Cos’è e come creare un lead magnet: esempi e idee per generare contatti

Di Riccardo Esposito | Pubblicato il

Il lead magnet – traducibile come attira contatti – è un benefit che l’azienda o l’imprenditore usa per facilitare il lavoro di lead generation. Ovvero la trasformazione di utenti in potenziali clienti grazie alla raccolta di contatti utili al core business.

Cos'è e come creare un lead magnet: esempi e idee per generare contatti
Vuoi creare un generatore di contatti?

Ogni giorno un’azienda o un libero professionista deve trovare nuovi clienti e lo fa attraverso metodi differenti. Il lead magnet permette di attirare le persone giuste con dei benefici in grado di soddisfare esigenze precise. Il successo della tua strategia di email marketing, più in generale del tuo funnel di vendita, dipende da questo.

Cosa sono i lead magnet, definizione

La spiegazione di lead magnet: si tratta di una calamita per attirare i contatti dei clienti. Se hai bisogno di fare lead generation, quindi di costruire liste o agende di indirizzi email e numeri di telefono di potenziali clienti, hai bisogno di un incentivo per fare in modo che le persone siano felici di lasciare il proprio contatto.

esempio di squeeze page di instapage
Ecco cos’è un lead magnet, un esempio.

Il lead magnet permette ad aziende, imprese e liberi professionisti di aumentare il numero di contatti grazie a un incentivo, un beneficio per i potenziali clienti. Così puoi generare delle liste di potenziali clienti interessati ai prodotti e servizi che vendi.

Da leggere: come creare una newsletter gratis

A cosa serve un lead magnet nel funnel

Il lead magnet ha lo scopo di attirare contatti con benefit differenti. Questo per agevolare il processo di lead generation per generare un funnel di vendita.

Ovvero un processo di invio messaggi e altri contenuti per creare un percorso di lead nurturing. Ciò significa alimentare i contatti con il risultato di un content marketing volto a convincere il lead che diventa prospect a diventare prima customer e infine evangelista: una persona entusiasta della scelta effettuata fino a diventare influencer.

schema con funnel per capire a cosa serve il lead capture
Lead generation funnel secondo highthrivedigital.com.

Per capire di cosa stiamo parlando dai uno sguardo a questo schema: si parte dal traffico, si passa dal lead magnet e si arriva a landing page, lead capture e opt-in. Si conclude con thank yiu page, follow up e conversione del cliente.

Come creare un lead magnet efficace

Il lead magnet è uno strumento decisivo del web marketing che permette di generare contatti attraverso la logica del dono: offrendo una risorsa in cambio del contatto di un potenziale cliente. Ma come si possono creare questi supporti? Ecco una serie di regole per strutturare dei lead magnet di estrema qualità per il tuo lavoro.

Studia le esigenze del pubblico

Prima di creare un contenuto da regalare in cambio di un’email devi capire cosa cerca una determinata platea. Quindi devi studiare le esigenze del target. Lo puoi fare in modi diversi, uno dei metodi più efficaci è la classica keyword research.

pagina di google con i suggerimenti, viene indicato un buon argomento per il lead magnet.
Studia le esigenze del tuo pubblico.

Analizza le parole chiave cercate e inizia a valutare cosa può essere utile. Ad esempio, utilizzando i suggerimenti di Google posso scrivere la query guida wordpress e scoprire che c’è una long tail dedicata a chi muove i primi passi in questo modo. Ed è un buon indizio da seguire per creare un lead magnet.

Crea il tuo contenuto migliore

Questo è un aspetto decisivo: non pensare di poter regalare qualcosa ai tuoi potenziali clienti senza donare un contenuto speciale. Crea ciò che serve, un vero regalo a chi lascia numero di telefono o email. L’ebook gratis deve essere ricco.

Il white paper interessante, il case study innovativo. Non basta prendere gli ultimi 10 articoli del blog e fare copia/incolla su un PDF, non stai creando valore.

Un dettaglio spesso ignorato: se il documento o il PDF da scaricare è un regalo esclusivo per chi si iscrive al database della newsletter assicurati che sia nofollow.

Quindi non indicizzarlo su Google. Altrimenti sarà trovato anche da chi effettua una query attinente (i PDF si indicizzano e si posizionano come normali pagine web.

Crea una una squeeze page

Dopo aver creato il tuo contenuto (oppure in contemporanea) devi realizzare una landing page per far atterrare le persone e convincerle a lasciare il contatto. Anzi, devi generare delle squeeze page. Vale a dire pagine pensate per ottenere contatti.

Schema che mostra come deve essere strutturata uan squeeze page.
Esempio di squeeze page per il download.

Le squeeze page sono differenti dalle landing: non vendono niente ma chiedono un’email e spiegano perché è un buon affare assecondare quest’esigenza.

Qui è dove il tuo lead magnet di qualità, studiato a tavolino, cattura l’attenzione e spinge a lasciare le informazioni. Un form permette di ottenere tutti i dati e una call to action invita a terminare l’operazione effettuando il download.

