Chi è, cosa fa e come si diventa un esperto di UX writing?

Quando si parla di UX copywriting l'attenzione cade subito sulla necessità di fondere usabilità, buona scrittura online e SEO. Di cosa stiamo parlando? Cos'è questa professione?

4

Affrontando il tema del microcopy, la scrittura di testi minimi ma che hanno un impatto sull’esperienza utente, emerge con prepotenza la professione dell’UX Writer. Vale a dire una persona in grado di fare da ponte tra scrittura e design.

ux writer
Anatomia del lavoro di UX copywriter.

Ciò che le persone vedono sullo schermo quando cliccano sul tuo sito web è un insieme di segnali che il cervello interpreta come un unico blocco di significato.

Ecco il punto: pensare alla scrittura online come un elemento separato e indipendente dal resto è un errore. Per questo entra in gioco chi sa scrivere per l’UX.

Chi un UX writer: definizione

L’UX writer è quel web copywriter che fonde le sue competenze di scrittore digitale con gli elementi visivi della pagina e le sue funzionalità. Cosa fa? Aiuta le persone a capire e svolgere azioni, non solo a trovare le giuste informazioni.

La professione in questione è relativamente recente, nel senso che poteva essere centrali dalla pubblicazione del primo sito web. Ma solo negli ultimi anni si investe di più sull’esperienza utente. Il questo percorso l’UX copywriter diventa centrale.

Da leggere: cos’è e cosa fa un correttore di bozze

Perché serve l’UX copywriter

L’UX (user experience) writer nasce proprio dalla necessità di scrivere testi online che non siano solo quantità e volume per soddisfare i bisogni informativi del lettore.

esempio pagina 404
Anche questo è un lavoro per chi fa user experience copy.

Questo è un parametro che domina il panorama web, anche per il mito che suggerisce la relazione (affrontata con troppa superficialità) tra testi lunghi e SEO.

L’UX writing ha questo compito: definire un metodo di scrittura per siti, portali, app e interfacce in grado non solo di riempire spazi definiti da un template ma di lavorare insieme al web design per raggiungere il risultato. E far sentire l’utente a casa sua.

Cosa fa per la scrittura online

L’UX writing richiede figure specializzate per la stesura di testi brevi. Questo perché rappresenta una specializzazione web writing di base che punta all’ottimizzazione delle interfacce di siti web, blog, portali, applicazioni e tutto ciò che coinvolge.

differenza tra copywriter e ux writer
Differenza tra copywriter e UX writer – Fonte Uxdesign

Di conseguenza l’UX writer è specializzato nella stesura di microtesti, contenuti brevi che aiutano le persone a muoversi sul sito, a capire cosa devono fare e a concludere la propria attività. Chi si occupa del microcopy deve produrre i testi di:

Come puoi immaginare i testi prodotti da un UX writer non sono pensati per eccedere ma per ottenere un risultato. Che può essere una maggior empatia con il lettore.

O magari l’aumento delle vendite, come capita grazie ai testi del percorso di acquisto di un ecommerce. Si verifica anche quando cambi testo della CTA, non in modo casuale: il lavoro dell’UX writer e fatto di test e scelte ponderate.

Integra testi e UX designer

Sembrerà facile questo lavoro, vero? In fin dei conti si tratta di scrivere poco. Non è così, o meglio: le poche parole usate per creare dei microtesti nascono dallo studio del pubblico. E delle sue abitudini, esigenze, necessità, inclinazioni.

L’UX writer analizza l’utente, ipotizza il suo vocabolario, usa le parole e le testa. In modo da avvicinarsi il più possibile al plain language (linguaggio semplice):

Writing designed to ensure the reader understands as quickly, easily, and completely as possible. Plain language strives to be easy to read, understand, and use.

Wikipedia

Il linguaggio semplice è pensato per lavorare insieme all’architettura dell’informazione per garantire che il lettore capisca il più rapidamente e facilmente possibile.

Obiettivi e risultati dell’UX writer

Questo specialista si sforza di creare testi facili da leggere, comprendere e usare evitando colli di bottiglia. Lavora insieme ad altre figure come l’UX designer, content strategist, architetti dell’informazione e sviluppatori. Il risultato è questo.

più engagement con il copy efficace
Il risultato di un copy efficace – Fonte UXdesign

Basta cambiare una semplice frase in un modulo di prenotazione per aumentare l’engagement (il coinvolgimento) del 17%. Questo, per chi vende o si occupa di prenotazioni online, vuol dire guadagnare di più. E i margini possono essere interessanti. Ora è chiaro perché è importante uno specialista di microtesti?

