Disabilitare commenti WordPress

Di Riccardo Esposito | Pubblicato il

Spesso ritorna questa discussione: disabilitare i commenti WordPress. Questi contributi sono fondamentali, permettono di far crescere la tua community nel tempo.

disabilitare i commenti wordpress
Come chiudere i commenti del blog?

Per chiudere i commenti sul tuo blog WordPress hai diverse soluzioni. Se vuoi intervenire su una singola pubblicazione e disattivare il box su un unico articolo, devi aprire il post e dirigerti nella sezione discussione che si trova al lato del contenuto.

Molti cercano di eliminare i commenti dalle pagine e dai post, voglio affrontare la discussione con calma. E creare una piccola guida per decidere: conviene nascondere il box dei commenti sul blog? Come disabilitare commenti WordPress?

Come disabilitare i commenti del blog WordPress

Vuoi eliminare le discussioni. Come disattivare i commenti WordPress? La risposta è semplice, questo CMS offre diverse soluzioni. Dipende dall’importanza e dal volume del tuo intervento: puoi eliminare tutti i commenti o solo in diverse sezioni.

Eliminare i commenti su tutto il sito

Vai nella dashboard del tuo blog e dirigiti nella sezione discussione. I primi campi si trovano nella voce Impostazioni predefinite per la pubblicazione.

disabilitare commenti WordPress
Basta una spunta per eliminare i commenti.

A questo punto per disattivare i commenti sul tuo blog WordPress e togliere il box per lasciarli basta togliere la spunta Permetti l’invio di commenti per i nuovi articoli.

Se vuoi togliere anche la possibilità di ricevere pingback e trackback nei commenti dei post devi spuntare Permetti i link di notifica da altri blog per i nuovi articoli.

Da leggere: nascondere autore articolo WordPress

Chiudere i commenti dei post vecchi

La tecnica che ti ho appena mostrato serve a bloccare i commenti su pagine e post nuovi (o ancora da pubblicare). Vuoi intervenire su tutti i contenuti già online?

Togli i commenti a tutti i post vecchi
Togli i commenti a tutti i post vecchi.

Per disabilitare i commenti WordPress del tuo blog ma su articoli vecchi devi seguire una strada differente. Ecco il tutorial per eliminare le interazioni da WordPress:

  • Vai nel backend del tuo blog WordPress.
  • Fare clic su Tutte le pagine nel pannello di sinistra.
  • Seleziona tutte le pagine con la spunta del titolo.
  • Seleziona Modifica e poi clicca su applica.

Nella casella con menu a discesa nominato con la voce Commenti seleziona Non consentire, quindi fai click sul pulsante Aggiorna per salvare le modifiche.

Togliere i commenti da un singolo post

Puoi eliminare i commenti dal blog con un’opzione meno impegnativa. Ad esempio puoi eliminare la possibilità di lasciare gli interventi del pubblico solo su alcuni post. O sulle pagine, perché le risorse statiche non hanno bisogno di commenti.

elimina i commenti dal post
Togli i commenti dal post e dalle pagine.

Come nascondere i commenti di WordPress, ma di una singola risorsa? Vai nel post o nella pagina in questione: alla fine c’è una sezione dedicata proprio a queste opzioni. Anche qui puoi scegliere se mantenere pingback e trackback.

Puoi fare questo nella lista dei post nel backend. Vai sul link di modifica rapida e clicca sulla spunta Permetti di commentare. Lo stesso vale per trackback e pingback.

Eliminare commenti dalle pagine statiche

Sulle risorse statiche del blog, ovvero sulle pagine statiche, i commenti WordPress sono già disabilitati. Se vai nel backend, nella lista con tutte le pagine fisse, puoi fare un lavoro inverso e attivare la possibilità di commentare.

Plugin per bloccare commenti WordPress

Se vuoi nascondere i commenti su WordPress puoi agire tranquillamente con le impostazioni native che ti consentono di eliminare l’area in cui si scrivono dalle singole pagine o da tutti gli articoli. Però ci possono essere esigenze differenti.

Esigenze che vengono soddisfatte da plugin come Disable Comments, il più completo per chi vuole avere massimo controllo sui box per lasciare le interazioni.

chiudere i commenti wordpress
Come disattivare il campo dei commenti su WP.

La gestione dei commenti non prevede solo un metodo per bloccarli ma anche per cancellare quelli che non ti interessano. Se hai tanti interventi del pubblico che vuoi eliminare e non hai intenzione di rimuoverli su ogni pagina puoi usare un plugin?

Sì, Delete All Comments Of Website che ti consente di eliminare tutti i commenti in un sol colpo. O di gestire delle sfumature come quelle per eliminare solo lo spam.