Mantieni al minimo i link che fanno uscire dalla pagina di destinazione. Assicurati che la CTA sia above the fold sia per desktop che per dispositivi mobili. Un altro fattore importante è il tempo di caricamento. Le persone sono impazienti.

Inserisci moduli per lead magnet

Creato il contenuto e la pagina di download, devi pubblicizzare il tutto. Questo avviene attraverso l’inserimento di bottoni e call to action all’interno del sito web.

Puoi inserire dei banner nella sidebar o nel footer dei post. Assicurati che l’elemento per il download che porta verso la squeeze page sia ben visibile anche da mobile.

Definisci ulteriori passaggi del funnel

Crea una pagina di ringraziamento in modo da portare il neo-contatto su una risorsa che dà ulteriori informazioni oltre a comunicare la tua gratitudine. 

Puoi utilizzare la thank you page per far accedere alla risorsa del lead magnet o per comunicare ulteriori informazioni, senza dimenticare tutto il resto.

ecco un esempio di come ringraziare le persone iscritte alla tua newsletter
Esempio di pagina thank you.

Ovvero che questa risorsa può essere utilizzata per creare degli obiettivi su Google Analytics: ogni volta che si apre è un obiettivo raggiunto. Ma ricorda di proseguire il funnel inviando anche un’email di follow-up (o kickback) dopo l’avvenuta iscrizione.

Questo messaggio serve a dare il benvenuto all’utente e, se non è già avvenuto prima, a far scaricare o raggiungere la risorsa del lead magnet.

Promuovi su Facebook i lead magnet

Non sempre le pagine per ottenere contatti si posizionano su Google. Anzi, spesso sono completamente deindicizzate. Ma come si spingono queste risorse?

ADV, pubblicità. Uno dei metodi migliori: scrivere post su Facebook per promuovere la squeeze page con campagne di promozione mirate. In questo modo puoi far trovare la sponsorizzata solo al target che ti interessa e ottenere dei lead qualificati. Ovviamente tutto questo si può fare anche su LinkedIn, Instagram e Twitter.

Software e tool per generare lead magnet

Cerchi un instant lead magnet software in grado di semplificare il tuo lavoro per generare dei banner o dei pop-up per promuovere il tuo contenuto? Puoi usare dei programmi specifici che ti consentono di semplificare le operazioni. Esempio?

Come creare lead magnet con Beacon.

Beacon è un tool per creare lead magnet da utilizzare su blog e articoli. Hai dei modelli già pronti e puoi aggiungere elementi con il semplice drag & drop per assicurarti che i template soddisfino le tue esigenze. Cerchi qualcosa di diverso?

WishPond è uno strumento di lead magnet che offre la possibilità di creare landing page WordPress, pop-up, strategie di marketing automation, concorsi e promozioni.

Integrato con software di email marketing e CRM, raccogliere tutti i tuoi contatti in modo da poterli alimentare e trasformarli in prospect e poi in clienti per sempre.

Plugin WordPress per creare lead magnet

Ti stai chiedendo come creare e consegnare un lead magnet? Uno dei passaggi fondamentali è quello di scegliere i migliori plugin per creare il meccanismo che consente di scaricare il lead magnet. Be inteso, WordPress Gutenberg dà tutto.

Come creare bottoni su WordPress.

Puoi creare un bottone su questo CMS solo utilizzando il modulo presente nel nuovo editor con modulo, ma l’intero processo di compilazione del form e archiviazione dei contatti deve essere gestito con un plugin per generare lead magnet di qualità.

  • Optinmoster, perfetto per banner e pop-up con lead magnet.
  • WpForms, il plugin per creare campi dove lasciare contatti.
  • Elementor, il plugin per creare landing page WordPress.
  • Formidable Forms, alternativa per creare campo contatti.
  • Livechat, per fare lead generation con il chatbot sul sito.
  • Hello Bar, crea una barra nel footer o nell’header con CTA.

Grazie ai plugin puoi creare diversi tipi di opt-in per generare contatti attraverso dei lead magnet come pop-up, messaggi di benvenuto a schermo intero e altro ancora.

Inoltre puoi ottimizzare ogni passaggio e integrare il tutto con i principali servizi di email marketing e programmi per inviare newsletter (gratis e non).

11 tipi di lead magnet differenti

Quanti tipi di lead magnet esistono? Questo è un primo aspetto da considerare: quando decidi di fare lead generation hai bisogno di creare una landing page (o meglio, una squeeze page) e inserire all’interno un benefit. Ma quale?

Il lead magnet può essere un contenuto, un vantaggio per creare un touchpoint efficace. Ecco qualche esempio di lead magnet che funziona in base al target.

White paper

Il primo tipo di lead magnet da scegliere: il white paper. Ovvero un documento ricco e approfondito. Si usa soprattutto nei settori specializzati in cui c’è bisogno di un content marketing B2B per interessare persone che vogliono approfondire.

Ebook

Il classico esempio di lead magnet: lasci la tua email e scarichi il documento per approfondire un argomento specifico. Di solito questo è un buon punto di partenza per incentivare la digitazione nel campo di un’email per effettuare il download.

