Professione blogger, ecco le basi di quest’attività

Quali sono i compiti che deve svolgere un blogger? Cosa fa nel suo lavoro quotidiano? Ecco cosa deve sapere un professionista per lavorare in questo settore così importante.

Il mondo della professione blogger non si limita alla scrittura. Certo, devi pubblicare spesso e ogni volta che scrivi devi elargire contenuti utili, che rispondono alle esigenze dei lettori. Niente di più, niente di meno. Questo accade? Perfetto.

Professione blogger, ecco le basi di quest'attività
Il mondo della professione del blogger.

Ma non basta. Bisogna affrontare il tema con maggior decisione. Cosa significa lavorare in questo settore e trasformare una passione nella professione del blogger? Ecco cosa devi sapere per iniziare un percorso degno della massima attenzione.

Mantieni ritmo della pubblicazione

Inutile pubblicare due, tre, dieci articoli di fuffa, o notizie rimbalzate di portale in portale che atterrano senza forze sul tuo blog.

Inutile pubblicare solo per fare numero, questo è chiaro. Ma se pubblichi contenuti di qualità – completi, interessati, ricchi di spunti –  sarai apprezzato.

La pubblicazione a pioggia degli articoli può essere vista come un fastidio.

Capita con le newsletter, e anche io ho deciso di seguire Mashable solo via Facebook: diventa un incubo.

Ho abbandonato il feed di questo blog perché era impossibile da gestire. Ma facciamo le dovute proporzioni: stiamo parlando di 10, 15 articoli al giorno. Tu quanti articoli pubblichi? Devi mantenere sempre un buon ritmo di pubblicazione.

La frequenza e il ritmo di pubblicazione.

Io credo che un articolo al giorno non dia fastidio in un feed reader. Anzi, abituare i lettori a un appuntamento quotidiano è un modo per instaurare un rapporto.

Da leggere: cos’è un blog, definizione e spiegazione

Devi puntare sulla coerenza

Hai un’idea? Portala avanti e non cambiare opinione dopo 4 articoli. Le bandiere si muovono con il vento, i blogger sono coerenti. E sanno ammettere gli errori, ma questo punto lo affrontiamo dopo. Per ora concentrati su questo punto: coerenza!

Ammetti i tuoi errori nel blogging

Ammetti i tuoi errori e impara a fare un passo indietro al momento giusto. Non conosco blogger peggiore di quello che vuole avere ragione a tutti i costi.

Prima di confessare le sviste, quando decidi di fare blogging, ricorda di verificare. Poi chiedi scusa e, nel caso, sfrutta l’errore per creare nuove conversazioni.

Prenditi le responsabilità di blogger

Devi assumersi le responsabilità quando esprimi un’opinione, quando usi il blog come ariete per dare forza al tuo punto di vista. Perché in questo modo dai valore al blog.

La spina dorsale del tuo spazio web è il punto di vista, l’opinione, lo stile che ti permette di selezionare le fonti migliori, di affrontare un argomento piuttosto che un altro. La personalità è tutto, ma per valorizzarla devi assumersi la responsabilità.

Ascolta i tuoi lettori del blog

Come puoi essere blogger se non ascolti il pubblico? Non incontrerai le esigenze dei lettori se non ascolti la voce che riecheggia sui forum, nei commenti degli altri blog.

Professione blogger
Ehi, ascolta i tuoi lettori nella professione del blogger.

Non fare finta ma ascolta veramente. Appassionati alla voce delle persone, trasforma queste espressioni in contenuti validi e utili. Non puoi tirarti indietro.

Prenditi cura della professione blogger

Questo è un invito: devi curare la tua attività, i tuoi lettori, le tue pubblicazioni. E soprattutto devi curare i dettagli. Quelle piccole cose che fanno la differenza.

Non esiste dettaglio da non meritare la tua attenzione. La differenza tra un blogger e un grande blogger si nota dalla cura che viene infusa in ogni angolo.