Rimuovi i commenti con il codice

C’è il codice per disabilitare la visualizzazione commenti sul modello di pagina. Apri il file page.php nell’editor WordPress o nella cartella del tema e cancella:

<? php comments_template ('', true); ?>

Dopo aver eseguito l’operazione clicca su Salva. Il box commenti sarà scomparso. Prima di eliminare qualsiasi stringa di codice dal tuo blog fai prima backup.

Perché chiudere i commenti di un blog

I commenti sono nervo vitale del blog, la scintilla di vita, il perno che consente al progetto di animarsi di vita propria e di crescere nel tempo: perché chiudere lo spazio dove le persone possono lasciare idee, opinioni e critiche? Ecco una lista:

  • Non perdere tempo con la moderazione e le risposte.
  • Evitare domande scomode per l’azienda.
  • Bypassare le critiche al proprio operato o al brand.
  • Scarso interesse verso l’opinione dei lettori.
  • Pochi commenti: meglio chiudere.

Quest’ultimo motivo dovrebbe essere una spinta per fare meglio. Il pubblico non commenta il tuo blog: perché? Forse i tuoi contenuti non sono il massimo, forse non lascia una call to action finale. O forse ancora non ragioni in termini di strategici.

Come disabilitare i commenti del blog WordPress.

La regola è semplice: se vuoi qualcosa devi prima dare. Devi essere il primo a lasciare i commenti se vuoi ospitare discussioni sul blog. Questo funziona sempre.

Cerca i progetti in linea con le tue esigenze, studia la piattaforma e inizia a commentare, a rispondere alle domande e a creare relazioni virtuose. In questo modo puoi aumentare i commenti del blog e risolvi il problema sul nascere.

Perché non disattivare commenti WordPress

Ho indicato i punti essenziali per chiudere i commenti sul blog WordPress, ho sottolineato tutti i passaggi per decidere come muoverti. Ma tutto questo senza considerare un passaggio decisivo: ci sono molti motivi per non disabilitare i commenti sul blog. Sul tuo blog. Quali sono? Io ne conosco otto.

I commenti sono contenuti

Questo è decisivo: i commenti sono contenuto utile per il tuo articolo. Oggi è sempre più importante guardare i commenti come delle protesi per approfondire argomenti necessari. Ci saranno sempre sfumature che non hai affrontato.

Come disabilitare i commenti del blog.
Disabilitare i commenti del blog.

E che il pubblico può suggerire. Il tuo compito? Rispondere ai commenti con indicazioni chiare per diventare una risorsa. Una risorsa per chi ha fatto la domanda ma anche per chi legge e incrocia la discussione nata ai piedi del post.

I commenti creano community

I commenti fanno questo: riescono a raggruppare il pubblico intorno a un nome. Perché puoi rispondere a una domanda, puoi essere gentile nei confronti di chi ti legge tutti i giorni, puoi mostrare il tuo volto umano. Detto in altre parole?

Puoi avvicinare il pubblico alla tua voce: puoi mostrare il volto umano e questo è indispensabile quando lavori con un progetto di blogging aziendale.

Rispettare la natura del blog

Un motivo per non nascondere i commenti WordPress: il blog è un confronto, togliere la possibilità di commentare vuol dire andare contro la sua essenza.

Non è importante per te tutto questo? Perfetto, passa ai punti successivi. Però devi sapere che togliendo i commenti da WordPress stai forzando la mano.

Migliorare i contenuti degli articoli

I commenti del blog migliorano i contenuti. Sono parte di quello che fai. Spesso ciò che scrivi nell’articolo non è in grado di rispondere a tutte le domande del pubblico.

nascondere i commenti wordpress
Non toccare le interazioni.

Quindi sono i lettori a lanciare l’iniziativa e chiedono approfondimenti. Così tu puoi inserire dettagli utili per approfondire l’articolo e renderlo più interessante.

Dimostrare vicinanza con il lettore

Chiudere i commenti del blog vuol dire rinunciare al grande vantaggio offerto dal blog, vale a dire accorciare le distanze tra chi scrive e il lettore. Nel caso di un blog aziendale questo significa annullare un possibile rapporto tra chi vende e chi compra.

Le grandi aziende oggi cercano un canale per interagire con il pubblico, hanno bisogno di soluzioni per parlare con le persone e per diminuire le distanze.

Questo avviene con il potenziale cliente in un ambiente disteso e informale come il blog. In quest’ottica nascondere i commenti WordPress sembra una follia.

I commenti di danno idee per i post

I commenti ti consentono di trovare idee per i contenuti. Puoi creare articoli e indicare nel calendario editoriale dei titoli per soddisfare esigenze concrete. Leggo una domanda nei commenti, controllo sui vari SEO tool i topic da affrontare.

