Come si supera la sindrome del foglio bianco

Di Riccardo Esposito | Pubblicato il - Aggiornato il

La paura del foglio bianco è una tipologia di blocco dello scrittore che prevede paura di iniziare a scrivere a causa dei giudizi. Al punto da fermare la produzione creativa. In alcuni casi si arriva ad abbandonare i progetti del tutto.


Cos’è la sindrome del foglio bianco? Il timore di non avere le parole giuste per scrivere e chiudere un lavoro. Che sia un tema, un articolo di giornale o un blog post non fa differenza: il blocco dello scrittore colpisce tutti. Anche i professionisti della scrittura.

Come superare la paura del foglio bianco
Horror vacui, terrore del vuoto.

Ecco la mia ricetta per andare oltre e diventare uno scrittore sempre pronto. Che tu sia un professionista o meno non fa differenza, devi avere il compito giusto da consegnare. In che modo? Come superare la paura del foglio bianco e ricominciare a creare?

Studia l’argomento a fondo

Il primo passo per sconfiggere la sindrome del foglio bianco e relativo blocco dello scrittore: devi conoscere il contenuto da governare e creare su carta. Non basta leggere e approfondire quando devi affrontare il tema attraverso il web writing.

Il mio consiglio in questi casi? Meglio fare un po’ di keyword research per scoprire l’intento di ricerca. Questo passaggio ti aiuta ad approfondire la struttura dell’articolo.

Usa Answer The Public e Semrush per soddisfare le richieste del pubblico e per scoprire cosa cercano le persone intorno al focus che vuoi approfondire. Questo tipo di lavoro consente di ampliare la prospettiva e avere sempre nuove idee per scrivere tanto.

Da leggere: come trovare temi originali per il blog

Crea scaletta degli argomenti

Questo è un passaggio molto importante. Come si supera la paura del foglio bianco? Organizzando ciò che hai studiato e approfondito con la keyword research. Per ottenere questo risultato devi sfruttare la classica scaletta per scrivere meglio.

Devi organizzare gli step da affrontare per superare il blocco, magari usando una mappa mentale che crei con programmi come Coggle. Al centro metti il topic più importante e da questo snodo fai partire i temi principale, iniziando a definire già H2 e H3.

Scegli un titolo per il contenuto

Il punto di partenza. Se vuoi sconfiggere il blocco dello scrittore, e vincere la paura del foglio bianco, hai bisogno di una headline efficace che guidi la mano sulla tastiera.

Vero, in determinate occasioni puoi definire il titolo alla fine. Quando, ad esempio, non hai idee e rischi di bloccare l’intero flusso creativo per questa stringa.

Paura di scrivere? Il titolo fa da guida al processo di scrittura del post: avendo l’headline già pronta puoi facilmente continuare a scrivere i tuoi contenuti. Magari mettendo al centro della tua scaletta degli argomenti proprio il titolo che vuoi dare all’articolo.

Inizia a scrivere senza pensare

Il trucco per superare la sindrome paura del foglio bianco: scrivere di getto. La ricerca degli argomenti e la scaletta sono due passaggi che ti aiutano a definire il lavoro. Così puoi trovare nuove idee per gli articoli e organizzare il percorso mentale.

Seth godin

Ma è nella scrittura di getto che si trova la risposta per evitare il timore di rimanere senza parole (Horror Vacui).

Perché spesso il problema è questo: per evitare di sbagliare non ti esponi, hai paura di emergere perché temi l’errore. In realtà devi andare nella direzione opposta e contraria per superare l’ansia da foglio bianco per scrittori e copywriter.

Devi esporti, consegnare il compito e superare la paura di non aver nulla di interessante e importante da dire.

Mettici la tua anima, butta giù quello che sai senza pensarci. Come direbbe Seth Godin: “Oggi è importante distinguersi, non conformarsi; inventare, non copiare”.

Rileggi il contenuto più volte

Forse hai paura del foglio bianco perché c’è timore di sbagliare e consegnare qualcosa di inappropriato. Il refuso è dietro l’angolo, chi scrive sa che può presentare un errore di distrazione nel testo. Ecco perché esiste la rilettura. La soluzione al blocco?

Rassicura il tuo animo e rileggi il testo più volte per smussare gli angoli della scrittura di getto, utile ma sempre irrequieta. Questo ti tranquillizzerà, ne sono certo.

Deve esserci passione per scrivere

Questo è un punto fondamentale quando decidi di superare l’ansia del foglio bianco. Senza passione il tuo progetto di scrivere un post al giorno sembrerà un lavoro come un altro, un impegno da chiudere il prima possibile. Questo blocca la scrittura.

Appunto, sembrerà senza passione! Figurati quando devi scrivere diversi progetti al giorno per lo stesso cliente. Stendi un filo conduttore tra la tua penna e il blog.

Scrivi direttamente su WordPress

Un trucco per ridurre i tempi di scrittura e avere la possibilità di gestire un blog senza timore e paura del foglio bianco: scegli una piattaforma per ottimizzare i passaggi.

Io scrivo direttamente su WordPress, puoi usare la funzione schermo pieno. Sarà come scrivere su una nuvola, e poi hai la possibilità di gestire formattazione, link interni, immagini, tag e categorie direttamente con WordPress Gutenberg.

Scrivere più articoli per la community

Seguire persone con i tuoi stessi interessi su Facebook e Twitter è importante per alimentare il tuo blog e il desiderio di scrivere. Discuti, intavola conversazioni, confrontati con altre persone. Ma fallo sia online che offline per avere risultati.

Sii te stesso nella scrittura online

Vuoi copiare da altri pur di pubblicare e superare l’ansia del foglio bianco? Devi riuscirci mantenendo vivo il tuo stile, la tua personalità. Perché non si copiano solo i testi.

Questo vale anche per le idee, e sono sicuro che un lettore preferisca leggere un blog con una personalità originale piuttosto che un surrogato di un altro blog. Non riesci a mantenere questo ritmo? C’è sempre il calendario per scrivere ogni giorno.

Da leggere: come trovare l’ispirazione per scrivere un testo?

Hai paura del foglio bianco?

Non devi. Spesso dietro questo timore si cela l’ansia di sbagliare e di non presentare un testo all’altezza. Vale per chi è ancora a scuola ma anche per i web writer.

Soprattutto quelli che iniziano ad affacciarsi a questa professione. Io non ho paura, e tu? Come hai superato la sindrome del foglio bianco? Lascia la tua opinione.

Riccardo Esposito

Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online (bio di Riccardo Esposito).

Categoria: Scrivere

4 commenti su “Come si supera la sindrome del foglio bianco”

    1. Riccardo Esposito

      Ah, allora qualcosa di buono e utile ho fatto nella mia vita.

      Buona lettura e superiamo insieme il blocco dello scrittore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto