Come dividere un post WordPress in più pagine

Vuoi avere un articolo lungo suddiviso in più parti senza scrivere tanti post differenti e brevi? Ecco la soluzione: devi paginare il contenuto, dividendo un unico long form content. Ovvero?

Non è la semplice interruzione di pagina, il classico tag <more> che permette di creare un’anteprima dell’articolo, o una divisione in colonne: questa è la paginazione. Vale a dire la possibilità di dividere pagine WordPress in più sezioni più piccole.

come dividere pagine wordpress
Come dividere pagine WordPress.

La paginazione consente di suddividere e spezzare un documento in più sezioni. Non si tratta di pubblicare più post sullo stesso argomento o di dividere un articolo lungo ma di considerare lo stesso titolo in sezioni differenti per comodità.

In questo modo si divide una pagina WordPress in micro-contenuti che dovrebbero rendere più semplice la lettura. Ma come si fa un buon lavoro di paginazione sul tuo blog per suddividere al meglio i post o gli articoli del sito web?

Cos’è la paginazione dei post e a cosa serve

Attenzione a non confondere questa tecnica per dividere le pagine lunghe in più sezioni con la paginazione degli archivi e della categorie. Anche se il processo è simile, in questo caso parliamo di un tag HTML (<!–nextpage–>) in grado di dividere pagine WordPress in schermate o blocchi differenti da navigare con una sequenza orizzontale e cronologica, dalla prima all’ultima sezione. L’idea è quella di dividere un articolo troppo lungo da seguire verticalmente in una sequenza numerata e ordinata in senso orizzontale.

In uno sviluppo mobile ha poco senso seguire questa tecnica perché c’è una buona abitudine degli utenti a scrollare le pagine lunghe, ma ci possono essere esigenze specifiche che chiamano in causa la paginazione. E allora, come suddividere un articolo lungo in più pagine e decidendo con precisione dove interrompere?

Da leggere: come fare lo spazio con il codice HTML

Come dividere pagine WordPress con l’HTML

Il modo classico, la strada preferita da chi conosce i tag HTML: usare il codice per dividere le pagine e gli articoli di WordPress. Per fare ciò basta usare l’elemento <!–nextpage–>. Lo copi e lo incolli dove vuoi creare la paginazione. Ecco un esempio.

Questa è la prima parte dell'articolo.

<!–nextpage–>

Questa è la seconda parte dell'articolo.

Così permetti a WordPress di richiamare il modulo di paginazione con i vari numeri che indicano le sezioni del documento. Cliccando sugli elementi raggiungi delle ancore interne che non portano a una nuova pagina, sempre con lo stesso URL e permalink.

Fare la paginazione con WordPress Gutenberg

WordPress ha la possibilità di dividere un singolo post in più sezioni per la navigazione a pagina. Per fare questo basta usare il nuovo editor Gutenberg.

Il modulo per la paginazione del post.

Nella lista dei blocchi, infatti, trovi anche interruzioni di pagina con il simbolo di una pagina divisa, diverso dalla linea tratteggiata del blocco anteprima (o altro).

Il blocco interruzioni di pagina è la soluzione per dividere pagine WordPress con un semplice click: dove vuoi creare la paginazione inserisci questo elemento che interviene sul codice HTML della pagina con il già citato tag <!–nextpage–>.

Come dividere pagine WordPress con plugin

Come dividere pagine WordPress? Puoi creare una buona esperienza di paginazione con un plugin che ti consente di gestire queste funzioni.

A cosa serve l’estensione che trovi sulla directory wordpress.org? Semplice, aggiunge interruzioni ti pagina ovunque, anche negli articoli e nelle risorse editoriali.

A cosa serve questo plugin per paginare?

Puoi usare questa soluzione anche per tag e categorie. Puoi personalizzare tutto, anche colori e forma dei pulsanti di navigazione. Puoi suddividere un post WordPress in più pagine con facilità, anche se è spesso superfluo.

Un dettaglio da non sottovalutare: WordPress SEO By Yoast gestisce gli aspetti SEO della paginazione – quindi aggiungendo il canonical – anche nel caso in cui si inserisca questa funzione negli articoli e non solo nelle normali pagine archivio.

Da leggere: come creare landing page in WordPress

Vantaggi e svantaggi di questa tecnica

Personalmente non sono un fan di questa condizione. Preferisco scrivere articoli lunghi il giusto ma non inserire codice extra e complicazioni per la navigazione.

Spesso si usa la paginazione degli articoli per aumentare il numero di pagine visitate e mantenere l’utente sul sito web. Ma in molti casi questa condizione non elimina il bounce rate, anzi: aumenta la frustrazione dell’utente che da mobile può trovare difficile navigare in questa condizione. Senza considerare un altro punto.

Ovvero le ripercussioni SEO. Conviene avere un articolo diviso in più parti? Non ho dati per dare risposta a questo punto. Secondo te conviene la paginazione dei post?

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

1 COMMENTO

  1. Ottimo post, grazie.
    Personalmente non mi piace, quando visito siti che utilizzano questa opzione, tendo ad uscire. Anche perché il più delle volte è solo per aumentare il numero di banner e non per una effettiva comodità. Preferisco articoli lunghi senza divisione ma con collegamenti ad ancora

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here