tuo pubblico.

Leggibilità e scrittura descrittiva

Come iniziare un testo descrittivo? Formatta, dividi, evidenzia, attira l’attenzione sui punti importanti. E usa le liste puntate: sono un toccasana per la leggibilità dei tuoi articoli.

L’architettura dell’informazione ha bisogno di organizzazione in blocchi. La struttura di un articolo descrittivo non può ignorare un buon lavoro sui paragrafi e sottoparagrafi.

Cerca di andare subito al sodo

“On the average Web page, users have time to read at most 28% of the words during an average visit; 20% is more likely”. Sono numeri presi dal sito di Jackob Nielsen e lasciano delle informazioni drammatiche: le persone leggono il 20% del testo.

Ovviamente è una media, non rappresenta la realtà, ma è utile per capire la direzione da seguire per ottimizzare la leggibilità e migliorare comprensione del testo.

D’altro canto questo grafico mette in relazione tempo trascorso su un articolo e lunghezza: se hai tanto da dire devi imparare a scrivere un post lungo in modo da renderlo piacevole. Altrimenti rischi di essere ignorato, superato e dimenticato.

testo letto in media

Nello stesso articolo vengono citati i dati di una ricerca che prende in esame 59.573 pagine visualizzate e arriva a questa conclusione: 10.163 documenti (17%) vengono abbandonati dopo 4 secondi, il tempo di un brief visuale. Ecco perché è importante evidenziare le informazioni. Come si scrive un testo narrativo descrittivo?

Sciogli i nodi per descrivere bene

Evita la forma passiva, doppie negazioni che complicano i periodi, incisi interminabili, aggettivi e avverbi inutili, superlativi. A volte sono elementi ridondanti e inutili che hanno un unico ruolo: distogliere l’attenzione da ciò che serve al lettore.

Porta concetti chiave in evidenza

Come anticipato, le persone leggono in modo particolare. Saltano da un blocco a un altro e può essere un problema se vuoi portare l’attenzione su un passaggio. Però puoi usare grassetto e box di colore differenti per attirare l’attenzione.

Prova a usare gli occhielli per evidenziare sintesi e concetti fondamentali. Sono un ottimo modo per richiamare l’attenzione dei lettori, per evitare che si annoino. Qualche idea per migliorare un testo descrittivo? Fa’ in modo che i concetti emergano.

Il catenaccio è il testo incorniciato dall’articolo che mette in evidenza un passaggio. Ma anche virgolettati, consigli, elementi decisivi per chi legge. Quando mi chiedono come scrivere un articolo di giornale con un tema descrittivo cito sempre questo elemento.

Puoi sfruttare la stessa logica su WordPress e creare delle piccole strutture testuali per evidenziare i punti utili per chi legge. magari una frase, un consiglio utile. Sembra una soluzione difficile da applicare? Basta un plugin: Perfect Pullquotes.

Effetto primacy ed effetto recency

Le cose più importanti (concetti, idee, focus dell’articolo, punti salienti) vanno inserite all’inizio e alla fine del testo. Perché qui le persone prestano più attenzione.

Effetto primacy ed effetto recency
All’inizio e alla fine del contenuto.

Non è un elemento casuale ma una tendenza. Si chiama effetto primacy e recency: c’è maggior attenzione a ciò che viene elencato all’inizio e alla fine. Ciò significa che devi dare maggior peso a queste sezioni? Certo, ma non a discapito del contenuto.

Usa con attenzione i connettivi logici quando scrivi

Come migliorare la comprensione del testo? Devi utilizzare al meglio i connettivi logici, ovvero gli elementi che consentono di creare una buona conseguenza e coesione degli elementi di una frase. Quali sono i principali connettivi da utilizzare?

Perché, ovvero, infatti, insomma, quindi, perciò. Spesso questi elementi vengono visti come ripetizioni e ridondanze: vero, però bisogna anche curare una buona lettura. L’Incapacità di comprendere un testo spesso dipende da questi dettagli.

Caratteristiche dei testi descrittivi online

In alcuni casi la descrizione di luoghi, città, fatti e persone riguarda la pubblicazione di testi online. E si traduce nella scrittura di un articolo del blog. Come procedere in questi casi? Quali sono le regole di un documento descrittivo da pubblicare su internet?

Dai respiro e spazio bianco alle parole che scrivi

Dividi il testo in paragrafi. Questo aiuta ad abbattere il muro di parole e a dare aria al testo. Gli spazi bianchi sono fondamentali per migliorare la comprensione del testo. Per ottenere buoni risultati devi rispettare anche altre misure interne del testo.

Dai respiro e spazio bianco alle parole che scrivi
Lo spazio tra due righe secondo www.justinmind.com.

Ad esempio è molto importante curare anche lo spazio di interlinea che non deve essere troppo ma neanche scarso. Qual è la giusta proporzione per scrivere meglio?

L’interlinea dovrebbe essere il 150% del font utilizzato per scrivere il body copy. Per gli heading, H2 e H3 che introducono i paragrafi, bisogna utilizzare uno spazio tra ultimo rigo e intestazione superiore per dare il senso di stacco tra le varie sezioni.

Formatta per migliorare comprensione del testo

Un punto per migliorare comprensione del testo descrittivo è dedicato alla formattazione, agli elementi che ti permettono di dare una caratteristica estetica al testo. I comandi principali si trovano in tutti gli editor e si riassumono in tre punti sostanziali:

L’elemento che ti interessa è il grassetto, il comando che ti consente di marcare i contorni delle lettere. Come si formatta un testo? Applicando la leggerezza. Evidenzia solo ciò che serve, non inondare l’articolo con quintali di grassetto: è inutile e controproducente.

