17 idee per social network

Quali sono le idee per post Facebook o Twitter da sfruttare ogni giorno per avere successo su queste piattaforme? Come ottenere attenzione da vendere sui social network?

Quante volte hanno copiato le tue idee per i social network? Inutile farne un problema, succede. Nulla nasce da zero, ci sono sempre dei rimandi a qualcosa di precedente. A volte nascono delle situazioni casuali che possono essere comprese.

idee per i social network
Dove trovare idee per i social?

Non deve capitare a te tutto questo. Tu devi essere in grado di gestire il piano editoriale di Facebook, Twitter e Instagram in modo esemplare. Ecco dove e come trovare sempre nuove idee per i contenuti dei social network aziendali e personali.

Controlla le discussioni sui social

Utilizza strumenti come gli hashtag e il motore interno di Twitter per capire come vengono utilizzate le keyword correlate alla tua attività dagli altri utenti.

Vale a dire le persone da raggiungere. Ma anche coinvolgere. Perché ricorda sempre il punto di partenza del Cluetrain Manifesto: i mercati sono conversazioni.

E tu devi esserci. Perché puoi ottenere vantaggi concreti. Magari se trovi una conversazione interessante buttati dentro e partecipa. Seguire gli hashtag può essere un modo per trovare nuove idee per i social network.

L’aspetto importante da considerare in questi casi: la scelta della piattaforma per osservare e ascoltare le conversazioni. Puoi usare Hootsuite o Tweetdeck, ma soprattutto hai la possibilità di organizzare i flussi con Mention.

Da leggere: come fare web marketing con Twitter

Crea annunci con domande al pubblico

Il secondo passo per creare una grande community è quello di utilizzare banner, icone social e widget per indirizzare traffico dal tuo sito ai canali social network.

Una volta raggiunta una buona cerchia inizia a creare dei post nei quali chiedi cosa vogliono le persone, di cosa si vuole parlare, quale sarà il prossimo argomento.

Se coinvolgi il pubblico aumenti l’engagement e crei grande interesse tra il pubblico. Trovando anche nuove idee per creare contenuti suoi social network.

Usa Google per trovare le idee giuste

Lo sai che puoi andare nella ricerca di Google, digitare qualche parola e scoprire che il completamento automatico ti suggerisce delle idee per creare contenuti?

google suggest
Un esempio di temi da affrontare sui social.

I blogger lavorano spesso con Google Suggest perché è una fonte inesauribile di suggerimenti e idee per scrivere articoli. Puoi usare questo piccolo consiglio anche per dare spessore al tuo piano editoriale social: usalo per aggiungere nuovi argomenti.

Incrocia i canali die profili social

L’individualismo mediale non ha tanto futuro nel web: assicurati che nella Facebook Fan Page venga menzionato il tuo contatto Twitter e, periodicamente, invia tweets che suggeriscano i vantaggi di diventare fan della tua pagina Facebook.

Segui i desideri del tuo pubblico

Come gestire community sui social network? Dai alla gente ciò che vuole e ti seguirà. Il punto sta nel capire cosa vogliono: fai autoanalisi e prendi spunto da chi bazzica da più tempo di te, e con più successo, nel mondo dei Social Network.

Il consiglio è chiaro: la reach organica è sempre in caduta libera ma tu puoi ottenere grandi risultati se cambi prospettiva. E decidi di cogliere i messaggi del pubblico. Scopri che c’è qualcosa di amato dal pubblico? Segui il filone e continua.

Devi scegliere qual è il tuo canale

Sei iscritto a 20 social network ma non puoi promuoverli tutti allo stesso modo: fai la tua scelta e impegna il 60% delle tue risorse a sostenere il social fortunato.

Comunica usando i video sui social

Diciamolo ancora una volta: i video funzionano. Quando devi scegliere nuove idee per i social network puoi tranquillamente accogliere tutto ciò che porta avanti la logica dei contenuti multimediali. Perché la comunicazione visual funziona.

