Scommetto che non hai saputo resistere alla tentazione di creare una Pagina Google + per il tuo blog o (più semplicemente) per la tua squadra di calcetto. La novità del momento, come puoi esimerti dal seguirla.

Ma sei sicuro di quello che stai facendo? Forse potresti dare qualcosa di più e iniziare col piede giusto questa nuova avventura!

Per me ogni promessa è un debito, lo sai, e a quasi una settimana dalla loro presentazione ecco la mia guida (non magie inconfessabili ma piccoli consigli) per utilizzare al meglio le pagine Google Plus.

1. Mappa e categoria

Il primo consiglio che mi sento di darti è quello di indicare la giusta categoria (prodotto, associazione, blog…) quando crei la tua pagina. E se scegli attività locale o luogo ricordati di indicare con precisione la tua posizione sulla mappa.

2. Ottimizza il profilo

Questi sono dettagli che fanno la differenza: vai nella tua pagina informazioni, lascia una descrizione della tua attività (non troppo lunga ma neanche troppo breve) e scegli a chi mostrare questo testo.

Puoi usare i principali caratteri di formattazione e liste puntate. E poi inserisci i link di approfondimento nell’apposita sezione a destra, ovviamente senza spammare!

3. Rimuovi pagine inutilizzate

Non è obbligatorio avere dei contenuti multimediali da mostrare: in questo caso vai sulla tua pagina, modifica profilo e sulla pagina che vuoi eliminare. Qui troverai una spunta “Mostra questa scheda nel tuo profilo” che aspetta solo te.

google plus

4. Formatta i tuoi post

Lo sai che sulle pagine di Google + vale la stessa formattazione del profilo? Quindi *doppio asterisco* per il grassetto, _trattino basso_ per il corsivo e -trattino alto- per il testo barrato.

I link alle pagine e ai profili possono essere inseriti sempre inserendo il simbolo “+” prima del nome, mentre se usi l’asterisco crei un hashtag con collegamento.

5. Nascondi chi ti sta seguendo

Un consiglio che ho preso da Mashable: se stai ancora lavorando sul tuo brand e non vuoi mostrare il numero basso dei tuoi follower puoi nascondere questa informazione cliccando sul link (situato appena sotto) “cambia chi è visibile qui”.

6. Crea il tuo Scrapbook

Sulla destra dell’immagine profilo c’è spazio per 5 foto, un po’ come per il profilo Google Plus. Per modificarle basta andare su “modifica profilo” e aggiungere le foto nell’area evidenziata: adesso devi usare un po’ di fantasia e seguire l’esempio dei più creativi.

7. Usa le cerchie per messaggi mirati

Così come per i profili personali, anche le pagine Google gestiscono gli utenti con il sistema delle cerchie. Questo può essere un ottimo sistema per inviare messaggi mirati agli utenti: una volta divisi in maniera certosina, quando stai per inviare un aggiornamento selezioni le cerchie che preferisci, in modo da evitare rumore inutile nelle bacheche di chi non è interessato.

cerchie google plus

Perché devo avere una pagina Google Plus?

Ecco il momento della riflessione. Tutti questi consigli sono utili ma qual è l’aspetto che veramente ti interessa? Ancora più nello specifico: come si evolverà la presenza delle Google Pages nelle SERP? Saremo scalzati dalla presenza infausta di Big G?

Ti faccio notare che, a parte il già noto Direct Connect con le ricerche, adesso basta digitare “My Social Web” su Google.it (anche senza essere registrato) per trovare la mia Google Page in prima pagina, con il link a uno degli ultimi post inseriti.

google serp

Se a questo aggiungi che per alcune ricerche [WWE] viene mostrato anche il bottone Add to Circle, secondo me queste Google Pages sono da testare, o meglio da tenere sotto controllo.

Nel frattempo aspetto che arrivino gli strumenti per gestire gli aggiornamenti di Google Plus.

9 COMMENTI

  1. Ciao Riccardo!

    Io sul punto 5 non sono molto d’accordo. Secondo me è utile far vedere le persone che seguono una pagina perchè fanno da “riprova sociale”, concetto questo che si è imparato a conoscere bene con FB.

    Mi piace molto la cosa delle cerchie con la possibilità di inviare messaggi a persone specifiche. Questo è davvero molto utile. Spero che FB prenda esempio 😛

    Anche io sono in prima pagina di Google con la mia Brand Page. Però dai, lo dicevo nel mio unico post dedicato a questa novità: si gioca in casa Google quindi è normale essere li davanti. Mi stupirei del contrario 🙂

    Complimenti per il post, molto chiaro ed esemplificativo.

    Ciao

    • Ciao Danilo!

      “si gioca in casa Google quindi è normale essere li davanti” …ed è proprio questo che un po’ mi preoccupa. Quanto tempo c’avrebbe messo una normale pagina web ad occupare quel posto? E se usassi questa visibilità delle pagine per occupare posti nella serp senza avere dei reali contenuti da condividere?

      Certo, con delle keyword molto competitive il discorso (forse) non regge e posso creare tutte le pagine Google che voglio ma non riuscirò mai a conquistare la Serp…

      PS L’articolo che cita Danilo sul suo blog è questo: http://www.danilopontone.it/seo-hotel/pagine-aziendali-google-moriranno-con-i-vantaggi-seo/ come sempre un ottimo post!

  2. Grazie e…aspetto di leggere in merito anche qualche approfondimento per gli “utonti” (tipo la funzione “Collega il tuo sito web”)! 🙂

    • Secondo me questa funzione non l’implementeranno mai: c’è il rischio che diventi una sorta di aggregatore di feed e, un po’ come è syccesso per Friendfeed, che venga abbandonato. Poi magari verrò smentito domani stesso…

  3. Riccardo infatti proprio per quello che dici anche tu parlai di vantaggi SEO che potrebbero far perdere di vista il vero obiettivo delle Brand Pages. Purtroppo si sa che gli abusi per il posizionamento sui motori di ricerca ci sono sempre.

    Tra l’altro la penso come te quando dici che non implementeranno mai la funzione “collega il tuo sito”. Il rischio è quello di diventare come Google Buzz che sappiamo la fine che ha fatto. Spero per Google che non implementi la possibilità di integrare il feed dei blog/siti in modo tale da “costringere” ad un inserimento manuale e spontaneo delle notizie.

    Grazie per il link al mio articolo. Non l’avevo messo per non essere invasivo 😛

    • Niente aggiornamenti automatici via feed… però avere delle piattaforme come Hootsuite che gestiscono gli aggiornamenti è una cosa buona! Chissà quando arriverà per i comuni mortali (oggi è solo per clienti Enterprise)

      E per il tuo link… figurati: affidabile e di qualità!

  4. Ciao, una informazione: ma se devo creare una pagina per un cliente, come fare per la pagina profilo? Posso creare un profilo con il nome della azienda?

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here