Perché chiudere i commenti di un blog
Vuoi un blog senza commenti?

Non sempre è giustificabile un articolo, ma il commento può fare da sfondo a un miglioramento di un lavoro online. Un altro aspetto da non dimenticare: i commenti sono una buona fonte di traffico per il tuo blog. Per questo non li devi disabilitare.

Sfruttare il commenta marketing

Se i commenti sono attivi puoi fare comment marketing. Ovvero puoi sfruttare gli interventi per aggiungere contenuto con una logica precisa di completamento.

Inoltre puoi portare il lettore verso altre risorse, puoi spingere dei link e veicolare traffico verso ciò che ti interessa. Ci sono molti modi per ottenere vantaggi dal comment marketing. Ma se chiudi i commenti del blog hai zero possibilità.

Non fare spam nei commenti. Non vorrai disattivare blog WordPress, vero?

Attenzione, fare comment marketing non vuol dire lasciare link a caso. Anche perché esagerare su questo passaggio non è il massimo: usa i commenti per aggiungere valore, per dare un motivo in più alle persone di tornare sul tuo blog.

Ti ripeto questo concetto fondamentale: i commenti sono contenuti utili, usali per aggiungere valore nel tuo articolo. Non per fare spam o per spingere link.

Fare customer care attivo

Con i commenti puoi rispondere alle necessita del cliente, puoi affiancare ai classici canali di customer care un modulo nel quale le persone possono lasciare domande, richieste di aiuto o d’informazione. Questo significa dover rispondere alle critiche?

A volte sì, ma non è un problema. In primo luogo puoi avere una blog policy per limitare linguaggio violento e insulti. D’altro canto non lasciare la possibilità al lettore di criticare nel tuo blog non vuol dire essere sicuri che abbandoni l’idea.

Commenterà altrove, lascerà recensioni negative su Tripadvisor. Questo è meglio? Oggi affrontare gli attacchi nel modo giusto è un buon modo per fare marketing.

Come bloccare commenti spam WordPress

Spesso non è questione di disabilitare o cancellare, ma di bloccare commenti WordPress per evitare lo spam. Ovvero le interferenze non desiderate.

Lo spam è tra i commenti da cancellare dal blog: sono una massa di testo senza senso, facile da riconoscere. A volte, però, i malintenzionati lasciano dei messaggi che ricordano la mano dell’uomo. Sembrano dei commenti reali, non hanno link.

Questi interventi sono gestiti da bot. Leggili bene: sembrano quasi scritti a mano ma non hanno senso. Spesso lo spam si nasconde nella firma.

Lo fanno ancora, non temere: al posto del nome mettono una keyword ottimizzata. Tecnica inutile e dannosa se portata all’eccesso. Come bloccare commenti spam wordpress? Basta usare Akismet che riconosce e filtra gli interventi indesiderati

Come eliminare commenti WordPress

Ecco, inizio dalla base. Per cancellare un commento hai diverse possibilità ma io ti consiglio di eliminarlo prima di renderlo pubblico. Nel momento in cui WordPress ti chiede l’approvazione. Ecco come eliminare un commento da WordPress.

  • Vai nella dashboard.
  • Poi nella pagina commenti.
  • Individua l’intervento.
  • Clicca su cestina.
  • Svuota il cestino.

Tutto però dipende dalle impostazioni che hai dato alla piattaforma. Io, ad esempio, ho impostato WordPress così: il primo commento lasciato da un utente viene bloccato, e io lo devo approvare. Quelli successivi vanno online in automatico.

Poi è possibile cancellare anche tutti i commenti contemporaneamente, n un unico colpo e velocemente. Basta utilizzare il plugin Delete All Comment WordPress, un’estensione che dà massimo controllo sulla possibilità di cancellare i commenti WordPress in spam, in approvazione o proprio tutti quelli presenti in piattaforma.

Quali commenti cancellare dal blog?

Per chiudere i commenti, trackback e pingback basta togliere le spunte dalle sezioni. Ma per bloccare i commenti sull’intero blog WordPress in modo definitivo devi anche scegliere quali cancellare per mantenere pulito il tuo spazio web. Qualche idea?

Spam grezzo e ignorante

Il primo commento da cancellare è questo: lo spam lasciato in automatico dai bot. Nella maggior parte dei casi non c’è dubbio, non ci sono incertezze.

Si presenta un blocco di testo senza senso con una marea di link balordi. Non devi fare altro che cancellare questa spazzatura, ma di solito non la vedi neanche. Se hai installato un buon antispam come Akismet sei al sicuro da questa spazzatura.

Grammarnazi sul blog

grammarnazi

Ciao. Bel posto. Attento però: hai scritto ciaop. Correggi. Esiste un grammarnazi di alto profilo che scova l’errore di grammatica, e quello di seconda lega che si accontenta della battitura.

A prescindere da questa differenza, far notare un errore in pubblico è una cattiva abitudine. Soprattutto se a sbagliare è un collega. Nella vita  capiterà anche a te e il karma non fallisce mai.

Io suggerisco questo: non lasciare commenti che mortifichino l’operato del blogger in questo modo. La critica costruttiva è sempre ben accetta, ci mancherebbe, ma una simile nota non aiuta. Serve solo a mettere in difficoltà l’autore.

Meglio scrivere in privato queste cose: è sinonimo di educazione, e poi sul web dobbiamo guardarci le spalle a vicenda. Dobbiamo collaborare e non disabilitare commenti WordPress. Ma lo devi fare con criterio, aggiungendo valore al mio blog.

Siti sospetti nei commenti

Il problema non è solo quantitativo. Basta un link sospetto per far partire il ban. Se il collegamento che proponi in firma punta a contenuti che potrebbero offendere i lettori, io cancello. Non mi interessa il nofollow, il mio blog deve essere pulito.

Valanghe di link spam

Continuano a fare un lavoro di link building attraverso i commenti, dimenticando che nel 99% dei casi i blogger hanno il nofollow su questi collegamenti.

In ogni caso confondono il commento per un vecchio form nel quale inserire comunicati stampa senza senso. Riempiono gli interventi con decine di link.

commenti da cancellare subito dal tuo blog
Questo è un vero commento spam.

Ora, il concetto è questo: se lasci un buon commento io posso accettare la presenza di link utili al tuo scopo. A volte il contributo dei lettori diventa un piccolo guest post, ed è giusto aggiungere approfondimenti. Ma non puoi aggiungere decine di link.

Commenti polemici

La polemica inutile è quella che parte con un commento velenoso, provocatorio, magari minaccioso. E alimenta una discussione che finisce con la classica rissa.

Perché disabilitare commenti WordPress? Forse per evitare questa deriva. Lascia commenti che diano un punto di vista personale, non incoraggiare inutilmente la rissa: rischi solo di ritagliarti il ruolo di provocatore. E cancella i commenti volgari.

Questo è un passaggio delicato. I commenti violenti devono essere cancellati, sul blog non accetto comportamenti balordi. Esigo rispetto per il mio pubblico e per la mia persona, dovrebbe essere la stessa cosa per te. Immagino che sia così.

commenti da cancellare dal blog
Il commento che ti spinge a disattivare blog WordPress.

Quando vede il suo contributo nel cestino si ribella: “Perché avete cancellato il mio commento?”“Avete qualcosa da nascondere? La verità fa male?”. La policy viene in tuo aiuto. Dopo aver cancellato il commento, puoi lasciare un intervento nel quale scrivi che hai rimosso quel contributo perché non rispettava le regole.

Critiche anonime

Ho preso una decisione: le critiche sterili e anonime vanno nel cestino. C’è un appunto degno di questo nome, valido, capace di dare qualcosa alla discussione?

Lo accetto anche se è anonimo: le critiche fanno bene quando sono autentiche. Ma non voglio alimentare i troll, non ho bisogno del loro contributo. Quindi cancello.

Da leggere: come togliere data articoli WordPress

Vuoi nascondere i commenti WordPress?

Non lo fare. O meglio, valuta con attenzione i pro e i contro ma rifletti su questo passaggio: stai stravolgendo l’essenza stessa di questo strumento. Cos’è un blog?

Il commento è l’anima del blog. Con gli articoli intercetti ricerche informazionali e inneschi il processo di inbound marketing. Ma non è l’unico vantaggio.

La community ha un’influenza sul tuo lavoro. Vuoi nascondere i commenti WordPress o hai un capo che vuole lavorare in questa direzione? Racconta la tua esperienza. Prima però ricorda le differenze tra queste tre condizioni dei commenti:

Come togliere i commenti da WordPress?

Puoi utilizzare il codice o un plugin specifico per nascondere il box commenti. Oppure agisci dalle impostazioni di base che consentono di disabilitare l’interazione utente.
togli commenti

Come eliminare i commenti di WordPress

In questo caso non dobbiamo disabilitare commenti WordPress ma cancellare quelli che non vogliamo vedere sul blog. Puoi agire sui singoli commenti o in blocco.

Come bloccare i commenti su WordPress?

Con un plugin antispam come ad esempio Akismet. Puoi usare anche altre estensioni come quelle che aggiungono un CAPTCHA per fermare commenti indesiderati.

Riccardo Esposito

Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

Categoria: WordPress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.