La guida per diventare un blogger produttivo

Quali sono i consigli definitivi per aumentare la produttività in ufficio o a casa quando decidi di fare blogging come un vero professionista? Qui trovi le indicazioni necessarie per scrivere tanto.

Vuoi diventare un blogger produttivo. Ma non è facile. Il punto di partenza è questo: non esistono risultati semplici. Io non li conosco, la mia esperienza nel blogging è legata a idee precise. Tra queste c’è la costanza dei grandi blogger.

diventare un blogger produttivo
Devi lavorare meglio e di più.

I migliori blogger, quelli che segui sempre, hanno una caratteristica: pubblicano sempre. Non si fermano mai. Sono costanti in tutto quello che fanno, anche nel cambiamento. Pubblicano grandi contenuti, e lo fanno con continuità. Ogni giorno.

Qual è il segreto per diventare blogger di successo? Difficile, posso darti consigli per scrivere di più. Non esistono segreti, tutto si basa sulla capacità di pubblicare contenuti di qualità nel corso del tempo. Vuoi diventare un blogger produttivo?

Devi evitare scuse per non scrivere

La base per migliorare la produttività del tuo blog: niente scuse. Non trovare scappatoie per evitare l’impegno. Conosco blogger che nascondono la testa come gli struzzi: “Devo lavorare, ma come faccio ascrivere per il mio blog se devo curare i miei clienti, non ho tempo da perdere”.

Scrivere per il blog fa parte del tuo lavoro. Oggi devi trovare clienti online, e lo devi fare con gli strumenti che la rete ti mette a disposizione. Il passaparola funziona, ma perché rinunciare al blog? Devi dare forza al tuo brand, e lo devi fare il prima possibile.

Gli impegni sono tanti. E la tua mente troverà sempre una ragione per posare il sedere sul divano, per andare a fare shopping, per organizzare una cena. Niente scuse: prendi un impegno con il tuo blog e rispettalo. Smettila di procrastinare e di spostare gli impegni: consegna il tuo lavoro ora.

Sii realista nel seguire i veri obiettivi

La mente ti costringe a fissare dei paletti impossibili, degli obiettivi difficili da raggiungere. E lo fa solo per confermare quello che in realtà fa più comodo a te: non è il caso, meglio rinunciare, non riesci a pubblicare 2 articoli al giorno.

diventare un blogger produttivo
Come diventare un web writer produttivo.

Sii realista. Osserva il ritmo dei colleghi, valuta il tempo necessario per scrivere articoli di qualità. Non strafare. Il blogging è uno sport: ha bisogno di esercizio. Non puoi pretendere di diventare un blogger produttivo da un giorno all’altro.

Vuoi pubblicare un articolo al giorno? Inizia con due a settimana. E inserisci la newsletter. Riesci a mantenere il ritmo? Prova a fare un lavoro nelle community e sul comment marketing. Mantieni il ritmo? Perfetto, aumenta il numero degli articoli.

Sfrutta tutto il tempo a disposizione

Ogni attimo, ogni momento perso della tua giornata può essere una parentesi utile per portare avanti il tuo lavoro. Una fila, un’attesa dal dottore o in banca: perché non sfruttare questi momenti? Puoi scrivere un’email, abbozzare un articolo.

C’è spazio per tutto, ma a una condizione: evita situazioni delicate. Ci sono attività che possono essere gestite dal telefonino, altre che devono essere risolte dall’ufficio. Non puoi scrivere l’email della tua vita mentre sei al supermercato.

Per approfondire:

Circondati di comfort per scrivere

Se vuoi essere produttivo devi lavorare nel miglior modo possibile. E questo non riguarda solo gli orari, ma anche la postazione. Scegli un computer degno di questo nome, con un monitor generoso e una velocità di esecuzione utile.

Adatta la postazione ai tuoi bisogni, iniziando dalla sedia e dalla scrivania. Se vuoi diventare un blogger produttivo devi sfruttare tutto quello che ti viene messo a disposizione. Scrivere tanto e bene non è semplice, i tool devono essere comodi.