Presentazioni

Un buon esempio di lead magnet efficace: se hai tenuto dei seminari o dei webinar puoi utilizzare le presentazioni che hai creato come documento da scaricare dopo aver inserito l’email nel campo del lead magnet. Così una volta iscritto alla newsletter o al database dei potenziali contatti, l’utente può scaricare il tuo prodotto.

Case study

I casi di studio (o case study) sono long form content molto specifici e possono invogliare un lead ad approfondire l’argomento. E magari ad andare sul sito web per svolgere un’azione. Questo è uno dei migliori lead magnet in circolazione.

Webinar

In questo caso il tipo di lead magnet che proponi non si scarica ma è un accesso specifico a un evento. Il webinar può essere ospitato su una piattaforma pensata per questo scopo o su YouTube, raggiungibile sono con invito. In ogni caso funziona.

Raccolta

La content curation è un’ottima strategia per alimentare i tuoi contatti quando decidi di scrivere una newsletter efficace. Ma serve anche come lead magnet.

Il dono confezionato – raccolte di contenuti, tool, strumenti risorse – è diverso dal classico ebook. Si tratta di un elemento operativo che può essere adatto sia per utenti avanzati che base, ma si trova soprattutto nel mondo del B2B.

Tempalte

La verità è semplice: i template sono uno dei modelli di lead magnet più utilizzati ed efficaci. Perché aiutano a semplificare le attività del tuo target e a risparmiare tempo. In più risolvono il problema di creare e progettare qualcosa dal nulla.

Sondaggi

Hai promosso e completato dei pool? Oggi con gli strumenti a disposizione puoi creare dei sondaggi online. I risultati li puoi elaborare, organizzare e impaginare. Per poi condividerli sul tuo sito web in forma privata e trasformarli in lead magnet.

Trial

Una buona strategia di inbound marketing B2B: dai la possibilità all’utente interessato a un determinato prodotto o tool di provare una versione base (appunto, trial).

Per farlo chiedi un contatto da inserire nel database della newsletter per mandare comunicazioni, sale letter e tutto ciò che rientra nel piano di lead nurturing.

Sconti

Il lead magnet per ecommerce: dai la possibilità di ottenere uno sconto o un coupon per ridurre il prezzo e prendi un’email utile per contattare in seguito il cliente. Magari per fare up selling e cross selling aumentando il numero delle conversioni.

Podcast

Studia e crea un buon podcast utilizzando i dati in tuo possesso, le conoscenze che hai acquisito. Poi caricalo sul sito web senza indicizzarlo e fai in modo che l’utente compili un modulo con nome e indirizzo e-mail per scaricarlo su desktop.

Da leggere: esempi di call to action per newsletter

Esempi di lead magnet efficaci

Uno dei principali esempi di lead magnet è l’ebook. Per capire come muoversi puoi dare uno sguardo alla pagina di Hubspot, brand particolarmente propenso a utilizzare questa strategia di marketing per trovare nuovi clienti online.

esempi di lead magnet basati su ebook
Qui puoi scaricare diversi ebook.

Gli ebook sono dedicati a un tema specifico. E possono variare in termini di lunghezza: ci sono ebook di poche pagine e altri che somigliano a un vero libro. Tipo questo report che viene regalato nel momento in cui ti iscrivi all’email del servizio.

esempio di form con testo per aumentare i contatti scaricando report

A differenza dei white paper e dei report, gli ebook tendono a non essere ricchi di dati. Sono guide di facile lettura e spesso si usano per accogliere gli utenti che muovono i primi passi in un determinato settore. Qualcosa di simile si fa con questo ulteriore esempio di lead magnet: la versione trial del software SEO Moz.

la pagina che puoi usare per provare moz
Lascia i contatti per provare questo tool.

Il principio: ti faccio usare la versione pro del programma per una manciata di giorni. Nel frattempo acquisisco il tuo contatto e lo uso per lavorare sul processo di lead nurturing alimentandolo con contenuti di qualità. Altro esempio di attira-contatti?

esempio di pagina hubspot con lead magnet dedicato ai template
Scaricare un lead magnet basato sui template.

Anche in questo caso Hubspot ci fornisce un ottimo esempio di lead magnet, questa volta basato appunto su template pronti da scaricare. Puoi creare modelli per:

  • Grafiche email.
  • Social media
  • Tabelle su Excel.
  • Infografiche.

Analizza ciò che serve al tuo pubblico e crea un modello di lead magnet adeguato alle necessità. Cura tutti i dettagli e rendi disponibile il file. proprio come fa Tripwire.

lead magnet tripwire
Il lead magnet di Tripwire

Ora il download è dedicato a un white paper. Ovvero un documento approfondito, una sorta di report che può essere usato per delineare aspetti specifici di una determinata attività. Ti piace questo approccio per aumentare i contatti?

Riccardo Esposito

Sono un web writer freelance. Mi occupo di scrittura online dal 2009, mi sono specializzato nella stesura di piani editoriali per blog aziendali. Ho scritto 3 libri dedicati al mondo del blogging e della scrittura online.

Categoria: Marketing

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.