Devi studiare e fare tanta esperienza

Cosa vuol dire essere blogger? Migliorarsi sempre. L’esperienza è vitale per un blog perché permette all’autore di risolvere problemi complessi, ma soprattutto perché è grazie all’esperienza trasformata in testo che puoi rendere unico il tuo stile.

Questo articolo. L’articolo che stai leggendo. Non è frutto di fantasia ma dell’esperienza maturata. Anche nel tutorial, anche nell’articolo tecnico, la tua esperienza deve avere un ruolo. Deve esserci per creare un contenuto di qualità.

Perché l’esperienza è importante? La differenza tra il tuo articolo e il concorrente (o quello che vuole copiare) si riassume in questo bene intangibile: l’esperienza che hai guadagnato anche studiando i libri per blogger. Qualche esempio?

Il sapere non si trova in strada: te la guadagni sbagliando, provando, affrontando nuove sfide, leggendo, frequentando luoghi e persone stimolanti.

L’esperienza si forma, soprattutto, quando metti in discussione i tuoi punti fermi. Le tue false certezze. E sai cosa? Mettere in discussioni le certezze è faticoso.

La professione del blogger è difficile

Perché dovrebbe essere semplice gestire uno strumento in grado di generare una fonte? Perché dovrebbe essere facile raggiungere 2.000 persone al giorno?

Le potenzialità del tuo blog sono infinite. Sul serio. Non sto scherzando. Puoi parlare al mondo intero attraverso il tuo blog. Ci sono persone che guadagnano milioni di dollari all’anno (Chiara Ferragni) e che vivono con dignità con il blog.

Non ho necessità del curriculum o dei parenti per avere una buona parola. Io ho il mio dominio, il mio sito web. Ma per guadagnare con un blog hai bisogno di impegno.

Mantieni la parola data al lettore

Hai promesso qualcosa al pubblico? Non venir meno: è un buon modo per deludere il lettore, per far subentrare una vena di scetticismo che danneggerà ogni parola.

david ogilvy
Impara a comunicare con i tuoi lettori.

Non puoi permettere tutto questo, lo sai. Mantieni la parola, rispetta le promesse che lasci nei titoli e quelle che annunciano iniziative, incontri e lavori.

Utile o inutile: tu fai la differenza

Un blog potrebbe risolvere i tuoi problemi. Potrebbe fare la differenza e aiutarti a trovare lavoro online. Potrebbe fare qualcosa di buono per la tua azienda.

Oppure potrebbe essere completamente inutile. Sì, c’è questa possibilità. Un blog può cambiarti la vita, oppure può essere inutile. Molto dipende da te, dalle scelte che fai nella gestione. Nel mio libro ti racconto il mio metodo, ma la certezza non esiste.

Non può esistere. Fare blogging è difficile. Ma perché aprire un blog professionale? questo è il destino delle cose belle. I risultati arrivano solo per chi si impegna. E ha l’intuito per cogliere al volo le opportunità che offre il web. Ogni. Santo. Giorno.

Investi nella professione blogger

Queste operazioni, molto probabilmente, non pesano sul tuo conto corrente in banca. Ma, sicuramente, hanno bisogno di un impegno costante. Questo significa che devi:

  • Investire tempo.
  • Investire risorse.

Non è facile curare ogni dettaglio di un blog personale ma lo stesso vale per un corporate blog: ci vuole tempo. Non è facile chiedere scusa per i propri errori: devi mettere da parte il tuo orgoglio e guardare il tuo lavoro con obiettività.

Da leggere: come scrivere un blog personale

Grande blogger, grande impegno

Per applicare i punti non hai bisogno di risorse economiche: fanno parte del tuo stile, del tuo approccio social. Ma soprattutto si legano alla tua capacità di condividere e sfruttare tecniche di scrittura SEO applicate al blogging.

Sui social, sui blog, durante gli interventi o quando fai formazione: condividere un grande valore è la chiave per diventare un blogger professionista. Secondo te basta questo per essere un grande blogger? Lascia la tua idea nei commenti.

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here