Cos’è una directory e a cosa serve

Quali sono i passaggi utili per sfruttare le directory del web? Sono ancora strumenti utili per fare SEO oppure possiamo dimenticare del tutto questa soluzione? Ecco cosa sapere.

Oggi è difficile parlare di web directory, ma ti assicuro che in passato si parlava spesso di queste soluzioni. Si puntava sulla link building nuda e cruda, senza tanti artifici. Anche i comunicati stampa funzionavano insieme agli article marketing.

Cos'è una directory web
Cos’è una directory?

Oggi sai bene che non sono queste le strade per trovare link di qualità. Google Penguin è sempre pronto e la penalizzazione arriva senza pietà. Ma le web directory sono sempre delle realtà da considerare. Cosa sono? A cosa servono?

Cos’è una web directory: definizione

Una web directory è un sito web che elenca una serie di risorse tematizzate. Si divide in sottotemi e organizza i link in ordine alfabetico. L’obiettivo è quello di rendere semplice il lavoro di ricerca da parte dell’utente e del motore di ricerca.

Le directory che avevano un buon seguito, di solito, proponevano un lavoro certosino di organizzazione. E costringevano l’autore del sito a descrivere con del contenuto unico il link inserito. Insomma, proponevano un lavoro di content curation.

Da leggere: come fare una buona SEO audit

Come funziona una directory web

La directory viene alimentata dal contributo degli utenti. C’è un modulo di registrazione e un form per inserire tutti i riferimenti. Quindi si tratta di un meccanismo user generated content, ed è anche questa la motivazione che ha portato le directory a trasformarsi in una sorta di ricettacolo di link senza valore.

Nessun controllo editoriale e libertà d’uso da parte degli utenti, non sorprende che oggi le web directory abbiano perso valore. Quindi sono diventate inutili.

Directory e SEO, ha ancora senso?

Un tempo le directory erano molto diffuse sui browser dei SEO expert, e venivano utilizzate per ottenere link. Non tutte erano di buona qualità, anzi: spesso questi siti web non davano dei risultati impercettibili. Ma in altri casi la situazione era diversa.

Oggi il valore delle directory per chi vuole fare un buon lavoro di link building è scaduto. Lo stesso Google inserisce i “link da directory e segnalibri di scarsa qualità” tra i metodi che potrebbero risultare sospetti e inseriti tra gli schemi innaturali.

Web directory: strumento utile?

Attualmente è difficile trovare buone web directory. Chiaro, poi ci sono le eccezioni. Sbagliato dire che le directory sono completamente defunte e inutili al 100%. Però, attualmente, è difficile trovare progetti web capaci di organizzare in modo ordinato i link e dare un vantaggio reale al pubblico e ai motori di ricerca.

Da leggere: principali consigli SEO per WordPress

Quando usi Dmoz e Yahoo Directory

Queste erano due directory molto quotate nel mondo SEO. La prima (Dmoz, Open Directory Project) era addirittura presa come riferimento da Google per completare gli snippet. In entrambi i casi si parlava di grandi sforzi da parte del pubblico per riuscire a entrare, oggi sono entrambe morte e defunte. Pace all’anima loro.

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

2 COMMENTI

  1. Ciao Riccardo, molto bello il tuo articolo, si vede che e´ scritto da una persona competente, solo che io sono completamente digiuna di queste cose, quello che ti volevo chiedere e´: Ma in definitiva, come usa queste directories concretamente una semplice persona come me, che vuol solo far conoscere la sua impresa?
    Ti ringrazio e spero in una tua risposta, cari saluti,

    Maria Ranieri-Wiegelmann

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here