Da qualche giorno Facebook ha introdotto la Timeline anche per le Fan Page e siamo tutti indaffarati per scoprire ogni dettaglio che ci possa tornare utile.

Era un passo che stavamo aspettando con ansia, anche perché quella struttura longilinea che avevamo già provato sui profili personali ci sembrava perfetta per le nostre attività. E in effetti lo è!

Facebook fan page timeline

C’è l’immagine grande che domina la pagina, ci sono le informazioni da personalizzare, ci sono i post in evidenza… e quasi ti sei dimenticato che da qualche parte c’è anche Google Plus.

Pinterest gli ha dato un duro colpo, ma con l’arrivo della Timeline Google Plus è ormai  obsoleto. E il motivo è semplice: Facebook si è svincolato dalla sua architettura a bacheca (Wall) per evolversi in diario (Timeline)

E Google – che non ha fatto altro che copiare Facebook – si ritrova con delle linee che ci sembrano già vecchie di 1.000 anni.

Nel suo ultimo articolo, Paolo Ratto si e ci chiede se Facebook ci ha preso di nuovo. La mia risposta è affermativa e condivido l’entusiasmo di chi vede nelle nuove Fan Page un ottimo strumento per fare SMM.

C’è ancora qualche dettaglio da curare ma il risultato è buono. Facebook ha avuto il coraggio di rimettersi in discussione e stravolgere la sua natura incasellata, ci sono perplessità ma c’è anche coscienza delle sue potenzialità.

20 COMMENTI

  1. “con l’arrivo della Timeline Google Plus è ormai obsoleto. E il motivo è semplice: Facebook si è svincolato dalla sua architettura a bacheca (Wall) per evolversi in diario (Timeline)

    E Google – che non ha fatto altro che copiare Facebook – si ritrova con delle linee che ci sembrano già vecchie di 1.000 anni.”

    Insomma siete “oggettivi”! xD fanboy di fb? xD

    • E tu come le vedi le bacheche di Google Plus? Non ti sembrano vecchie?

      Non esiste un’osservazione oggettiva al 100% e non ci tengo neanche ad avvicinarmi: questa è la mi opinione,

      La tua, invece, qual è?

  2. Google Plus indietro anni luce e non da segni di novità e voglia di utilizzarlo da parte dell’utente medio. (nemmeno io c’ho voglia di utilizzarlo)

    La Timeline Facebook per le pagine a me piacciono e ci vedo tante opportunità per le aziende. Però voglio aspettare l’ufficialità, che pare essere il 30 Marzo. Prima di allora tutto può sempre succedere 🙂

  3. Basta vedere il tempo medio speso su Google Plus e quello su Facebook. Il confronto non esiste proprio, secondo me.
    Le pagine di Google Plus sono la brutta copia del Wall di Facebook, solo che ora Facebook è passato alla Timeline.. copieranno anche quella?

    • @Marygrace83 – Spero di no, cadrebbero nel ridicolo. Google ha avuto delle intuizioni fantastiche in diversi campi ma con i social proprio non ce la fa. Almeno fin quando si limiterà a inseguire e a imporre i suoi risultati nelle serp…

      @Antonio – Vuole imporre la sua forza come motore di ricerca anche nel circuito social, è chiaro. Ma non tu va secondo i piani a quanto pare!

  4. G+ era obsoleto già in partenza, pure in fase progettuale, ora è a parer mio pure zoppo: la politica di non condivisione cross-social come fanno tutti gli altri lo penalizza di brutto. E’ chiuso in se stesso, o ci piazzano alla svelta qualche strumento rivoluzionario oppure possono far festa.

  5. Sono dell’opinione che la nuova struttura grafica della Timeline di FB giovi molto di più, in quanto a leggibilità, alle fan page piuttosto che ai profili personali.
    Detto questo, Google Plus già quando è nato era un inseguitore, un emulo, cerchie o non cerchie, social o non social search. E penso che questo rimarrà il suo destino! 😉

  6. Concordo! Google Plus ha un design dell’800 ed è usato a forza solo perchè permette una buona indicizzazione. Facebook e Twitter corrono, lui rimane al palo!

