10 trucchi per WordPress che ti aiuteranno a scrivere

Ci sono tanti modi per migliorare il lavoro su WordPress. Uno di questi è puntare sui trucchi WordPress che ti consentono di semplificare, velocizzare e ottimizzare tutti i passaggi operativi.

Quando scrivi articoli e pagine web vuoi ottenere un buon risultato in poco tempo. Velocizzare la scrittura non basta, ecco perché i trucchi WordPress sono ambiti.

trucchi WordPress
Quali sono i consigli per WordPress?

D’altro canto con WordPress Gutenberg aumentano le possibilità, questo CMS è sempre più articolato e capace di soddisfare le esigenze del pubblico. Ma iniziamo dalla base: ecco i consigli per scrivere, gestire la bozza e le impostazioni di base.

Configurare WordPress: permalink

Uno dei migliori consigli WordPress da seguire: prima di iniziare a scrivere ricorda di creare una struttura permalink degna di una buona ottimizzazione SEO della pagina web.

I trucchi WordPress per la SEO, infatti, si basano su azioni semplici. Una delle più importanti è quella che ti consente di avere un URL pulito, breve e senza inutili sigle o numeri.

Ecco perché nel configurare WordPress conviene andare nella sezione permalink e scegliere quella che preferisci. Quella che consiglio? Usa un semplice nome dominio e titolo, in modo da avere un indirizzo semplice e in grado di sostenere l’aggiornamento data senza dover fare redirect. Questo è un buon modo per scrivere su WordPress in modo sistematico. Ma con risultati interessanti.

Da leggere: come scrivere bozza articolo su WordPress

Usa i link interni dei commenti

Ho sottolineato quanto sia importante curare i commenti del blog, alimentando le discussioni che nascono e rispondendo con educazione a tutti i lettori.

Ma soprattutto i commenti possono essere intesi come contenuti da condividere e linkare. Tra i trucchi WordPress che conosco, quello di cliccare sulla data di pubblicazione per ottenere il permalink con ancora è uno dei miei preferiti.

Crea delle gallerie di immagini

Usa le librerie native del CMS per aggiungere gruppi di foto e immagini da mostrare. Non hai bisogno per forza di servizi esterni: anche se sono più comodi, WordPress ti offre una soluzione. Che ti consente anche di evitare plugin inutili sul blog.

Crea delle gallerie di immagini
Ecco come creare le gallerie.

Per creare una galleria immagini basta andare nel blocco dedicato e aggiungere il modulo. Puoi decidere numero di colonne, eventuali link alle immagini e didascalie.

Carica foto trascinandole nel post

Sai quanto sono importanti le foto per il blog. Le devi preparare con cura, devi ottimizzare la SEO delle immagini e caricare dei contenuti leggeri.

C’è la classica procedura che prevede tutti i passaggi e svariati click. Come usare WordPress? In questo modo: prepara l’immagine, poi trascinala nel post. Nel punto in cui la vuoi inserire. In questo modo bypassi tutte le operazioni e risparmi tempo.

Sfoglia le revisioni del tuo articolo

Questa funzione si trova a destra, nella sidebar, e può salvare la tua vita quando tutto va male. È quella lista di versioni che riporta tutte le volte che hai salvato il post indicando data e ora: basta cliccarci su per riprendere la vecchia versione, compararla con quella successiva o precedente e recuperarla se necessario.

Ottimizza l’internal linking

I link interni sono importanti. Puoi far scoprire nuovi post, e suggerire a Google quali sono le pagine più importanti per te per l’ottimizzazione SEO di un articolo.

trucchi wordpress
Scopri cosa linkare nei post.

Per migliorare l’Internal Linking vai su una parola, clicca sul tasto per inserire un link e usa la barra di ricerca per trovare l’articolo per inserire un collegamento. Un toccasana per l’architettura dei link interni e far scendere la frequenza di rimbalzo.

Embedda contenuti copiando URL

Lo sai che per embeddare un video YouTube, Vimeo e Flickr basta prendere l’indirizzo e incollarlo nell’articolo? Magie dell’auto embed. Un piccolo dettaglio: non vale solo per i video ma anche per post dei social, articoli WordPress e Slideshare.

Target=”_blank” quando serve

Sicuramente sai che un link può aprirsi nella stessa finestra di lettura o in una nuova schermata. Io uso questa regola: se la risorsa linkata è meno (o parimenti) importante rispetto a quella di partenza inserisco il target=”_blank”.

In modo da aprire il collegamento in una nuova scheda. Così evito al lettore un nuovo click per tornare al post di partenza. Sai come ottenere questo risultato? Nella finestra per aggiungere il link hai la spunta per aprire la pagina come preferisci.

link wordpress
Trucchi WordPress: usa il target blank.

Basta un click per ottenere il risultato. Così puoi gestire al massimo link interni e in uscita, ma ricorda sempre che non è una regola accettata dall’usabilità web. Quando non necessario, meglio far aprire il link nella stessa scheda browser.

Usa le scorciatoie della tastiera

Così come qualsiasi app per scrivere, questo CMS ha le sue combinazioni di tasti per velocizzare il lavoro. Le puoi vedere passando il cursore sui bottoni e cliccando sul punto interrogativo nel menu: qui trovi le scorciatoie tastiera per WordPress.

LetteraActione
*Lista
Lista
CTRL + BGrassetto
CTRL + ICorsivo
##H2
###H3
####H4
#####H5
######H6
>Blockquote
Linea orizzontale
`..`Codice

Le scorciatoie ti permettono di scrivere velocemente senza rinunciare alla qualità del lavoro. Qui ti lascio i simboli che ti consentono di formattare il testo senza usare comandi, se scrivi bene con la tastiera questa è la strada da seguire.

Ci sono anche le scorciatoie per i commenti ma prima devi andare sul tuo profilo WordPress e cliccare sulla spunta Enable keyboard shortcuts for comment moderation. Nella pagina codex.wordpress.org trovi alcuni esempi di shortcut:

  • A per approvare il commento.
  • S per marcare come spam il commento.
  • Clicca D per cancellare il commento.
  • Z per togliere il commento dal cestino.

Lo sai che puoi lavorare con gruppi di commenti? Le combinazioni delle lettere è simile, ma prima c’è il tasto shift. Ovviamente prima devi selezionare gli interventi.

Tag e categorie ottimizzate SEO

Uno dei passaggi chiave del posizionamento su Google: ottimizzare pagine web che tu credi solo di servizio, ma che in realtà possono offrire grandi risultati. Qualche idea? Prova a migliorare la SEO di tag e categorie. Grazie a Yoast puoi ottimizzare:

  • Tag title.
  • Meta description.

Inoltre puoi suggerire tag H1 e URL SEO friendly senza dimenticare l’aggiunta di testo unico, link interni e in uscita prima della serie di articoli gestiti dalla tassonomia.

categorie seo
Ecco come ottimizzare le categorie SEO.

Questo avviene grazie a una delle caratteristiche tipiche del CMS: la possibilità di modificare la pagina archivio. Tra i vari trucchi WordPress questo è uno dei mie preferiti perché ha un’influenza diretta sul posizionamento SEO del blog.

Per approfondire: i migliori consigli SEO WordPress

Quali sono i tuoi trucchi WordPress?

Lavorare con questo CMS è semplice, tutto è abbastanza immediato. Ma c’è da dire che i trucchi WordPress sono infiniti: a ogni angolo c’è qualcosa di nuovo da sfruttare. Tu, ad esempio, cosa puoi aggiungere a questo contributo? Quali sono i consigli che lasci a chi vuole usare la piattaforma in questione?

RISPONDI AL COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here