Come comprare un dominio in scadenza

Il lavoro di backorder domini consente di prenotare in anticipo indirizzi web che puoi far fruttare in mille modi diversi. Ma cosa significa esattamente? Perché e come funziona?

Ultimamente si fa un gran parlare dei servizi di backorder dominio e della loro utilità. L’attenzione si concentra sull’aspetto economico del dominio da recuperare ma non si parla del suo valore in termini di posizionamento nei motori di ricerca.

backorder dominio
Come prendere un dominio appena scaduto.

Per questo motivo credo che sia il caso di fare una breve carrellata su tutto quello che si nasconde dietro un dominio recuperato tramite i servizi di backorder, dando qualche buona informazione su come sfruttarli anche sotto il profilo SEO.

Cos’è un servizio di backorder domini

Con questo termine s’intende la possibilità di prenotare, attraverso un canale preferenziale a pagamento, e poi acquistare domini in scadenza.

Magari cancellati o che comunque non vengono più registrati dai proprietari.

Questo servizio (noto anche come drop catch) è utile per i domini ad alto valore commerciale, vale a dire utili per iniziare e attivare progetti che possono avere una qualche utilità per guadagnare online o proteggere la reputazione online.

Da leggere: come scegliere un hosting WordPress

Perché comprare domini in scadenza

Come ben sai, un dominio non è diritto acquisito in eterno. Puoi confermarlo per decine di anni ma se dimentichi di rinnovare l’acquisto lo perdi. Ed è qui che entrano i gioco, nel ciclo di vita di un dominio, i famosi e apprezzati servizi di backorder.

ciclo vita dominio
Ciclo di vita del dominio (sketchlex.com), clicca per ingrandire.

Per capire l’importanza di un servizio di backorder dominio bisogna comprendere la centralità di ciò che stai per comprare. Scegliere un nome dominio efficace è importante per creare un sito o un blog di successo. Per una questione di brand ma anche per avere un URL SEO friendly. Ecco un passaggio chiave:

If you can include a keyword that helps make it obvious what your business does while keeping your domain name catchy, unique, and brand-friendly, go for it. But, stay away from domain names that might be considered “keyword-rich” or “keyword-targeted

MOZ

Un buon dominio deve essere facile da leggere, ricordare, scrivere e dettare. Se c’è una keyword all’interno che comunica la centralità del tuo progetto in un settore è cosa buona, ma evita gli EMD (exact match domain, domini a chiave esatta).

Soprattutto se sono gonfi di keyword. Perché tendono a essere associati a siti web spam o di scarsa qualità. Con tutte queste premesse, quindi, è chiaro che c’è una grande richiesta dei domini più semplici, immediati, chiari e diretti. Come tentare di comprare un dominio già registrato ma in procinto di scadere? Continua a leggere.

Come funzionano i servizi di backorder

Il processo che contraddistingue questo canale preferenziale è semplice: puoi acquistare domini di alto valore in scadenza per il tuo business con keyword nel dominio o nomi molto brevi. Come avviene tutto questo? Ci sono delle fasi.

Monitoraggio del dominio

Questi servizi offrono un sistema per monitorare le occasioni migliori per chi vuole comprare domini in scadenza utili per determinati progetti. Di solito viene inviato un alert 24 ore prima che il domino osservato scada ma molto dipende dal servizio.

Asta per l’acquisto

Ti avvisano e corri ad acquistare il dominio. Ma non sempre le cose sono così semplici, molte persone vorrebbero quella combinazione di lettere con una determinata estensione. Che di solito è .it o .com. Come si fa? Semplice, si organizza un’asta e chi vince con l’offerta più alta si aggiudica il dominio.

Il risultato è garantito?

No, nessun servizio di backorder domain può garantire di acquistare per conto tuo. Per il semplice motivo che più attori possono provare a registrare il dominio.

Il nome è ambito? Si prevede battaglia serrata. Ma se il servizio non è in grado di acquisire il dominio, la commissione viene rimborsata o spostata su un altro acquisto.

Principali servizi di backorder dominio

Non esiste un unico nome di riferimento per chi vuole acquistare domini in scadenza evitando la concorrenza. Puoi scegliere tra diversi servizi di backorder domini, italiani ed esteri, che consentono di semplificare l’acquisto per il tuo scopo.

Poi, ovviamente, ci sono i servizi di provider e hosting che consentono di acquistare domini anche in backorder. Tra questi ricordo Godaddy, Register.it, Shellrent.