  7. Nella ricerca Google detta legge, nel social è solo uno dei tanti, che scopiazza. Fino ad oggi era riuscito nell’intento di fare la guerra in casa degli altri, nel software con Microsoft e nel mobile con Apple, sfruttando l’avidità dei 2 colossi. Nel Social torna a casa con le ossa rotte, anche se ha capito che anche la Search è a rischio Facebook, che sta provando a sostituirsi al web.

    • Mi sembra di capire che pochi hanno il coraggio di difendere Google Plus…

      Io non sono per i grandi dominatori del web. Non credo sia meglio avere la rete governata dalle logiche di Facebook, ma c’è da dire che Google si sta dando la zappa sui piedi con la questione social.

      Come hai detto tu, Daniele, nella ricerca è vangelo ma nei social scopiazza alla grande. E rimane con nulla in mano quando glia altri superano il suo standard.

  8. Ma sono dell’idea che siano cose completamente diverse, è molto più Social G+ che Facebook, con la tasformazione a Diaro lo è sempre meno.. Nel senso, su facebook regna la mentalità, che è lui stesso a alimentare dell'”aggiungo solo chi conosco”.. Ed il diario non aiuta, tu faresti vedere il diario della tua vita, anche se da te pilotato, a tutti in ogni momento? Google+ Aiuto a creare collegamenti, fa rete, soprattutto con gente che non conosci al quale sei legato per il puro piacere di condividere argomenti che accomunano entrambi.. Non lo so, magari è un idea nata dal mio utilizzo dei Social, ma la vedo cosi’.. Diciamo che forse la Page di Facebook ha sbaragliato la Page di Google, ma questo è ovvio vista la differenza di utilizzo del Social, ma questo discorso vale anche per YouTube e Vimeo, tu dovendo dare visibilità ad un video lo metteresti su YouTube o Vimeo? Io su YouTube, al contrario se cercassi una rete di esperti che possano criticare ecc.. Idea mia 🙂

  9. Che G+ sia nato con difficoltà e continui ad averne non c’è dubbio. Io, però, continuo a usarlo e a preferirlo per molte cose a Facebook. Lo trovo più professionale, o forse lo penso solo perché lì ho contatti di lavoro invece di amici e conoscenze semplici.
    Trovo discussioni interessanti, cosa che ormai si trova di rado su FB (e anche qui ottimo strumento è Twitter).
    Quindi ok all’aggiornamento delle bacheche di G+, ma contemporaneamente trovo sempre meno persone coinvolte su FB. Non vi sembra?

  10. Concordo sul fatto che Facebook abbia fatto un grosso passo avanti, reinventandosi e realizzando qualcosa sicuramente dal forte impatto visivo.
    Questo aspetto positivo lo vedo soprattutto in relazione alle Pagine.
    Tuttavia credo che con questi cambiamenti si avvicini più al modello pinterest legato al “visuale” che non al social di conversazione. Copertine, box, immagini in prima linea, eventi passati… lasciano sempre meno spazio alla conversazione e più all’esposizione. Al contrario G+ rimanendo vecchio stile può puntare tutto sui contenuti, tant’è che attualmente è l’unico social che per stile e frequentatori permette di sviluppare conversazioni ad ampio respiro…

  11. Ciao a tutti. Anche per me Google+ è nato obsoleto, anche se la suddivisione dei contatti in cerchie a seconda degli interessi a me piace. Avendo interessi di diversa natura – arte, astronomia, archeologia e non so quanto altro ancora – mi tornerebbe anche utile. Ma pochissimi sono su google+
    Avrebbero potuto ideare qualcosa di diverso dalla solita bacheca -questa è la pecca principale- ci si annoia sempre delle stesse cose. Sarebbe come dover traslocare senza un valido motivo in un paese isolato e aspettare che si popoli.
    Hanno aggiunto una funzione “modifica la foto” veramente, come dire, accurata. Ma sono pochi quelli che realmente sfruttano questa risorsa, secondo me.
    Per quanto riguarda fb, a me nn piace tanto. Troppa esposizione di se stessi, a meno che non si tratti di azienda e affini non ne vedo l’utilità.
    Condivido, infatti, il commento di GianArb sul mettere a disposizione di tutti le cose più personali. Il Diario agevola questo.
    E’ vero che ognuno accetta le amicizie che vuole ma c’è un retrogusto amaro in questo. Finchè è gente che non conosci passi pure, ma quando si tratta conoscenti, mezzi parenti, parenti dei parenti… che si fa?
    Le persone ci restano male.
    E va bene che “l’ esperienza” deve essere vissuta al massimo, ma a me sembra troppo. E comunque aspetto ancora qualcosa di veramente nuovo, chissà chi avrà l’idea geniale.