TagRisultatoSignificato
<strong>Testo in grassettoParole in evidenza
<em>Italico o corsivoCitazioni, parole straniere
<ins>SottolineatoAttirare attenzione
<del>BarratoCancellare testo

Come si usa il grassetto per migliorare il testo? Cerca di creare un percorso interno: usa il grassetto per evidenziare le parole di un percorso capace di portare il lettore verso le tue conclusioni, dirigilo sul significato che ti interessa e che vuoi proporre.

Meglio <strong> o <b>? Entrambi inseriscono il grassetto ma il <b> non aggiunge valore semantico, solo estetico. Se vuoi dare enfasi a una parola, devi usare il tag <strong>.

Visual e scrittura dei contenuti web

Integra i codici comunicativi, non fossilizzarti solo sulla scrittura o sulle immagini e i video. Integra, mescola, connetti forme diverse della comunicazione online.

Oggi il web si compone di contenuti multimediali e permette di creare pagine web capaci di comunicare un concetto in forme differenti. Non devi usarle tutte, non per forza. Ma ricorda che c’è una grande tendenza verso la comunicazione visual: non ignorarla.

Lavora bene sul SEO copywriting

Se vuoi migliorare la scrittura dei contenuti descrittivi su internet non puoi ignorare questo punto. Devi fare una buona keyword research per capire cosa vogliono le persone.

Ciò significa usare strumenti avanzati come Answer The Public, Google Trends, Semrush e Ubersuggest. Obiettivo? Capire quali sono i temi da affrontare nei post.

Per poi creare dei contenuti allineati con il pubblico: questo per me è SEO copywriting, non di certo la ripetizione di keyword, sinonimi e correlate bel testo. Il significato della scrittura articoli SEO va oltre questo e punta sull’intento di ricerca.

Non riciclare notizie (e non copiare)

Scrivi cose che interessano, non rimbalzare le notizie degli altri. I tuoi articoli descrittivi devono essere sempre lo specchio dei tuoi pensieri. Prendere spunto è importante, citando sempre le fonti. Ma creare un progetto sulle spalle di altri è un errore.

Evidenzia per migliorare comprensione del testo

Usa il testo evidenziato per dare enfasi a un passaggio, magari a una frase o a una parola. Ci sono dettagli che hanno bisogno del testo evidenziato come, ad esempio, la data ultima di uno sconto o il coupon necessario per sfruttare un’offerta.

Come si evidenzia il testo? Cambia colore allo sfondo, lo puoi fare con il codice HTML. Se usi WP Canvas Shortcode puoi sfruttare un’alternativa elegante. Questo plugin, infatti, permette di inserire del testo evidenziato nei tuoi testi descrittivi su internet.

Non forzare ritmi di pubblicazione

Scrivi solo quando sei sicuro di avere qualcosa di importante da dire, e non per riempire le pagine. Altrimenti rischi di perdere l’attenzione dei testi descrittivi: è normale sbagliare se forzi il ritmo di pubblicazione con contenuti descrittivi poco interessanti.

Unisci scrittura ed estetica del testo

Lavora a stretto contatto con il tuo web designer. L’estetica può evidenziare il testo, può accompagnare l’utente verso la lettura. Seconda opzione: diventa anche web designer, lavora sulla formazione e impara i segreti del CSS e dell’usabilità online.

Togli quello che non serve nel testo

Questa è una regola chiave per migliorare comprensione del testo. Se vuoi rendere accessibile a tutti il tuo contenuto devi semplificare. Scrivere per farsi leggere significa questo: eliminare il superfluo per far emergere ciò che vale.

Quanto deve essere lungo un articolo desscritivo? Difficile dirlo. Però molti credono che il contenuto debba essere abbondante, perché ci sono ricerche che suggeriscono una relazione tra posizionamento SEO e quantità del testo. Possibile? È vero?

migliorare comprensione del testo
Le persone cercano risposte rapide.

Non è un’idea assurda: soddisfare più intenti di ricerca vuol dire avere dei vantaggi potenziali sul motore di ricerca. Ma guarda questo grafico di dejanseo.com: la gente se ne va se non trova ciò che vuole. Questo non vuol dire ammorbare gli articoli con:

  • Avverbi e aggettivi inutili.
  • Giri di parole senza utilità.
  • Concetti ribaditi per fare massa.
  • Approfondimenti superflui.
  • Parole non funzionali.
  • Termini incomprensibili.
  • Incisi e parentesi non funzionali.

Il concetto: devi snellire senza svilire. Preferisci la parola semplice e diretta al termine ricercato, ma usa quella parola se vuoi esprimere esattamente quel concetto.

Sfrutta subito visual quote per emergere

Le immagini raggiungono l’obiettivo: comunicano in un tempo minimo il significato che vuoi veicolare. D’altro canto le citazioni del testo estrapolano un elemento e lo mettono in evidenza. Ecco perché le visual quote sono perfette per scrivere testi descrittivi.

migliorare comprensione del testo
Un esempio di visual quote per comunicare concetti.

Puoi creare un visual quote utilizzando le parole di una persona famosa o prendendo un una stringa del tuo contenuto che vuoi mettere in primo piano.

Lo sfondo può essere omogeneo o astratto, può rappresentare un essere umano o un oggetto: questo lo decidi tu: ricorda di curare la leggibilità anche in questo caso, il testo deve avere una base utile per creare contrasto. Altrimenti diventa illeggibile.

canva
Migliorare comprensione del testo, Canva ti aiuta a scrivere sulle foto.

Le migliori applicazioni per creare visual quote? Canva, Pablo, Picmonkey: ti lascio i migliori tool per scrivere sulle foto. Tutto però parte da una buona base: ecco decine di siti web che ti permettono di scaricare immagini gratis per i tuoi lavori.

Riccardo Esposito

Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

Categoria: Scrivere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *