10

[Infografica] La checklist per servire il post perfetto

285 Flares 285 Flares ×
Tweet about this on Twitter127Share on LinkedIn16Share on Google+85Share on Facebook0

Iniziamo dalla fine: il post perfetto non esiste.

Lo dico subito perché è facile cadere in errore. Ma è altrettanto facile pubblicare un post zoppo, un articolo smunto, senza verve, incapace di esprimere al massimo le proprie potenzialità.

blog

Ehi… ma questo post perfetto? – iStockphoto

Questo è un peccato perché investi tempo prezioso per creare contenuti utili e di qualità. Forse hai bisogno di una checklist che ti aiuti a servire un post facile da servire e sorseggiare.

E chi te la regala questa risorsa? Andiamo… lo sai bene.

Ho lavorato insieme ai ragazzi di Digital Followers per creare questa infografica: qui trovi i punti per ottimizzare i tuoi articoli. Ovvero titolo, immagini, anchor text, description, link in uscita, rilettura, una buona dose di semplicità per rendere il tutto più digeribile.

Un post perfetto (da sorseggiare)

Perché un articolo fatto bene è un equilibrio di ingredienti. Proprio come un cocktail: il segreto sta nel riuscire a dare la giusta importanza agli elementi. Ecco la tua checklist, usala bene!

Vedi? Il concetto chiave ritorna sempre. Non esiste il post perfetto, non esiste l’articolo buono per ogni occasione e capace di garantire buoni risultati.

Esistono, però, dettagli da curare per evitare che i tuoi sforzi cadano nel vuoto: vuoi perdere il tuo lavoro? Credi che siano utili questi punti per migliorare la tua attività di blogging?

Lascia la tua opinione e condividi questa infografica sui social (mi raccomando Pinterest, eh). Ovviamente puoi ripubblicarla sul tuo blog ma ricordati di citare la fonte con un link.

libro blogging

Riccardo Esposito

Ciao! Sono Riccardo Esposito e sono un webwriter freelance. Questo significa che scrivo dall'alba al tramonto: creo articoli per blog, testi per pagine web, landing page, headline e call to action.

10 Comments

  1. Complimenti, anche se il post perfetto non esiste bevendo il vostro cocktail si può aspirare a scriverlo. Naturalmente a patto di non ubriacarsi.

  2. Ahaha Rick, bellissimo! 🙂
    Il post perfetto non esiste, è vero, ma ci sono appunto degli accorgimenti che riescono a rendere il post… un po'(st) meno imperfetto.

    Io ti quoto la semplicità, aggiungerei anche l’eliminaziobe di inutili orpelli che allungano l’articolo.

    Moz-

      • Intercalari magari no perché son parte dello stile, e potrebbero anche rafforzare il messaggio (ma ovviamente in questo momento io sto parlando di post come i miei, votati al puro cazzeggio, e tu di post come i tuoi, dai contenuti utili).
        Però in entrabi i casi, asciugare un poco, evitare post per forza lunghi… secondo me aiuta 🙂

        Moz-

  3. Ciao Riccardo, mi è piaciuta molto l’infografica, riassume tutto quello che serve per scrivere un buon articolo. Ho anche individuato i miei punti deboli: description e CTA, in parte anche i titoli.
    Spesso tendo a banalizzare troppo queste poche parole che dovrebbero invitare l’utente a leggere l’articolo e a commentare.
    Che dire, cercherò di migliorare 😀

  4. Ciao, Riccardo! Questa infografica è interessantissima. Il post perfetto pure! La sobrietà è un mio “traguardo”. Da raggiungere, per prendere fiato e poi ripartire. Ci provo, anche grazie a te.

    • Ciao Gloria!

      Ma tu ci riesci, lo sai 🙂

      Il post perfetto non esiste, ma esiste l’impegno costante. Quello che tu metti in ogni cosa che fai. Avanti così.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *