Siamo nel pieno dell’estate, un’estate segnata da anticicloni epici. E da temperature insopportabili, almeno da queste parti.

Quindi tutti in spiaggia, sotto l’ombrellone. O in montagna, a passeggiare tra i sentieri ricchi di ombra.

moleskine

Ovviamente ci portiamo dietro smartphone, notebook, tablet di dimensioni e marche diverse. Ma sai che ti dico? Questa estate il tuo miglior amico è un block notes.

Magari una Moleskine (fonte immagine), una di quelle con la copertina in pelle nera.

Sulle pagine del tuo block notes devi segnare tutto quello che ti passa per al testa. Devi scrivere, scrivere, scrivere. Ti do qualche suggerimento…

Elenca tre punti e sviluppali, fino a trasformarli in tre colonne portanti della tua prossima stagione invernale.

Fissa tre obiettivi e cerca di capire come puoi fare per raggiungerli. Segnati le strade che portano al successo sulla Moleskine, e conservala al tuo fianco notte e giorno.

Appena arriva una nuova idea segnala. E trasformala in realtà, almeno su carta.

Ma soprattutto riprenditi il tuo rapporto con la scrittura. Scrivi a mano, con la penna, come facevi alle scuole superiori. Quando i temi avevano quel sapore rivoluzionario di chi era convinto di scrivere una frase memorabile ad ogni rigo.

Scrivere, e scrivere su un foglio di carta. Con una penna.

Caro blogger, perché non ci provi?

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

10 COMMENTI

  1. Adoro la tradizione!

    Bravo Ricky… io scriverò inputs. Niente programmi, niente obiettivi… pensieri strampalati sparsi su tutto quello che vedo, sento, provo, assaggio. Su tutto quello che mi stimola una sensazione.
    Flash improvvisi ed illuminanti bloccati su carta opaca.

    Romanticismo puro. 🙂

    Buona estate, carissimo!

    • Ciao Roberta,

      Era proprio questa la mia idea. Ozio creativo, ordine disordinato, pensieri fatti a pezzi e rimescolati per far nascere nuove cose.

      Lasciamo da parte i tecnicismi, almeno durante le vacanze. E alimentiamo la nostra fantasia.

  2. Noi invece ti segnaliamo questo libro-diario: “Wreck This Journal” di Keri Smith il diario che per scriverlo va…. distrutto! Ogni pagina un’attività distruttiva che però è anche costruttiva! Un passatempo divertente.

    http://www.goodreads.com/book/show/428862.Wreck_This_Journal

  3. Incredibile! Potevo pensare di tutto, ma non questo consiglio. Il mondo si sviluppa in mobile, ed un invito a scrivere con la penna (anche sui tablet si può però…..) ha un sano sapore di autenticità, così come una fotografia color seppia! E’ una buona idea per i giovani, ammesso sappiano ancora scrivere a mano. E magari in corsivo…quel miscuglio di simboli che ognuno fa propri, trasformandoli in idiomi incomprensibili agli altri. Un bel taccuino ed un lapis, mitico! Nessuno dovrebbe esserne senza.

    • Ed è proprio questo il punto, Daniele.

      Tornare per un attimo indietro, toccare di nuovo la scrittura con mano. Fare attenzione a quei dettagli che adesso ci sfuggono. E capire che dietro una lettera ci sono tanti movimenti della mano (e della mente), non solo un click sulal tastiera.

  4. Ciao Riccardo, hai fatto bene a ricordare quanto sia importante tener nota dei pensieri su carta. Anche se perennemente “tastiera-munita” non posso fare a meno della classica agenda o del quadernetto in borsa… affidabili, concreti, resistenti ai virus informatici…altro che chiavette usb! 🙂

    • Le chiavette USB ti salvano la vita, ma il block notes ti permette di fare tante altre cose. In primo luogo di fissare nella mente quello che scrivi.

  5. Verissimo. Scrivere a penna è un modo anche per rilassarsi e migliorare la propria creatività. Io porto sempre un quaderno e una penna in borsa: la coda alla posta può trasformarsi anche in qualcosa di produttivo 😀
    PS: davvero interessante il tuo blog, mi piace come scrivi, si vede che ti piace.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here