  12. La Timeline nei profili non mi aveva entusiasmato granché (e nemmeno ora devo dire), il suo formato stile Curriculum Vitae non mi sembra adatto a un qualcosa che a mio avviso dev’essere molto personale e “friendly”, mentre lo trovo perfetto per le pagine e per tutti gli usi “brand” che se ne può fare (inclusi i profili personali che sono “brand” di suo).
    Le pagine così mi piacciono parecchio e mi diverto a leggere ma anche a provare le loro potenzialità.
    Riguardo Google Plus è partito in svantaggio (ormai c’è la tendenza di rapportare tutto a Facebook) e sebbene all’inizio mi aveva entusiasmato perché cercavo un alternativa a Facebook ora mi annoia, penso che chiunque voglia creare Social non avrà mai successo se crea emuli di Facebook ma lo può avere se ha idee innovative, diverse insomma (vedi Twitter o Pinterest) Google Plus è obsoleto e tale rimarrà finché sarà il “fratello minore di Facebook” a differenza di altri social che hanno avuto il coraggio (e il rischio) di creare idee innovative e ne stanno raccogliendo i frutti (per ora molto positivi).
    Mia opinione…

  13. @Riccadinho – Perfettamente d’accordo con te, soprattutto quando dici che la Timeline è perfetta per i brand ma un po’ meno per i profili.

  14. Credo che ciò a cui stiamo assistendo non sia una lotta fra due competitor. Lo sono stati per un po’, ma oggi Facebook ha fatto una scelta di campo, e credo che GooglePlus debba continuare a essere ciò che è stato fino ad adesso.
    Il passaggio da Bacheca a Timeline di Facebook pone al centro dell’azione di comunicazione il contenuto, anche a discapito dell’unica discriminante che prima organizzava il flusso di condivisione: il tempo. Si possono creare ordini di priorità che prima non era possibile immaginare, spingere più o meno un’azione di SMM, aprire discussioni su topic che magari, con l’evolversi delle ore si sarebbero spente per la difficoltà di reperire il contenuto. Iniziativa ottima, ma dov’è il cercar di pareggiare le altre anime del social network? Ad esempio, quando potranno essere sfruttate le implementazioni fatte da Zuckerberg di strumenti come la videochiamata, che tentava di pareggiare il quid che aveva uno strumento come GoogleTalk (integrato in G+) ma che di fatto non è oggi percepito dall’utenza come un’altra via per comunicare?
    Se Facebook è di fatto un social network basato sempre più sul contenuto, G+ può diventare un vero e proprio aggregatore di funzionalità e utilities senza paragoni, perché accentra in sè tutte le possibilità che offre la suite di Mountain View: e in questo, sono sicuro, non troverà competitor tanto facilmente…

    • Ciao Francesco, grazie per aver lasciato il tuo commento.

      Quello che dici è giusto, però da Google mi aspetto una coerenza verso quelle funzionalità e utility che citi, senza rincorrere a rotta di collo le novità intrdotte da Facebook. Aggiornare le Google Pages sulla scia di Facebook credo sia un suicidio: meglio crescere e portare qualcosa di nuovo all’universo web. ma è proprio questo il problema…

  15. Infatti io fossi in Google rimarrei così. E integrerei le pages con tutte quelle utilities che già esistono, più che perseguire il tentativo di imitare Facebook 🙂

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here