Metodo di lavoro: processo dell’UX copywriter

Questa figura professionale non può lavorare in solitudine, deve collaborare a stretto contatto con il designer e gli sviluppatori. Il processo creativo si basa su:

  • Analisi del contesto e della piattaforma.
  • Studio del target di riferimento.
  • Definizione del tone of voice utilizzato.
  • Ipotesi di copy per i campi.
  • Test A/B per verificare l’efficacia.
  • Analisi dei dati e ottimizzazione del copy.

L’UX writer è un professionista che non mette da parte la creatività e l’abilità nel fare digital storytelling. Anzi, usa ogni frammento di comunicazione per far trasparire il tone of voice e la personalità dell’azienda. Solo che lo fa in modo scientifico.

Come diventare UX Writer

In Italia la figura dell’UX writer è ancora poco riconosciuta ma la situazione cambia in un attimo. Solo grandi realtà e aziende internazionali come Google e Booking lavorano con specialisti nei microtesti. Quello che succede in Italia, dal mio punto di vista, è una specializzazione di web copywriter verso il lavoro UX.

Cosa studiare per diventare UX copywriter

Vuoi acquisire delle competenze da spendere con il singolo cliente che ha bisogno di un lavoro del genere? Un bravo UX writer non deve solo saper scrivere.

Ha bisogno di competenze trasversali nei campi del web design, dello sviluppo e delle tecniche di CRO. Ovvero conversion rate optimization. Per diventare UX writer devi sentirti a tuo agio quando si parla di test, programmi per creare hearmap, tempo di permanenza sulla pagina e altre percentuali tipiche di chi lavora con Google Analytics.

Libri, studi e corsi per UX writer

Esiste qualcosa di specifico per la formazione in questo campo? Iniziano a nascere dei corsi in UX writing e vengono pubblicati in Italia testi che affrontano questi temi.

serena giust libro

Come libro da leggere assolutamente, oltre al famoso Don’t Make Me Think di Steve Krug, suggerisco quello di Serena Giust.

Il titolo: UX Writing. Micro testi, macro impatto. Come parole ed emozioni guidano gli utenti nella navigazione

L’approccio del libro è quello che preferisco: si inizia dall’analisi delle personas per raggiungere il risultato. Non si tratta solo di scrivere ma di progettare testi.

La mia idea è quella che unisce pratica e teoria. Insieme a una buona formazione in aula, con i corsi di UX writing, e sui libri devi puntare sulla gavetta. Lo so, non è facile ma per diventare un professionista in questo campo devi farti le ossa.

Questo significa fare pratica nelle grandi agenzie, imparare a gestire flussi di lavoro con progetti generosi ma al fianco di persone competenti. Ricorda, l’UX writer non lavora mai da solo: questo è il primo punto se vuoi lavorare in questo campo.

Da leggere: cos’è e cosa fa un SEO copywriter

UX writer: evoluzione del web copy?

Molti vedono l’UX writer come il continuo della tradizione segnata dal web writer tradizionale. Un tempo i testi erano scritti dal web master, poi è arrivato il copywriter e oggi si punta ancora più in alto. Secondo te tutti i siti web hanno bisogno di questa specializzazione? Vale la pena investire in un UX writer? A te la parola.

4 COMMENTI

    • Ciao Massimo, hai perfettamente ragione: questo è un campo fondamentale che spesso viene ignorato. Secondo te perché in Italia la figura dell’UX copy ancora non riesce a imporsi?

  1. Ciao Riccardo,
    in realtà i corsi di UX Writing esistono da anni, il più “antico” è quello di Andrea Fiacchi.
    Adesso stanno nascendo nuovi corsi online, ma in aula c’era già da tempo.

  2. Ciao Riccardo,
    mi hanno segnalato il tuo interessante post ed eccomi qui.
    La professione dell’UX Writing ha una community dedicata che esiste da circa un anno, e per chi volesse unirsi, siamo su Facebook col nome Microcopy & UX Writing Italia (io sono l’amministratrice).
    Nel gruppo parliamo di questa professione, ci diamo consigli operativi e idee.
    La figura dello UX Writer è poco diffusa in Italia perché richiede competenze “miste”, tra la user experience e la scrittura tecnica.
    Non ci sono ancora molte posizione aperte, ma stiamo lavorando per far conoscere sempre di più questo ruolo nelle aziende con tanti eventi e altre attività di sensibilizzazione.
    Insomma, se vi va, ci trovate lì.

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here