Ogni volta che inizi a scrivere un post sul tuo blog, ogni volta che pubblichi un articolo, stai chiamando in causa uno schema preciso. Uno schema ridondante che ti permette di organizzare le informazioni.

struttura

In realtà questi schemi entrano in funzione automaticamente, a volte in modo inconscio: ti aiutano a organizzare i fatti e a rendere il lavoro più accattivante. Lo schema è lo scheletro del post. la struttura, la base che ti permette di combinare i fatti.

Anche tu utilizzi gli schemi, sono sicuro. Per questo voglio approfondire questa grafica di ABC Copywriting che sintetizza 6 strutture universali per definire i contenuti del tuo blog.

  •  Problema/soluzione – Le persone usano internet per cercare soluzioni, e sono particolarmente sensibili agli articoli che puntano l’attenzione sui problemi legati ai propri interessi. Ecco la svolta per i tuoi articoli: descrivi un problema che affligge la tua nicchia, racconta le difficoltà collegate a una determinata realtà e svela la soluzione adeguata.
  • Storia – Racconta una storia. Struttura i tuoi articoli raccontando la tua esperienza personale o quella delle persone che ti circondano, lascia passare i concetti chiave attraverso le maglie della narrazione. A volte non c’è nulla di meglio di una storia ben raccontata per comunicare. Per approfondire: gli elementi di una grande storia.
  • Domanda/risposta – Un modello ben rodato quello della domanda con relativa risposta. Nel titolo di solito si trova l’interrogativo, la domanda, che viene definito e ampliato nel primo paragrafo del post. Un post che ha un unico obiettivo: dare una giusta risposta alla domanda iniziale.
  • Lista puntata – Un esempio su tutti: questo post. I lettori amano le liste puntate perché classificano, ordinano, danno un senso al caos primordiale in cui viviamo. Puoi fare tutto con le liste puntate? Ovvio, la risposta è no. C’è un tempo per le liste puntate e uno per la narrazione. Il compito del blogger è capire i momenti giusti.
  • Punto di vista differente – Esamina la situazione da un punto di vista alternativo, diverso da quello che caratterizza l’opinione dominante. Questa tecnica viene inclusa nel repertorio link baiting perché permette al blogger di attirare l’attenzione (e relativi link) del pubblico, ma in alcuni casi può portare a risultati opposti.
  • Dal generale al particolare – Una struttura perfetta per i post tecnici. Il suggerimento è semplice: inizia da un piano generale e dirigiti di paragrafo in paragrafo verso un livello sempre più dettagliato e tecnico. In questo modo puoi dare una struttura ordinata ai post più tecnici e pubblicare dei tutorial facili da leggere.

Ecco sei strutture per i tuoi post, sei modelli che puoi utilizzare per organizzare contenuti di qualità. Lascio a te la parola: puoi aggiungere un punto a questa lista? Due? Prego, i commenti sono a tua disposizione.

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

3 COMMENTI

  1. La schematizzazione presentata mi trova d’accordo con la mia mente quadrata di ingegnere, vista la razionalità proposta. Dal mio punto di vista diverso è la modalità per il mondo femminile, che ammiro molto proprio perché riesce ad uscire da questo schematismo.

  2. Io aggiungerei anche la struttura “Dal particolare al generale”, molto spesso uno casistica specifica può essere lo spunto per argomenti di più ampio respiro.

    • Ciao!

      Dal particolare al generale… certo, prendendo come esempio un case study potrebbe essere utile. Tu hai qualche esempio concreto?

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here