Raccogliere informazioni è importante per un blogger

Quando decidi di esprimere al meglio la tua attività di blogging hai bisogno di una struttura chiara per avere fonti adeguate ai tuoi scopi. Ecco cosa devi sapere su quest'argomento.

Raccogliere informazioni non è un’attività utile solo all’aspirante agente dei servizi segreti. Anzi, scommetto che anche tu blogger potresti ottenere grandi vantaggi.

Cerca le giuste fonti per il blog.
Cerca le giuste fonti per il blog.

Individuare le informazioni giuste per scrivere sul web, filtrare e archiviare: questo processo è trasversale, interessa una buona fetta delle professioni online.

Non voglio descrivere tutte le sfaccettature di questa operazione, ma solo quelle che si avvicinano al mondo del blogging. Facciamo un passo indietro: cosa significa raccogliere informazioni? Dipende dagli scopi e dalla situazione. Come blogger contestualizzo questo tema in due settori: cura delle fonti e analisi del lettore.

L’importanza delle informazioni

Quando inizi a lavorare nel mondo del blogging hai un unico obiettivo: scrivere contenuti di qualità. E di conseguenza apri il tuo progetto.

Crei il tuo blog e inizi a scrivere. Di getto, ma devi ricordare che il tuo lavoro si basa sulle informazioni. Devi essere in grado di scegliere con cura tutto quello che scrivi sul blog.

Perché hai un compito: dire la verità. Ma anche pubblicare contenuti interessanti. Non puoi rispettare queste regole se non hai ben in mente questo focus: raccogliere informazioni su feed, Facebook Twitter e Google. Il passaggio è decisivo.

Per approfondire: come verificare le fonti

Cura la fonti con attenzione

Raccogliere informazioni per un blogger vuol dire anche (e soprattutto) analizzare il mondo che lo circonda. Avere sotto controllo le fonti è un obbligo fondamentale per ogni blogger che si rispetti. In primo luogo per confermare autorevolezza puoi:

Raccogliere informazioni per stare sul pezzo

Un blogger aggiornato è sempre sulla notizia. Può attingere dalle fonti adatte, può arricchire gli articoli con informazioni utili e scegliere le più interessanti. Non esiste un blogger capace di gestire un calendario editoriale articolato senza informazioni.

Raccogliere informazioni per vincere tutto

Un blogger che segue le fonti può raccogliere informazioni relative alla concorrenza. Anche i blogger hanno competitor e devono monitorare il comportamento delle persone che lo circondano. Non per copiare ma per gestire la realtà.

Per raccogliere informazioni con questa prospettiva hai bisogno di strumenti per verificare le fonti e per raccoglierle. In primo luogo devi sfruttare al massimo la forza dei feed rss e, di conseguenza, di un feed reader. Ovvero di un’applicazione come Feedly per inserire in un unico luogo gli aggiornamenti dei blog interessanti.

Scopri cosa vogliono i lettori

Avere sotto controllo i blog ti permette di trovare fonti preziose per gli aggiornamenti., ma anche di monitorare il comportamento dei lettori.

Raccogliere informazioni
Presta massima attenzione alle fonti.

Non devi leggere solo gli articoli ma anche i commenti. Attraverso un’analisi dei commenti puoi individuare necessità, domande, esigenze di una nicchia. Una nicchia che puoi soddisfare attraverso articoli pensati per rispondere alle esigenze.

Un esempio: ieri ho pubblicato un articolo nato dall’osservazione lasciata da un lettore. Secondo te non puoi fare lo stesso con i commenti di un altro blogger?

Non puoi sfruttare le domande degli utenti non legati direttamente al tuo blog per creare contenuti utili puntando sul comment marketing? Questo è anche un metodo per conquistare l’attenzione di chi non conosce ancora il tuo blog.

Conquista il pubblico nel profondo

C’è anche un altro motivo per raccogliere informazioni, ma in questo caso non si riferisce a un gruppo di lettori. No. In questo caso devi raccogliere informazioni relative a un singolo soggetto. Cambiano le tecniche e cambiano gli obiettivi.

Prima raccoglievi informazioni per gestire i contenuti per modellare i tuoi articoli e le tue risorse intorno ai desideri dei lettori. Ora devi fare delle ricerche specifiche.

Ricerche legate a una singola persona. Questa strategia si usa quando subisci un attacco più o meno velato. C’è una persona che lascia ogni giorno commenti al vetriolo sul tuo blog. Cerchi di farla ragionare, di capire le ragioni.

Ma devi scoprire chi è, qual è la sua professione, quali sono le motivazioni di questo astio e qual è la sua capacità di diffondere messaggi negativi.

blogging
Fatti voler bene dal tuo pubblico.

Ben inteso: se hai torto hai torto e stop, se qualcuno ti fa notare un errore tu devi solo ringraziare. Ma può capitare a tutti di ritrovarsi con uno stalker alle calcagna che cerca solo di buttare fango sul tuo nome. E tu devi capire perché.

È un competitor? È un cliente insoddisfatto? È solo un bimbominkia che non ha capito come gita la vita? Questi dati ti aiuteranno a superare le difficoltà.

Da leggere: consigli SEO per blogger WordPress

Devi raccogliere informazioni

Puoi raccogliere informazioni per studiare il target. Ma puoi raccogliere informazioni anche per date la risposta giusta a quel lettore che ha preso di mira te.

Non sono dati numerici, sono dati qualitativi, ma sono comunque informazioni utili per gestire il tuo blog nel miglior modo possibile. Non credi? Lascia la tua opinione.

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here