Prendi come esempio il browser. Scarta Internet Explorer e utilizza le estensioni per migliorarlo: io ho il plug-in di Bitly per accorciare i permalink, Evernote, Adblock e varie utility. Poi? Ecco 21 plug-in Firefox per chi lavora con il web.

Devi rifiutare alcuni clienti e lavori

Una delle caratteristiche del blogger produttivo: deve saper dire “no”. Deve rifiutare lavori poco remunerati, sono solo una perdita di tempo. Bisogna anche:

  • Declinare collaborazioni.
  • Cestinare inviti.
  • Ignorare richieste.
  • Puntare alla regola 80/20:

La maggior parte degli introiti (80%) deve arrivare da pochi, grandi, clienti (20%). Perché ogni cliente ha esigenze, desideri, un flusso di comunicazione.

E ogni cliente vuole il massimo da te. Quanti ne puoi gestire? Arriverà un momenti in cui dovrai rifiutare i clienti piccoli per accettare solo quelli grandi.

Ignoranza selettiva, non seguire tutto

Per fare blogging devi saper scrivere, ma devi anche puntare sulla strategia. Devi conoscere le regole SEO, devi avere ben chiare le linee per ottimizzare una pagina web. Poi devi approfondire il mondo dell’email marketing, devi fare lead generation.

Questo è un mondo infinito. Potresti impegnare la tua esistenza per approfondire ogni punto. Per questo io ho deciso di applicare il concetto di ignoranza selettiva: approfondisco, nel miglior modo possibile, solo quello che mi serve.

Lo stesso vale per le discussioni sui social. In questi casi possono nascere le polemiche, le risse digitali. Ci sono persone che cercano la tua reazione negativa. Sono i seminatori di discordia, usano il web per dare sfogo alla frustrazione.

evita risse digitali e risparmia tempo
Evita le risse digitali.

Un blogger produttivo non ha bisogno di tutto questo. Anzi, teme queste dispute digitali perché sono una sostanziale perdita di tempo. Lascia che la plebe si azzuffi: guarda queste situazioni dall’alto. Ecco 10 motivi per non litigare online.

Evita le distrazioni e trova un metodo

Io riesco a scrivere diversi articoli in un giorno. E lo faccio grazie a un metodo che funziona: seguo il flusso, non mi lascio distrarre da ciò che mi circonda. Scrivo senza guardare orologio, chat, telefono, email. Non correggo errori, non mi fermo.

Poi ritorno sui mie passi. Ogni rilettura del testo è dedicata a un aspetto particolare: formattazione, sintassi, refusi. Questo è il modo migliore per scrivere fino a 4 articoli al giorno. Io riesco a seguire questo ritmo, a volte lo supero. In che modo?

Evita le distrazioni. Ci sono mille modi per gestire la comunicazione online. Chat, email, messaggi privati su Facebook, Skype, WhatsApp. Il mio consiglio: usa l’email. Rincorrere una persona su mille canali è stressante ed è una perdita di tempo.

Fai pace con l’errore, può capitare

Per diventare un blogger produttivo devi accettare l’errore. Ci può stare. Molti blogger frenano al propria attività perché non vogliono rischiare. O perché hanno paura di sbagliare: temono le critiche. E non riescono a comprenderne il valore.

produttività
Come gestire gli errori nel lavoro.

Questo è il modo migliore per crescere. Gli errori sono importanti per dare al tuo lavoro di blogger uno spessore. Osservare quello che fanno gli altri è utile, ti permette di evitare scivoloni: ecco come trasformare un errore in un’occasione.

Usa gli strumenti giusti per scrivere

Per diventare un blogger produttivo hai bisogno degli strumenti giusti. Non basta una tastiera e un foglio di carta digitale, la tecnologia può darti una mano. Come?

Questa è la base. Sono un fanatico della barra dei preferiti. Curo quest’area del browser come un giardino zen. Ho tutto sotto mano: ogni cartella ha uno scopo.

