SEO copywriter freelance: buoni consigli per lavorare bene

Quali sono i dettagli e le sfumature del lavoro di chi si dedica alla buona scrittura online? Ecco i dettagli che fanno la differenza quando decidi di diventare un bravo SEO copywriter.

Il lavoro del SEO copywriter è uno dei più strani: esiste, non esiste, è solo un’invenzione di chi fa ottimizzazione per i motori di ricerca solo con i testi. Insomma, la discussione è sempre aperta. Ma io credo che ci sia da riflettere.

seo copywriter freelance
Trovare lavoro online. Anche come copy freelance.

Non è sufficiente dire che il SEO copywriting non esiste, che c’è solo un modo per scrivere sul web e che le persone sono l’unico destinatario di questo processo. Sì, è vero. Si creano contenuti per il pubblico ma ci sono delle regole.

Dei punti importanti per ottimizzare un testo per il web. Il SEO dice che è lui a dover dare le direttive al copywriter, ma c’è sempre grande esigenza di web writer con buone competenze in questo settore. Sul serio? E come ottenere un lavoro in questo campo? In che modo trovare clienti online? Ecco qualche consiglio.

Apri subito il tuo blog professionale

Beh, sì. Il primo passo da muovere in questi casi è semplice: devi aprire un blog e iniziare a lavorare con le parole per innescare due processi che aiuteranno il tuo processo per trovare lavoro come SEO copywriter freelance.

Il primo punto da sottolineare è la capacità del blog di trasformarsi in un curriculum online, uno strumento per mostrare ai potenziali clienti le proprie capacità. Certo, il sito web istituzionale è un punto di partenza. Ma con il blog puoi fare di più, mostri il tuo stile e le capacità che ti caratterizzano.

E poi il blog è lo strumento cardine dell’inbound marketing. Se qualcuno cerca delle informazioni online, magari passaggi caro ai potenziali clienti, trova il tuo post.

inbound marketing funnel
Il funnel dell’inbound marketing.

Beh, non è una certezza soprattutto se cerchi di posizionarti per query molto competitive. Ma anche le long tail keyword sono perfette per intercettare clienti utili.

Da leggere: come trovare lavoro online da casa

Ottimizza gli account social network

La presenza sulle piattaforme social può aiutarti. Ma come ti presenti, come un tizio qualsiasi che mette la foto del compleanno e condivide ciò che capita, senza curare l’importanza del content marketing nelle dinamiche di condivisione?

Questo può essere un errore. Pensa al profilo Facebook, punto di partenza per attirare persone interessate al tuo lavoro. Qui possono arrivare richieste nei messaggi privati, un bel po’ di contatti sono atterrati così. Non sottovalutare questo strumento: cura il profilo, aggiungi le informazioni giuste e studia i contenuti da condividere.

Lo stesso vale per LinkedIn. Vuoi aprire una pagina Facebook? Ottimo, in questo modo puoi lavorare anche sulle sponsorizzazioni. Così se vuoi vendere un corso di copywriting o promuovere un servizio specifico hai una soluzione in più.

Partecipa ai congressi come relatore

Hai la possibilità di farti conoscere, puoi creare un seguito diverso da quello che coltivi sul web. Organizzare una serie di appuntamenti live per veicolare la tua idea, il tuo modo di vedere l’opera dei SEO copywriter freelance, è importante.

Anzi, è fondamentale. L’ho sempre sostenuto: per un libero professionista che lavora online è importante stringere mani, mettere in primo piano il volto e far conoscere la propria voce. E non dimenticare di creare presentazioni efficaci con PowerPoint.

Continua a fare formazione per copy

trovare lavoro su internet non è facile, ma è ancora più difficile per chi non abbraccia la logica della formazione perpetua. Essere un bravo SEO copywriter freelance vuol dire conoscere le regole della scrittura creativa, del persuasive copy e della SEO on-page. Sai che tutto questo è in continuo mutamento, vero? Ecco qualche consiglio.

