Chi è, cosa fa e quali sono le attività di un content strategist

Il content strategist si occupa della gestione e dell'organizzazione delle attività legate al mondo dei contenuti online. Pianifica la strategia e definisce i KPI utili per misurarne il successo.

Il web writer è capace di interpretare i bisogni del cliente e scrivere articoli in grado di intercettare le esigenze del lettore. C’è rispetto tra blogger, web writer e copywriter che soddisfano esigenze differenti. Ma non come il content strategist.

content strategist
Cosa fa un content strategist?

Ma sai cosa? Essere web writer non basta. Non basta essere uno scribacchino della rete. E non basta saper scrivere. Anzi, questa non è mai stata una condizione sufficiente. Essenziale sì, sufficiente no. Devi essere un content strategist.

Chi è il content strategist: una definizione

Una figura che si occupa della pianificazione della strategia legata ai contenuti attraverso il web. Il content strategist lavora con i bisogni dell’azienda e definisce un piano d’azione che comprende obiettivi, target, studio dei competitor, calendario editoriale, pubblicazione e osservazione.

In questa fase vengono studiati e migliorati i KPI, vale a dire i key performance indicator che ti consentono di capire se le azioni svolte hanno raggiunto i risultati attesi dal progetto di web marketing.

Per approfondire: 7 consigli per la content strategy

Cosa fa il content strategist nel marketing

Una definizione di content strategy: “Planning for the creation, delivery, and governance of useful, usable content” (Kristina Halvorson). Ovvero creare, pubblicare e gestire contenuti utili, capaci di avere un ruolo nella web experience.

contenuti
Come lavorare bene con i contenuti.

Interpretare i bisogni e aiutare il cliente a raggiungere obiettivi sono due punti che segnano la differenza dall’articolista al web writer. Ma c’è un nuovo passo da fare: quello della strategia. Un web writer oggi dovrebbe puntale alle competenze di un content strategist. Ma cosa significa lavorare nel mondo dei contenuti?

Significa lavorare nel content marketing?

Il content strategist non si limita a scrivere i contenuti. La sintesi è questa: deve puntare al content marketing. Certo, può farlo. Può creare i contenuti. Ma ha un obiettivo diverso: capire cosa serve qui e ora per raggiungere un obiettivo.

Questo è il punto, giusto? Raggiungere un obiettivo. Anche nel libro Fare blogging punto su questo passaggio: gli obiettivi. Il blogging ha bisogno di obiettivi.

E la creazione di nuovi contenuti seguono lo stesso principio. La differenza tra un web writer e un content strategist è questa: una visione più ampia degli obiettivi da raggiungere. E una conoscenza più ampia degli strumenti per creare contenuti utili.

Come diventare content strategist

Sei un web writer? Un blogger? Un copywriter? Ecco, io credo che sia arrivato il momento di pensare in grande. Perché conosco il percorso che hai seguito.

Hai fatto la gavetta, sei partito dal basso, dagli articoli pagati due denari. E adesso ti pagano bene: venti euro ad articolo, in qualche caso trenta. Ti bastano?

Ma resta sempre lo stesso problema: conviene ottenere la maggior parte dei ricavi da tanti piccoli clienti? Forse è meglio puntare su grandi clienti che ti permettono di ottenere buone fette di stipendio? Io sono sempre portavoce del sistema 80/20: la maggior parte degli incassi deve arrivare da una piccola parte di clienti.

content strategist
Evoluzione di una professione.

Solo così puoi come guadagnare di più online. Non puoi perdere la testa per accontentare mille clienti, ne devi curare pochi ma buoni. La strada per ottenere questo risultato: non devi solo scrivere in una strategia di content marketing.

Non puoi far pagare un articolo 100 euro. Ma puoi far valere la tua professionalità come content marketing strategist. Ovvero puoi individuare la soluzione giusta per ottenere buoni risultati attraverso la pubblicazione di contenuti sempre diversi.

Perché puntare verso questa professione

Io credo che i contenuti – prendo un esempio a caso – siano indispensabili per ottenere menzioni di qualità. Pensi ancora di fare link building di scarsa caratura?

Una pratica da abbandonare. Io non sono un SEO ma nella mia esperienza ho capito un punto chiave: i link difficili da ottenere sono quelli che fanno al differenza.

come si diventa copywriter
Questo è il nostro lavoro.

Certo, non è la scoperta del secolo. Ma a volte facciamo finta di non capire come ottenere questi link. Lo suggerisco con un filo di voce: attraverso i contenuti. E per contenuti non intendo solo i post del tuo blog. Quelli sono utili, fanno al differenza.

Ma un content strategist sa che ci sono i video, i contenuti visual, le infografiche, le rubriche, gli ebook gratis, i documenti da scaricare. Ci sono i webinar, ci sono i case study, ci sono soluzioni che un web writer può intravedere. Il content specialist, invece, deve pianificare. E indicare a chi scrive, a chi confeziona il contenuto.

Per approfondire: da articolista a blogger per guadagnare di più

Content strategy expert: la tua opinione

Io non credo che ci sia una contrapposizione netta tra content strategist e web writer. Credo piuttosto che ci sia bisogno di un’evoluzione, di un approfondimento di determinate tematiche per proporre ai clienti un servizio diverso, completo, capace di accorpare scrittura e strategia. Sei d’accordo? Lascia la tua opinione nei commenti.

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

6 COMMENTI

  1. Ottimo articolo come sempre.
    Credo che l’evoluzione arrivi soprattutto con l’esperienza. impossibile pensare di partire da Contest Strategist. piuttosto dopo una buona gavetta ed avendo capito come funziona il mondo Content pian piano ci renderemo conto che siamo anche degli strateghi.

    Specialmente per chi lavora Freelance e deve per forza diventare strategist di se stesso.

    • Già, difficile iniziare come content strategist. Ma c’è da dire che è anche difficile trovare la giusta esperienza pratica e teorica. Quanti corsi di Social media marketing ci sono in giro? E di content strategy?

  2. Dipende dai punti di vista, un content strategist non è detto che lavori solo per il web, occorrono conoscenze e capacità in più che non si possono improvvisare. Il copy spesso deve imparare ad organizzare i contenuti in modo strategico, per fare bene il suo lavoro. Mettere ordine nella comunicazione (o nella testa) dei clienti non ti rende un content strategist vero e proprio, anche se fai qualcosa che si avvicina a quel tipo di professione. Come un web designer con un’infarinatura di grafica è senza dubbio un migliore web designer, ma non certo un grafico a tutti gli effetti.

    • Diciamo che il webwriter non deve diventare un content strategist a tutti gli effetti, ma deve governare le tecniche che vanno oltre la semplice scrittura di contenuti. Giusto così?

  3. Saper fare strategia ti completa professionalmente, senza dubbio. Lavoro in un’agenzia e dalla scrittura web per passione sto passando a quella “per professione”: la mia sensazione è che non puoi fare strategia se prima non vivi il mondo dei contenuti web nella sua interezza. Bella discussione!

    • Giusta osservazione Mauro: il lavoro in agenzia è fondamentale per acquisire le competenze giuste. E per confrontarti con le persone che possono dare una visione differente.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here