Quanto sono importanti i viodeo?

Funziona perché è immediata, rapida, senza intoppi. Le persone usano il telefonino e lo fanno in qualsiasi luogo o momento. Per questo pianifica mini-video dimostrativi, webinar, dimostrazioni di prodotti e servizi. Usa il visual per comunicare.

Fascia oraria ideale per pubblicare

Così come esistono giorni migliori per pubblicare sul blog, ci sono orari più indicato per ogni post sui Social Network. Evita la mattina presto e la sera ma preferisci gli orari di ufficio (molte persone durante l’orario di lavoro si intrattiene su Facebook).

Segui gli influencer del tuo settore

Ci sono persone molto influenti sui social network. Se riesci a raggiungerli nel modo giusto, e soprattutto senza fare il ruffiano, puoi avere la possibilità di dimostrare valore e diffondere il tuo nome. Ecco le regole delle community sui social network.

Perché seguire gli influencer? Loro ti possono lasciare buone idee per i contenuti da pubblicare sui social. Grazie al loro contributo puoi capire cosa funziona in un determinato settore e come rimpinguare il tuo calendario editoriale social.

Spazio ai segreti e ai contenuti

Content is the king: condividi i contenuti e le tue conoscenze con altre persone ma non cercare subito di portare a termine i tuoi affari. Perderai la fidelizzazione del pubblico. Le regole delle community efficaci: devi fare content marketing.

golden ratio contenuti
La golden ratio social secondo Buffer.

I contenuti che pubblichi sui social devono essere qualitativamente impeccabili. Non usare questi canali solo per promuovere il tuo blog, il tuo ecommerce o il tuo prodotto. Segui la golden ratio dei contenuti sui social network aziendali.

Partecipa alla vita di Twitter

Spingi discussioni sulle principali parole chiave utilizzate dagli utenti. Esprimi la tua opinione: ci sono centinaia di persone al seguito di queste conversazioni.

Utilizza canali alternativi ai social

Inserisci l’indirizzo Twitter o della pagina Facebook nei tuoi biglietti da visita elettronici, in calce alle e-mail, nelle firme dei comunicati stampa, dei forum.

Crea conversazione con chi ti segue

Fai in modo che i tuoi amici si sentono come se tu stessi parlando con loro e non a loro. Così, oltre a instaurare un rapporto più stretto, quando gli amici degli amici vedranno la vostra interazione anche loro vorranno entrare nel tuo network.

Ricambia le amicizie e trova contenuti

Come ho già sottolineato nelle regole per fare web marketing con Twitter, è giusto essere selettivi. Ma non accettare le amicizie è come pretendere di essere ascoltati e non ascoltare. Ovviamente non è un buon modo per costruire relazioni.

Tutto questo è utile anche per trovare nuovi contenuti da usare sui social. Grazie a una buona relazione con i tuoi fan e follower hai la possibilità di gestire con maggior attenzione il calendario editoriale. E capire cosa pubblicare sui social.

Sponsorizza un concorso sui tuoi profili

La gente ama di vincere (o quanto meno l’idea di poter vincere). Sponsorizzare un concorso vuol dire aumentare il numero dei fan e stimolare l’interesse di chi già ti segue. Un evento del genere, però, richiede organizzazione e premi interessanti.

Definisci un flusso di contenuti social

Se non pubblichi spesso la gente dimentica. Un flusso continuo di informazioni ti consente di rimanere nella mente di chi ti segue e ti aiuta a farti notare.

community social network
Trova buoni contenuti per i social.

Quindi, un po’ come nel caso dei blog, cerca di programmare le tue pubblicazioni in maniera giornaliera magari con un buon tool come PostPickr.