3 punti per valutare domini acquistati

Hai fatto il tuo acquisto e sei pronto per iniziare. In realtà devi fare qualche verifica. Un dominio in scadenza recuperato tramite backorder possiede delle caratteristiche precedenti al tuo arrivo che possono essere controllate con tre passaggi.

Valuta la storia del backorder dominio

Ogni dominio ha una storia alle spalle. In passato è stato utilizzato per scopi che devi assolutamente conoscere prima di effettuarne il backorder e un ottimo strumento a tale scopo è Archive.org, che ti permette di verificarne l’attività precedente.

come analizzare un sito
Analisi storia del sito web.

Questo tool, infatti, offre una Wayback Machine. Vale a dire una macchina del tempo che consente di osservare dei punti di backup che catturano il sito web nel passato. Così puoi vedere cosa c’era sul tuo dominio prima di essere messo all’asta.

Controlla la rete di link che acquisti

Il dominio recuperato porta dei backlink che influenzano il posizionamento, nel bene e nel male. Una consultazione attraverso strumenti come Semrush, Seozoom, Majestic o aHrefs può aiutarti a prendere coscienza di aspetti molto importanti:

  • Numero di link in ingresso.
  • Quantità dei domini che linkano.
  • Qualità dei siti che inseriscono link.
  • Anchor text utilizzati.

Ovviamente gli inbound link sono fondamentali, ma avere un dominio www.seo.it che riceve esclusivamente collegamenti da siti di cucina non è una buona idea! Ti consiglio di dare uno sguardo a questa guida per valutare la qualità dei link.

Analizza e scopri eventuali penalizzazioni

Un dominio recuperato potrebbe essere soggetto a penalizzazioni da parte dei motori di ricerca o, peggio, bannato. Quindi completamente escluso dalla serp.

Sarebbe meglio abbandonare l’idea di sviluppare a breve termine un sito su tale dominio. Anche in questo caso puoi usare i principali SEO tool per le verifiche. In questo caso consiglio di leggere come uscire da una penalizzazione Google Penguin.

Come sfruttare il backorder dominio

Verificati questi tre aspetti ed effettuato il backorder del dominio in scadenza arriva il momento di sfruttarne i vantaggi per ottimizzarne il posizionamento nei motori di ricerca. Ma anche per lavorare in termini di brand awareness e position.

Vantaggi per il brand

Chiaramente puoi sviluppare il tuo progetto partendo da un nome dominio in grado di rappresentare la tua idea, il tuo punto di vista e il nome della marca.

Questa soluzione è fondamentale sia per iniziare che per fare brand protection, ad esempio acquistando lo stesso nome dominio ma con variazioni, errori di battitura, misspelling ed estensioni differenti. Come comportarsi in questo caso?

Puoi fare redirect 301 alla home page del dominio principale e recuperare il traffico che arriva da chi digita male il nome. Proteggendo il brand da malintenzionati che vogliono conquistare un nome dominio vicino al tuo per creare siti paralleli.

Nuovi progetti editoriali

Questo è un passaggio importante. Il nuovo dominio può essere usato per arricchire il tuo blog aziendale con un’attività parallela. In questo modo puoi sviluppare contenuti utili, in grado di dare supporto a ciò che stai facendo sul sito web principale.

Evitando, ovviamente di fare spam creando schemi di link continui. Puoi acquistare il dominio, rilevare i contenuti, fare una revisione del sito e trasformarlo in un supporto per il tuo dominio principale. O addirittura in qualcosa di indipendente.

Cosa ne pensa la SEO?

Fare un redirect al tuo sito è la soluzione più semplice, ma ci sono dei rischi: questa tattica funziona se entrambi i siti si trovano nello stesso settore e hanno come target parole chiave simili. Altrimenti l’operazione ha una velatura innaturale.

Questo a Google non piace. Lo stesso problema si pone con le penalizzazioni: faresti un redirect di un sito penalizzato sul tuo? Io personalmente eviterei.

Vuoi acquistare domini con backlink per fare redirect e link building? Tecnica borderline che non dà certezze. Danny Sullivan ha pubblicato un articolo sui domini scaduti: sembra che l’acquisto con reindirizzamento potrebbe essere un flop.

Hai acquistato domini scaduti così?

Anche se devi pagare una fee al servizio, comprare in backorder è il modo più semplice ed economico per ottenere i domini scaduti necessari per creare un sito web o per una strategia SEO. Come ti trovi con questo modo di acquisire domini?

Ultimo aggiornamento: 3 agosto 2019.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here