Caratteri di scrittura online per scritte particolari

Di Riccardo Esposito | Pubblicato il - Aggiornato il

Cambiare la scrittura online è facile, devi solo utilizzare delle app che ti consentono di scegliere caratteri particolari e di sfruttale una formattazione differente e particolare. Come ad esempio il corsivo e il grassetto.


Se vuoi cambiare il font di scrittura online devi utilizzare gli strumenti giusti. Per modificare il carattere su un programma di videoscrittura come Word o Google Docs devi intervenire sulla formattazione, sulla dimensione delle lettere o sulla tipologia.

Come fare una scrittura online con scritte particolari, font differenti, grassetto e corsivo

Puoi scegliere un Verdana grassetto o un Time New Romans corsivo. Anche WordPress, con il nuovo editor Gutenberg, permette di cambiare lo stile della scrittura on line facilmente. Ma come farlo con le piattaforme come Facebook o LinkedIn? Ecco tool per cambiare scrittura online e copiare/incollare caratteri speciali con un generatore font.

Scritte Belle

Il sito web in questione ti consente di applicare una formattazione specifica al testo che vuoi scrivere online, ad esempio puoi trasformarlo in scrittura a mano anche in grassetto o corsivo. O cambiare direttamente stile scegliendo simboli e caratteri strani.

Messletters

Non lasciarti ingannare dallo stile datato di Messletters: questo strumento permette di dare al tuo testo una serie di combinazioni di font differenti. Puoi scegliere lo stile di scrittura che vuoi riportare per poi copiare e incollare sul social network che preferisci.

Nuovi caratteri di scrittura particolari per te.
Nuovi caratteri di scrittura particolari per te.

L’aspetto interessante di questo strumento per cambiare tipi di scrittura online: puoi scegliere di digitare anche simboli, forme, emoticon ed emoji. Insomma, se cerchi i caratteri delle lettere più particolari, fantasiosi e singolari sei nel posto giusto.

Yaytext

Un tool storico per creare testi Unicode e importare sui social scritte in grassetto, corsivo, barrato e inserito nei box. Con Yaytext hai a disposizione tutto quello che serve per cambiare scrittura online scegliendo anche tra testo barrato, ribaltato e incorniciato.

Caratteri Speciali 10

Per cambiare scrittura online devi usare delle applicazioni. Ce ne sono diverse, facili da usare. Una delle più famose è caratterispeciali10.com. Vai sul sito web e scegli quale scritta online vuoi fare, puoi utilizzare generatore testi per Facebook, Whatsapp.

Scegli nuovi caratteri di scrittura online.
Scegli nuovi caratteri di scrittura online.

Utilizzando caratteri Unicode puoi modificare lo stile di scrittura inserendo con Ctrl C e Ctrl V – o Mela C e Mela V se usi il Mac – il testo generato dove vuoi, anche nei commenti di Instagram e YouTube. Non dimenticare il generatore di font per nickname.

Caratteri Scrittura

Il convertitore testi ti permette di ottenere una scrittura online nuova, magari con lettere rare e simboli particolari. Puoi avere anche un generatore di caratteri per Tumblr. Qualcosa del genere fa anche caratteriscrittura.com. Scegli, scrivi, fai copia e incolla.

Scritte Strane

Già il nome dovrebbe suggerirti il tipo di applicazione che stiamo per descrivere. Con questo strumento per cambiare modo di scrivere sui social puoi creare una serie di decorazioni e formattazioni per i tuoi testi. Tra gli stili più richiesti per la scrittura online?

Usa vari tipi di scrittura online
Usa vari tipi di scrittura online.

Di sicuro Italic e Bold Font regnano indisturbati tra i principali tipi di scrittura ma puoi scegliere anche scritte particolari come lo Squiggle Fancy Text, il barrato in diversi modi e il Vapowave Font Style che permette di scrivere con molto spazio tra le lettere.

UTF-8 font e stili

Il primo punto da mettere in evidenza: se vuoi modificare il font dei social media come Facebook, Instagram e TikTok hai bisogno di applicazioni online che ti consentono di seguire questo progetto per fare scritte particolari. Puoi utilizzare per questo Topster.

Gutenberg

Proprio così, ho inserito tra gli strumenti per modificare la scrittura on line anche WordPress Gutenberg. Perché con questo nuovo editor puoi cambiare facilmente il testo senza usare direttamente il codice HTML. I tag li puoi gestire facilmente con i blocchi.

In pratica, grazie ai comandi dei singoli blocchi puoi facilmente definire il colore del testo e per le citazioni hai la possibilità di impostare scritte particolari online sui post. Però non è al pari delle varie applicazioni per scegliere i diversi tipi di scrittura.

Da leggere: corsi di scrittura online per copywriter

Google Docs

Il miglior programma di scrittura online. Non sarà un campione per creare scritte particolari, ma se cerchi uno strumento per scrivere su internet a costo zero, gratis, ed efficace sei nel posto giusto. Devi usare anche tu Google Docs per scrivere online.

Fonts (iPhone e Android)

Tutto questo serve per cambiare tipologie di scrittura online da applicazione desktop. Ma se stai lavorando da smartphone come fai ti consiglio quest’app per scegliere caratteri di scrittura particolari direttamente dal telefonino. Disponibile per iPhone e Android.

Fonts (iPhone e Android)
Caratteri e lettere speciali su smartphone.

Per cambiare caratteri di scrittura basta installare l’app: così hai diverse opzioni sul tastierino per scegliere il tipo di font da utilizzare per realizzare scritte particolari sui vari social. Ad esempio se vuoi scrivere in grassetto o corsivo su Instagram.

Riccardo Esposito

Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online (bio di Riccardo Esposito).

Categoria: Scrivere

14 commenti su “Caratteri di scrittura online per scritte particolari”

  1. Io non scrivo mai sull’editor di testo di WP e per un motivo preciso: voglio avere un file di ogni post che scrivo, perché il database del blog può anche saltare, e trovo inoltre più comodo scrivere con un programma di scrittura. La “È” su Writer di OpenOffice si attiva automaticamente dopo il punto, scrivendo “è”. Per chi usa Windows, basta digitare Alt+0200.

    Anche incollando il testo da Writer su WP dà problemi: si riempie di codice in più. Io lo incollo in modalità visuale, poi apro la modalità Text, la incollo su un documento di Writer e usando Ctrl+F cerco ed elimino il codice superfluo. Questione di pochi secondi.

    Ho provato varie volte Quora, Google Suggest, Google Trend e altri simili, ma non ho mai trovato nulla di interessante…

    Il correttore automatico, invece, serve eccome.
    Ti fa notare errori che possono sfuggirti. Refusi, specialmente. Non tutti gli errori, ovvio, se per esempio scrivi “La pecore” per lui non è un errore. Ma una bella scrematura la fai, se per scrivere velocemente digiti male una parola o fai un errore grammaticale.

    Riguardo le liste puntate, in realtà tu non hai inserito nel post una lista puntata, ma ben 10, ognuna delle quali contiene un solo elemento di lista.
    Se leggi il codici, lo vedrai.
    Per dare spazio fra i vari punti della lista, basta agire sul foglio di stile.

    Sono scettico, inoltre, sull’uso di strumenti in inglese per verificare errori e lacune in un testo italiano.

    Per cercare sinonimi uso uno strumento online: homolaicus.com/linguaggi/sinonimi/

    Ho trovato utile anche questo sito: convertcase.net/ che converte frasi interamente in maiuscolo in frasi scritte normalmente.

    1. Riccardo Esposito

      Ciao Daniele,

      Come sempre i tuoi commenti sono completi e utili.

      Il correttore automatico mi confonde, e corregge (automaticamente, ovvero senza chiedere parere a me autore) parole che ho volontariamente scritto in un determinato modo. Ho rischiato delle figure pessime a causa del correttore automatico.

      L’evidenziatore di errori, invece, è comodo. Ma appunto: l’errore me lo deve evidenziare e non correggere automaticamente.

      Riguardo ai tool in lingua inglese sono d’accordo: non possono aiutarci con l’italiano. Quelli che ho elencato hanno un semplice compito di enumerazione delle frasi e delle parole.

      Comodo Convertcase, grazie.

      1. Grazie 🙂

        Ho confuso il correttore con l’evidenziatore 😀
        Hai ragione, meglio l’evidenziatore.

        Ho messo fra i preferiti uno dei due tool che evidenzia le parole. Finora io usavo un altro metodo: cerco quella parola con Ctrl+F e vedo il testo quante ne contiene. Un po’ macchinoso farlo con tutte le parole..

