Come usare i testimonial nelle landing page

Le review dei clienti soddisfatti sono importanti in una landing page. Come si aggiungono? Quali sono le soluzioni utili per ottimizzare i testimonial di una pagina di atterraggio efficace?

Continua il percorso verso l’ottimizzazione della pagina di atterraggio. Dopo aver parlato della pricing table ci dedichiamo ai testimonial delle landing page.

testimonial delle landing page.
La riprova sociale è importante.

Creare testimonianze non fa parte dei servizi di webwriting ma un consulente deve ottimizzare le opinioni dei clienti. Così la landing page aumenta le conversioni.

Puoi aggiungere i pulsanti call to action, migliorare il body copy e ottimizzare l’hero shot. Ma la tua landing page sarà sempre limitata senza i testimonial. Cosa sono? Come aggiungerli? Perché sono così importanti? Ecco come ottimizzare tutto.

Cosa sono i testimonial: definizione

I testimonial sono delle stringhe di testo, situate nelle landing page ma non solo, che permettono alle persone di avere un’opinione esterna di un bene o servizio.

Rappresentano una leva importante in termini di persuasione. I testimonial, infatti, fanno forza sulla riprova sociale che indica quanto sia importante per l’utente avere delle scorciatoie mentali che lo aiutino a decidere. Di conseguenza, i testimonial sono le dichiarazioni dei clienti che hanno già avuto modo di provare ciò che vendi e spendono la propria identità e opinione a tuo favore. In che modo avviene?

Lasciando una stringa di testo, con relativa valutazione, alla tua attenzione. In modo che tu possa posizionare questo contenuto in modo strategico su una landing page.

Da leggere: esempi di landing page vincenti

Testimonial nel marketing e pubblicità

Quante volte hai notato un personaggio famoso vicino al prodotto? O magari la signora al mercato che conferma le qualità di un detersivo? Sono testimonial.

L’uso di questi soggetti per aumentare le vendite non nasce oggi e neanche con il web. Da sempre le pubblicità fanno uso della testimonianza di persone famose o di individui qualsiasi nel mondo della promozione, sfruttando un concetto chiaro.

Testimonial nel marketing e pubblicità
Il più grande testimonial della storia.

Vale a dire la teoria del gregge. Le persone tendono a seguire la massa. E a dare valore a un bene o servizio nel momento in cui viene circondato da opinioni di persone differenti. Le dinamiche che si nascondono alla base, però, sono differenti.

Come creare un testimonial efficace

Uno degli aspetti fondamentali per creare testimonial sulle landing page efficaci: valutare con attenzione alcuni aspetti tecnici che fanno la differenza.

I testimonial delle landing page devono essere utili

Non tanti, non pochi. Non esiste un numero adeguato anche se c’è chi punta sulla quantità e gonfia la landing page con decine di recensioni. Molte superflue. Io preferisco puntare sull’utilità e sulla capacità di dare qualcosa all’utente.

Però dipende dal tipo di prodotto o servizio. Si tratta di un bene economico, B2C, legato a un target generico? Prova a mettere tante recensioni. È un oggetto o un servizio molto specifico, B2B e acquistato da un pubblico professionale?

Poche recensioni e in target. Il testimonial sarà tanto più utile quanto l’utente riconoscerà in questa recensione il volto di una persona che reputa amica.

Ma anche competente e/o affidabile. Se il mio amico che fa maratone mi consigli una scarpa da running lo credo. A questo punto il testimonial diventa influencer.

I testimonial delle landing page devono avere visual

A volte un’immagine vale più di mille parole. Per i testimonial delle landing page questo è particolarmente vero. Il cervello umano elabora le immagini 60.000 volte più velocemente del testo e il 90% delle informazioni trasmesse al cervello è visual.

Velocità e immagini, fonte dei dati.

Sai cosa significa questo? Non puoi rinunciare alle foto delle persone che hanno lasciano la recensione del servizio. Se possibile devi puntare sulle video review e magari sulle stelline del rating. Se magari aggiungi anche i dati strutturati di Schema.org è perfetto per aggiungere i rich snippet nella serp.

Uberall found that a star rating increase of just 0.1 could increase the conversion rates of a business location by 25%

Uberall

Questo significa che, chiaramente, non devi mentire. Ma scegliere le recensioni che hanno un rating più alto in modo da mostrare valutazioni a 4 o 5 stelle.

I testimonial delle landing page devono essere reali

I testimonial sulle landing page, in generale in ogni condizione, non devono solo apparire reali: lo devono essere. Ciò significa che se possibile ogni testimonianza o recensione deve avere una serie di elementi per confermare la realtà:

  • Nome e cognome.
  • Immagine reale.
  • Indirizzo o recapito.

Questi elementi permettono di dare personalità e verità al contributo. Io mi fido delle testimonianze delle persone che sembrano vere, reali. Le persone sviluppano una relazione emotivamente forte con i pari, la foto rende quella connessione molto più semplice ed efficace quando si affronta il tema dell’efficienza di una landing page.

Come inserire i testimonial nelle landing

Ci sono tecniche differenti che ti permettono di usare moduli e plugin. La combinazione ideale prevede la combinazione di codici visual, iconici e testuali.

In alcuni casi puoi usare anche i video che funzionano bene sulle pagine di vendita. Ecco come gestire al meglio gli elementi e creare un testimonial efficace:

  • Immagine di chi lascia la recensione.
  • Titolo o estratto dell’opinione.
  • Rating con stelline da 1 a 5.
  • Testo della recensione.
  • Eventuale contatto o sito web (se possibile).

Spesso le persone non vogliono essere contattate, però l’elemento che può consentire di verificare l’esistenza di quella persona può fare molto per aumentare l’efficacia.

Embeddare recensioni Google su WordPress

Vuoi creare un widget o un box con le recensioni ricevute su Google My Business sulla tua landing page? Lo puoi fare, basta usare il plugin widget google reviews.

recensioni Google su WordPress
Come mettere le recensioni Google su WordPress.

In questo modo puoi mostrare le recensioni ottenute sulla scheda My Business e su Google Maps sul sito, anche mostrando il rating. Vale a dire le stelline da 1 a 5.

Come mettere testimonial con plugin di WP

Una delle scelte migliori se non hai un template già pensato per ospitare le recensioni o i testimonial: aggiungere un plugin WordPress dedicato a questo.

Ora bisogna fare una distinzione tra i plugin per creare landing page con WordPress che hanno il modulo recensioni e quelli dedicati solo a quest’ultimo scopo. I link:

Plugin per landing page

Plugin per creare box

Aggiungere review su WordPress senza plugin

Ti stai chiedendo come usare il grande editor WordPress Gutenberg per aggiungere i testimonial sulla tua pagina senza plugin? Mi sembra una scelta adeguata, inutile aggiungere un’altra estensione per questo lavoro. Quindi, come procedere?

Come aggiungere testimonianze sul blog.

Con i blocchi hai le citazioni che possono essere sfruttate in modi differenti am con i recenti aggiornamenti abbiamo un pattern già pronto. Per usarlo:

  • Vai sul menu in alto a sinistra.
  • Clicca e seleziona la voce pattern.
  • Scendi nell’elenco dei pattern.
  • Seleziona il modello testimonial.

Ora devi cambiare il testo, l’autore della recensione o del commento, modificare l’immagine. Ma in pochi click hai aggiunto i testimonial della landing page.

Esempi di testimonial nelle landing page

Il modo migliore per capire come inserire i testimonial nelle landing page dei tuoi servizi, e approfondire il tema di come ottimizzare per avere maggiori conversioni, è questo: dare uno sguardo agli esempi virtuosi. Cosa funziona?

Esempi di testimonial
Basecamp.
Esempi di testimonial per landing page
Google.
testimonial delle landing page
Zoom.

C’è chi mette le recensioni, chi usa le stelline e il rating, chi punta alla riprova sui social e chi invece aggiunge il logo del cliente importante. Qual è la tua opinione?

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here