Il browser deve essere amico. Per questo ho scelto diversi add-on per Chrome (il mio browser preferito) che mi permettono di velocizzare diverse operazioni:

  • Scoop.it
  • Pin it
  • Evernote
  • Bit.ly

Certo, ci sono tante soluzioni che potrebbero migliorare la tua esistenza online. Ma un blogger produttivo è anche un blogger che sa accontentarsi. Potrei passare la mia vita a cercare e testare il tool perfetto, ma a un certo punto devi scegliere.

Gestisci il tuo lavoro con spirito critico

Devi essere in grado di lavorare con costanza davanti al monitor, ma devi essere capace anche di gestire le pause. Ovvero un momento decisivo per il tuo lavoro: un blogger produttivo deve prendersi le giuste pause per rilassare la mente.

C’è un momento per scrivere, uno per leggere, uno per la formazione. Il blogger produttivo riesce sempre a trovare il modo per partecipare a un congresso. Magari grazie a una buona app per gestire il tempo in modo virtuoso e veloce.

Perché questi sono momenti di crescita. E il blogger produttivo sa che deve studiare. Per questo non mette da parte il lavoro per fare formazione: contempla questo passaggio come passaggio da svolgere per diventare un professionista.

Non lasciarti influenzare dalle parole e dai consigli degli altri blogger. E lo dico qui, in un articolo che cerca di somministrare ricette già pronte per aumentare la produttività. Il punto è questo: siamo tutti diversi, non ci sono regole adatte per tutti.

Quindi devi trovare il tuo equilibrio. Ami scrivere la notte? Prego. Sei produttivo durante le prime ore del giorno? Anche io, quindi sfrutta questa spinta.

Usa un calendario editoriale per il blog

Lo zoccolo duro di questo articolo: il calendario editoriale. Se vuoi trasformare il tuo modo di fare blogging, se vuoi diventare un professionista costante e produttivo devi avere il calendario editoriale al tuo fianco. E definire una linea da rispettare.

6 tool per creare un calendario editoriale.

Certo, puoi ignorarlo. Il calendario editoriale non busserà alla porta di casa per richiamarti all’ordine… oppure sì? In realtà c’è Google Calendar che ti permette di segnare degli alert via email come reminder. Ed è una cosa buona e giusta.

Il calendario editoriale è il primo passo verso una gestione professionale del blog. Qui hai date di consegna e di pubblicazione, titoli, caratteristiche dell’articolo.

Vuoi diventare un blogger produttivo?

Vuoi iniziare a scrivere con costanza? Questo è il desiderio di molti blogger che lamentano scarsa produttività: io ti ho indicato 7 punti da rispettare per bypassare scuse e problemi di varia natura. Per diventare produttivo devi lavorare sodo.

E lo devi fare subito, ora. Non aspettare. Queste sono le mie soluzioni per diventare un blogger produttivo, ora aspetto il tuo punto di vista: lascia i tuoi consigli.

Riccardo Esposito
Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

6 COMMENTI

  1. Ciao Riccardo,
    Per essere produttivi secondo me è giusto darsi degli obiettivi a breve termine.E rispettare le scadenze con tenacia, magari integrando il lavoro con tool che ottimizzano il lavoro. Anche le pause sono importanti, aiutano a ritrovare il giusto ritmo. Un altro elemento per lavorare meglio è il confronto con altri blogger che possono dare spunti utili per il proprio lavoro. Solo con metodo e tempo si superano i propri limiti.

  2. Ciao Riccardo! Come sempre mi tieni incollata fino alla fine. Pensare che ho scoperto cosa fosse un calendario editoriale proprio grazie a te e quindi a “Fare blogging”. Adesso, dopo un anno, capisco quanto sia importante. Buon caffè!

  3. Sono veramente demoralizzato nell’apprendere che occorrono anni per ottimizzare un blog perché proprio in questi gg. sto configurando un blog che dovrebbe permettermi di parlare dellle peculiarità del mio prodotto per poter avviare il mio e.commerce e il mio spaccio aziendale previsti per il prossimo autunno-inverno.saluti.Salvatore Rotundo

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here