Diavolo, certo che sì.

Your message is what you’re trying to communicate. Your tone of voice is how you communicate it. In questo modo Copyhackers spiega l’importanza del tone of voice nel processo comunicativo.

commenti

Un processo che, nel blogging e nell’universo web 2.0, è fatto di botta e risposta. Di scambio. Di interazione. Io pubblico, tu rispondi, io rilancio. Questa è la rete. E molti blogger sfruttano questo meccanismo per far crescere il proprio potere, la propria influenza. Creare relazioni vuol dire esistere.

Ecco perché uno dei problemi fondamentali di chi inizia a fare blogging è questo: non arrivano commenti. Nessuno lascia la propria opinione. Forse non scrivo cose abbastanza interessanti.

O forse no. Forse le scrivi ma ti presenti come una persona da non commentare.

Perché le persone non commentano?

Secondo la psicologia di chi legge e non commenta, ci sono diversi motivi per abbandonare un blog senza lasciare traccia: l’assenza di commenti precedenti (devo iniziare proprio io?), di opinioni personali e di spiragli per far esprimere il lettore. L’articolo è completo. Non c’è altro da aggiungere.

Ci sono anche argomenti che chiama in causa una nicchia poco avvezza all’interazione: è più semplice far commentare il popolo dei social media marketer e non quello dei falegnami o dei carpentiere.

Insomma, l’assenza dei commenti è un problema che nasconde diverse sfumature. E proprio in questi giorni è arrivato un commento che ha lasciato una domanda interessante firmata da Valeria:

“Anche il tone of voice da il suo contributo nell’aumentare le interazioni quando è colloquiale e personale piuttosto che freddo, asettico ed eccessivamente professionale?”.

Il tone of voice gioca il suo ruolo. E lo fa in grande stile: non devi dimenticare che davanti a te c’è una persona in carne e ossa, una persona che reagisce a degli stimoli esterni. O meglio, alle emozioni.

Per approfondire: aumenta i commenti del tuo blog appena nato.

L’importanza delle emozioni

Scrivere articoli densi, ricchi di informazioni e dati interessanti è importante. Pubblicare contenuti rilevanti è la chiave del successo. Ma io credo che inserire una venatura emotiva sia importante per chi cerca il confronto con l’altro. E, quindi, per chi vuole aumentare i commenti del proprio blog.

Mi spiego meglio: non devi trasformare il tuo blog in un libro Harmony. No, non ti chiedo tanto. Ma ti invito a riflettere sulla comunicazione dei grandi blogger. O meglio, sullo stile e sul tone of voice di chi raggiunge ogni giorno migliaia di persone, e colleziona centinaia di commenti in ogni articolo.

Ti faccio un esempio. Come inizia il Whiteboard Friday di Fishkin? “Howdy, Moz fans, and welcome to another edition of Whiteboard Friday”. Stile fresco e amichevole, con un saluto usato nel sud degli Stati Uniti e che sintetizza How do you do. Per caso ha iniziato con esimi colleghi o gentili telespettatori?

No. Il tone of voice è impostato sul colloquiale, sulla possibilità di instaurare un rapporto paritario. Non c’è differenza tra chi scrive e chi legge. Questo non è un caso: è una caratteristica studiata. Probabilmente è un’attitudine, un modo di esprimersi sincero, ma il tone of voice è stato modellato.

Da leggere: aumenta i commenti con gli inneschi.

Perché influenza i commenti?

Perché il tone of voice influenza i commenti? Semplicemente perché le persone amano confrontarsi con i propri pari, con chi non si erge a professore universitario ma ti accoglie come un vecchio amico.

Le persone vogliono parlare con altre persone. Vogliono confrontarsi, non vogliono farsi giudicare.

Questo non vuol dire raccontare frottole o storie di basso spessore. Puoi avere un tone of voice amichevole, espresso da una scrittura semplice, ma pubblicare dei contenuti di gran qualità.

La tua opinione

Per aumentare i commenti del tuo blog devi lavorare sodo, dvi pubblicare spesso e puntare sulle interazioni. Oggi aggiungo un altro tassello: lavora sul tone of voice, avvicinati al lettore, parla a un amico. Con semplicità e schiettezza. Senza doppi fini, e senza risparmiare sui consigli.

Questa è la mia idea, qual è la tua?

2 COMMENTI

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here