Mettiamo subito in chiaro una cosa: in questo post non dico alcuna verità assoluta ma voglio raccogliere qualche riflessione che ho fatto neglio ultimi tempi. E che riguardano l’attuale panorama del Social Media Marketing.

social media marketing

Il Social Media Marketing, infatti, abbaglia i nostri occhi con le sue promesse, con il suo potenziale illimitato che ti suggerisce di iscriverti a Twitter e di creare una Facebook Fan Page. Poi il resto verrà da sé. Ma piano piano scopri che il Social Media Marketing non è proprio come te l’eri immaginato.

E questo perché il Social Media Marketing non è il mondo dei balocchi. Basta fare due calcoli per vedere se sei veramente pronto per il Social Media Marketing: hai bisogno di tempo, di contenuti e di una buona propensione alla comunicazione con il prossimo. Devi essere in grado di affrontare un tizio sconosciuto che ti grida in faccia tutta la sua delusione e devi avere le giuste conoscenze per gestire al meglio le piattaforme. Soprattutto, devi avere sempre nuove idee per coinvolgere chi ti segue.

E se fai un errore? Forse nessuno se ne accorge e la passi liscia una volta, due volte…  ma se insisti qualcuno, prima o poi, ti beccherà e tu dovrai dare una spiegazione. O fare delle scuse. E non puoi permetterti di ignorare chi ti sta facendo notare questo errore scrivendo su tutti i canali possibili (Twitter, Facebook, commenti…). Forse quando avrà smesso di scrivere a te inizierà a mandare messaggi ai suoi amici e per te sarà sempre più difficile rimediare.

Stasera non voglio rompere le uova nel paniere a chi aveva appena deciso di creare un account Twitter, una Facebook Fan Page o un corporate blog ma voglio solo avvisare che questa è una strada in salita e non in discesa. E che se non si possiedono i requisiti minimi che ho elencato è meglio lasciar perdere.

Altrimenti gli account Twitter rimangono pagine mute con 2-3 tweets che condividono pochi link, le Facebook Fan Page si trasformano in un guazzabuglio di interventi senza senso e i blog… beh, i blog nascono e muoiono in poche settimane. Questo è il Social Media Marketing che inizia a far danni!

Fonte immagine

9 COMMENTI

  1. Ci voleva proprio un articolo così chiarificatore !

    E pensare che io , anche se amo il Social Media Marketing , ancora non ho aperto nessuna Facebook Fan Page !

    Sto imparando che bisogna muoversi a passi molto lenti per dare migliori contenuti un domani .

    Grazie .

    Claudio Papitto.

  2. Ottime considerazioni.

    La presenza nei social va pianificata attraverso un vero e proprio piano di social media marketing che individui obiettivi, target, risultati e un piano editoriale da seguire.

    Non puoi prendere e aprire account social e scriverci qualcosa ogni tanto solo perchè va di moda.

  3. spesso il problema nasce dal faidatè. infatti se non si ha la fortuna di essere già naturalmente pronti per fare Social Media Marketing i risultati che si riescono ad ottenere sono quasi sempre deludenti.

    ricordate la bolla delle .com ad inizio millennio? ebbene si sta rischiando di creare una nuova bolla, quella dei social cosi, perlappunto.

    come evitare che la bolla scoppi, come è successo nel 2001? semplice: evitando che si formi! e come si può evitare che questa bolla si formi? beh, questo è un po’ meno semplice… bisogna abbandonare le facili illusioni, e prediligere piani redatti da professionisti del settore al faidatè.

    infatti un (vero) professionista ha l’esperienza per sapere dove si va a parare e, soprattutto, a quali costi. infatti se budget ed obiettivi (realistici) vengono messi nero su bianco prima di partire è difficile che si vada incontro a drammatiche delusioni. ebbene: se tutti facessero così la bolla probabilmente non si formerebbe.

    • Un saluto a Marco Cavicchioli, Dario Ciraci e Claudio e grazie per i vostri preziosi commenti

      Sono felice di registrare un buon accordo un punto fondamentale: social media marketing vuol dire pianificazione e professionalità. Bantita l’idea che con 0 lire e poco tempo si arrivi chissà dove.

  4. Quoto senza dubbio sia Dario che Marco.
    L’analisi a 360° e la definizione di strategia, tempi, contenuti, obiettivi, prima del lancio di una campagna social, è fondamentale.

    Ciao!

  5. Mi è venuta in mente ora una proposta per un nuovo post Riccardo: “Come presentare un piano editoriale per una campagna di social media marketing…”
    Pensaci… 😉

    • Caro Paolo,

      Spero di trovare il tempo per lavorarci… altrimenti potresti pensarci tu con un bel guest post. Mi farebbe molto piacere ospitarti. Comunque grazie per i tuoi commenti e per l’idea!

  6. Pianificazione, esecuzione e verifica…
    beh come al solito buon senso e professionalità sono gli elementi necessari per fare un buon lavoro 🙂

    bravo riccardo

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here