Da leggere: trovare idee per gli articoli del blog

Ultimo consiglio: non fare spam sui social

Conservare i fan è importante quanto guadagnarne di nuovi. Se utilizzi il tuo social network come un canale per fare spam stai andando fuori strada. Rischi di ritrovarti solo. In ogni caso la lista non finisce qui: hai altre proposte? Aggiungile qui.

13 COMMENTI

  1. Se si configuri quello che il codice definisce come plagio non saprei, certo però che il fatto ci si avvicina di molto. Penso che Stefano Guerrera abbia ragioni da vendere però. Cosa sarebbe costato al Comune di Roma coinvolgerlo? Trattandosi di una istituzione, che si comporti come un privato disonesto di cui il web, come il mondo, è pieno, dà molto da pensare. E contribuisce a far crescere il senso di disaffezione ed allontamento dalle istituzioni e dalla politica di cui tutti, a parole, si lamentano.

    • Questo è il punto: vogliamo cambiare le cose, vogliamo puntare sull’onestà. ma se non iniziamo proprio da queste cose? Dal coinvolgere, dal dare alle persone il giusto merito? Bastava un’email, o magari una collaborazione. Questa è una bella occasione non colta.

  2. Io ne sarei onorato, se prendessero spunto da una mia idea, e ne farei un vanto. Non dramma. A che sarebbe servita una mail? Se ti stanno ringraziando pubblicamente perchè copiano il tuo stile? Più pubblicità di questa?

    • Anche io sarei onorato da questa situazione. Ma non si tratta di dramma, solo di buona educazione online. Le idee si condividono e si menzionano le persone giuste.

  3. A livello legale non ho idea di come Guerrera possa rivalersi o perlomeno tutelarsi. Chiaro che però il lavoro è palesemente copiato: questo capita perché le istituzioni spesso si sentono al di sopra delle regole. E Guerrera fa bene a risentirsi perché almeno una citazione era d’obbligo. Che poi al comune di Roma cosa lo pagano a fare un smm se non riesce nemmeno a rielaborare un’idea?? Ci voleva tanto a prendere un’altra immagine e mettere un’altra frase?? Che poi per inciso quella da loro sfruttata, nemmeno mi sembra così “catchy” (ma questo è un mio personalissimo parere).

    • Ma cosa ci voleva a chiamare Guerrera e proporre una collaborazione… Non è neanche l’aspetto economico, ma proprio l’approccio non collaborativo a stupire.

  4. Avrebbero potuto coinvolgerlo e il messaggio sarebbe stato ancora più potente, se fatto col suo consueto stile.
    Ma sicuramente non è la prima volta che viene fatta un’operazione simile (frase contestualizzata su quadro d’arte classica). Sì, intendo proprio spot del passato, prima della geniale idea di Guerrera (una volta lo fecero con L’ultima Cena, pubblicizzando un prosciutto, ed erano gli anni ’90)… 🙂

    Moz-

      • Sinceramente no… eravamo attorno al 1999, ricordo questo perché ci fu una mezza polemica per l’utilizzo di un quadro sacro accostato a un bene di basso consumo…

        Moz-

  5. Come mi piace ripetere, mai preoccuparsi dei “copioni” – per propria natura, non potranno che restare sempre ad almeno un passo dietro di te 😉

  6. credo sia estremamente difficile districarsi in un tema così arzigogolato come quello dei continui rimandi a scatole cinesi proteiformi dei meme sul web. Certo, non so quanta malizia ci sia in questo caso nel rimando diretto da parte di Zètema all’opera di Guerrera, certo è che effettivamente è un’idea elementare e facilmente riproducibile. Bisognerebbe capire anche quanto vi sia di proprio… a volte capita, come per gli artisti, che all’unisono si colga “lo spirito del tempo” e si creino opere simili 🙂

    • Tutto vero, quel che resta è il concetto di base: lo sai che questo lavoro è stato portato avanti da Guerrera. perché non lo coinvolgi? Ci potrebbero essere vantaggi per entrambi.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here