Fare blogging etno blogging

Sviluppa la tua tecnica di scrittura

È giusto sottolineare che scrivere per il web è una cosa e scrivere per la carta stampata è un’altra. Ed è anche giusto ricordare che dobbiamo convincere, accattivare, ammaliare e attirare l’attenzione dei lettori, ma anche “suggerire” a Google quali sono gli argomenti di una pagina web. Difficile, vero?

Scelta e uso delle keyword

L’incontro tra SEO e copy inizia prima ancora di scrivere la prima frase. Per la precisione inizia con un buon lavoro di parole chiave. Quindi hai due possibilità.

Andare a caso e scegliere le keyword più simpatiche, oppure pianificare una piccola ricerca per individuare le soluzioni più adatte al caso. Io scelgo la seconda opzione e uso i tool Google per trovare le keyword adatte al mio lavoro.

keyword

Ok, ho trovato le parole chiave e adesso le metto in fila per bombardare quello stupido algoritmo di Google che mi fa saltare al primo posto. Sbagliato! Scegliere le keyword è solo la prima parte del lavoro, e adesso devi usarle nel modo migliore.

Per approfondire l’argomento keyword – SEO puoi dare uno sguardo a questo articolo dedicato all’ottimizzazione di una pagina web, ma un consiglio te lo posso dare subito: non sacrificare la lettura a favore di un uso indiscriminato delle keyword.

Impara a scrivere grandi headline

Qui devono concentrarsi le keyword più importanti, ed è sempre qui – nella headline – che devi impegnare le tue doti di copywriter per attirare l’attenzione dell’internauta distratto che sfoglia come un moderno flaneur le serp di Google. Qui si moltiplicano gli inviti a non usare a caso le parole chiave.

Il lettore deve incuriosirsi quando legge la tua headline, ma deve anche capire di cosa parla. Per aiutarti in questa impresa ricordati di sfruttare al massimo la description e installare sul tuo blog un plugin come All In One SEO Pack. Così puoi distinguere facilmente tag title e h1 dell’articolo, inserire meta description, meta keyword…

Crea un tuo stile di scrittura

Scrivere è passione, scrivere è lasciarsi trascinare da un fiume in piena, scrivere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli (Emilio Salgari). E scrivere per il web significa fare i conti con i motori di ricerca e non solo con i demoni inquieti dello spirito: io preferisco lasciar scorrere le dita sulla tastiera senza pensare all’aspetto SEO, per poi ottimizzare l’articolo durante l’opera di rilettura.

scrivere di getto
Crea il tuo stile di scrittura.

Quali sono questi dettagli che contano? La formattazione da usare per enfatizzare i punti più importanti del testo, la divisione in paragrafi, gli header, i link non funzionanti, la rilettura per correggere i piccoli errori di grammatica e tutto quello che è necessario per migliorare la qualità generale della tua pagina web.

Da leggere: come diventare copywriter

SEO copywriter freelance: cosa fai?

Per operare in questo settore devi avere le spalle larghe. Non si tratta solo di scrivere i testi di un sito web: devi comprendere le logiche dei motori di ricerca e migliorare la stesura per intercettare il pubblico. Con una buona promozione e la conoscenza di queste logiche puoi trovare un buon lavoro, ne sono sicuro. Tu come la vedi?

1 COMMENTO

  1. Sante parole, Riccardo. Suggerisco un altro punto molto importante: la formattazione del testo. Sul web e su schermo si legge e si scrive in modo diverso che su carta: quando leggiamo una pagina web la esploriamo velocemente alla ricerca del dettaglio che ci interessa, come fosse una mappa visiva; invece quando abbiamo di fronte una pagina di carta siamo più portati a leggere in modo lineare, parola per parola. Ecco perché il paratesto (la segnaletica testuale fatta di grassetti, corsivi, elenchi puntati, citazioni, titoletti ecc.) ha un’importanza determinante sul web. Segnalo due link che spiegano meglio il concetto http://bit.ly/jjTLNr http://bit.ly/jGcQ68 Ciao.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here