Ormai sembra che con i nuovi social plugin Facebook si sia avviato verso una dimensione onnicomprensiva della rete, completamente nuova per i social network. E tutti sono entusiasti di come il web sociale procede … oppure no?

social network privacy
Qualche problema c’è e uno di questi è sicuramente il rapporto con la privacy, punto debole di molti social network. Facebook è sempre nell’occhio del ciclone e i cavilli sui dati personali sembrano non finire mai: tutto questo può influire sulla crescita dei suoi utenti?

Secondo gli esperti di eMarketer Blog, rispetto allo scenario più ampio dei social network e non solo di Facebook, è un’ipotesi da prendere in considerazione perché gli utenti odiano i problemi di privacy. Da prendere in considerazione, ho detto, non da abbracciare completamente.

In un sondaggio del gennaio 2010 condotto da InSites Consulting (vedi il primo grafico) il 31% degli intervistati del Nord America ha dichiarato di avere molta fiducia in Facebook riguardo alle informazioni personali, ma il 26% ha dichiarato l’esatto contrario e il 43% di non avere alcuna opinione .

Dalle parti nostre, nel sud Europa, la situazione è leggermente diversa: il 47% del campione preso in esame confida poco nella capacità di Facebook di tutelare la propria privacy, più del doppio di chi dichiara ampia fiducia sull’argomento. Il 33% non esprime preferenza.

Prendiamo qualche dato proveniente da un’altra ricerca. Gli intervistati da da VeriSign nel dicembre 2009 individuano nei servizi di shopping e banking online le principali fonti di grattacapi. I social network si posizionano solo al sesto posto nella graduatoria e ben il 54% degli intervistati ha dichiarato di non percepire questi servizi come un qualcosa di cui preoccuparsi.

facebook privacy

Facebook sa benissimo che la privacy non è un argomento da prendere alla leggera perché può essere sinonimo di numerosi problemi, come le denunce o la chiusura degli account. Una ricerca pubblicata su Mashable, infatti, individua nella poca fiducia nel modo in cui vengono trattati i dati personali la prima causa per cui gli utenti vorrebbero abbandonare la piattaforma Zuckerberg.

In questi giorni si stanno muovendo un po’ di cose nel settaggio della privacy su Facebook, e sembra che tutto si stia muovendo verso una generale semplificazione dei comandi (nel comunicato ufficiale c’è anche un video). Francamente lo spero perché ho sempre trovato noioso gestire questo aspetto di Facebook!

Tu credi che con le nuove modifiche i nostri dati saranno più tutelati?

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here