    2. @Daniele Ci sarebbe un trucco per estrarre il solo testo da un file di Writer … Il formato Odt è sostanzialmente una cartella compressa e se la apri con un programma tipo winzip o winrar vedi tutti i file che contiene. Uno di questi file si chiama content.xml e contiene il puro testo del tuo articolo. Da rilevare che non perdi solo la formattazione ma anche gli a capo. In alternativa puoi fare come faccio io: seleziono il contenuto, lo copio e lo incollo dentro un programma tipo blocco note, che prende solo il testo; lo riseleziono lo copio e lo incollo nella finestra di wordpress et voilà … nessun tag indesiderato, questione di pochi secondi 🙂

  2. Bell’articolo. Anch’io di solito passo via txt se dove trasportare un documento con un layout pre impostato, trovo sia più rapido applicare le mie preferenze rispetto a modificarne altre, soprattutto quando sono di fretta e non ho voglia di litigare con l’editor.

    Per quanto riguarda il correttore automatico, ammetto di essere un po’ lunatico sull’argomento: è capitato spesso che mi facesse notare errori che mi erano scappati, ma generalmente preferisco lavorare senza e dedicare più tempo alla revisione, per poi passare tutto al correttore come prova del nove.

    Alle volte, se ho a che fare con testi impegnativi e un po’ fuori dai miei normali campi d’interesse, faccio anche ricerche basate sulla comparazione di corpus linguistici, confrontando le occorrenze, le strutture delle frasi, il registro ecc ecc, così da inglobare una cerca coerenza sistematica tra il mio documento e l’insieme dei documenti simili.

    1. Riccardo Esposito

      Ciao Alex,

      Un piacere leggere il tuo commento. Forse ti interessa anche questo post mysocialweb.it/2010/01/07/18-strumenti-online-per-scrivere-meglio-anche-offline/ in cui riassumo gli strumenti che uso per scrivere meglio online e offline.

  3. Ciao, io sono un po’ all’antica… mi rifaccio alle regole di revisione delle bozze leggendo il testo secondo diverse modalità: la grammatica, l’ortografia, la sintassi e la costruzione generale. Leggo il testo anche partendo dal fondo per non farmi distrarre dal senso logico. Infine rileggo il tutto con l’occhio del destinatario: fila tutto? ha senso?

    Come strumenti online uso spesso thefreedictionary.com eccellente anche per l’italiano e fantastico per quando si fanno traduzioni. I sinonimi li trovo sul classico dizionario dei sinonimi e contrari, oppure anche quelli forniti tramite Word talvolta sono più che sufficienti. Diffido anch’io del correttore automatico, ma in caso di refuso furbetto, lo scova benissimo.
    Metto inoltre a riposare/decantare il testo: ovvero faccio più pause tra una fase e l’altra, di modo da ossigenare il cervello. Così ho la mente più fresca e colgo sempre dettagli da sistemare e migliorare.

    1. Riccardo Esposito

      Ciao Anna,

      Quella della rilettura è un’arte. E mi rendo conto che – purtroppo – il tempo che abbiamo a disposizione per esaltarla è sempre meno.

      Quando posso faccio leggere gli articoli a persone fidate: è il modo migliore per migliorare il testo e trovare gli errori. Ci abituiamo a quello che abbiamo scritto, e non riusciamo più a modificare in modo oggettivo.

      In ogni caso il refuso, l’errore di distrazione è sempre in agguato. E ti dirò… non condanno perché sono il primo a cadere in questa trappola.

      Discorso a parte, invece, l’errore di grammatica. Quello è difficile da perdonare…

  4. Ciao 😉
    Molto interessante l’articolo xd ci sono molte cose da cui prendere spunto. Io ho blogspot, quando non voglio distrazioni apro un app di appunti e scrivo prima li. Poi mi rivolgo ai vari dizionari on-line per qualche sinonimo e google trend per qualche spunto. Rileggo l’articolo più e più volte .. Anche se quando pubblico difficilmente sono pienamente soddisfatta ihih

    1. Riccardo Esposito

      Mai essere soddisfatti del proprio lavoro: rischi di non migliorare mai. Per scrivere online devi migliorare sempre, e lavorare in modo da ottenere risultati sempre migliori.

  5. Ciao Daniele, ci ritroviamo anche qui. Devo dire che tu ed io facciamo la stessa cosa ( e chissà quanti altri) e questa è stata una fortuna perché ad aprile tiscali ha chiuso la piattaforma e avrei perso tutti i post. Quindi idea strepitosamente utile. Anche io uso la tastiera per i caratteri speciali, almeno per quelli che sono riuscita a scoprire tipo la È, oppure la ô. Mi diverte tanto. Ciao, anche a te Riccardo, scusa. I tuoi consigli sono come sempre utilissimi anche se, neanch’io uso il correttore automatico ma rileggere….devo rileggere le parole al contrario per trovare i refusi. Perché gli occhi vedono quello che la mente vuol farti vedere, che non sempre è quello che è….sennò perché si chiamerebbe “mente”?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto